1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. caligola

    caligola Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao a tutti,

    chiedo lumi sulla seguente situazione:

    - ottobre 2001 acquisto da parte mia e della mia compagna di un immobile nel comune A, al 50% ciascuno;
    - io usufruisco dei benefici prima casa, lei no (non so se sbagliando o meno) perche' all'epoca proprietaria di 1/4 di altro appartamento in altro comune;
    - nel luglio 2006 ci siamo sposati;
    - nell'ottobre 2010 lei procede ad acquisto di un altro appartamento in comune A, solo lei al 100%, non utilizzando i benefici prima casa per i noti motivi di legge (comproprieta' col coniuge etc....).

    A distanza di qualche mese, anche alla luce di sollecitazioni di amica avvocato del settore, mi viene precisato che forse poteva acquistare come prima casa e dunque di fare oggi un ricorso all'agenzia delle entrate per il rimborso.
    Quanto precede basandosi sul fatto che lei, di fatto, non ha mai potuto usufruire del beneficio prima casa e soprattutto che l'acquisto e' precedente al matrimonio (peraltro in separazione dei beni) e dunque dovrebbe godere almeno di un beneficio del 50% dei diritti prima casa (su quella nuova) anche alla luce di sentenze di cassazione e circolari dell'agenzia delle entrate.

    Mi rendo conto che la questione risulta molto tecnica, mi chiedevo se qualche santo possa darmi suggerimenti o aiuti,

    molte grazie a tutti
    Andrea
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Fisco: le agevolazioni prima casa
    se si acquista una casa in comproprietà con un’altra persona ognuno pagherà le imposte in base ai propri requisiti, nel caso per esempio che uno dei due abbia già utilizzato l’agevolazione per un altro acquisto non potrà di nuovo utilizzarla e quindi pagherà pro quota l’imposta senza regime agevolato mentre l’altro che non ha ancora mai utilizzato tale regime fiscale potrà farlo.
     
  3. caligola

    caligola Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie mille per la risposta,

    attendo anche lumi da volenterosi in merito alla questione del successivo matrimonio (pur in separazione beni) per capire se inficia o meno i diritti di chi non ha prima usufruito delle agevolazioni prima casa,

    grazie ancora
     
  4. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ha già un appartamento (al 50%) nel comune A. Come può acquistare nello stesso comune con i benefici?
     
  5. caligola

    caligola Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie per la risposta,

    mi sembra che la norma pero' sia diversa ossia, in relazione al medesimo comune (punto b) chiede la titolarita' esclusiva (non e' il nostro caso) o la comunione con il coniuge (neppure questo) nel comune A,
    il punto c, che parla di quote anche in comunione col coniuge, si riferisce all'aver gia' usufruito del privilegio (fatto non avvenuto),

    interpretazione corretta?

    grazie e ciao

    b) che nell'atto di acquisto l'acquirente dichiari di non essere
    titolare esclusivo o in comunione con il coniuge dei diritti di
    proprieta', usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione
    nel territorio del comune in cui e' situato l'immobile da
    acquistare.
    c) che nell'atto di acquisto l'acquirente dichiari di non essere
    titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale su
    tutto il territorio nazionale dei diritti di proprieta', usufrutto,
    uso, abitazione e nuda proprieta' su altra casa di abitazione
    acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge con le agevolazioni di
    cui al presente articolo
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    x il punto c) ok
    Per il punto b) tu sostieni di poter avere le agevolazioni in sostanza perchè il matrimonio è successivo al primo acquisto?
    Caso atipico, ma il notaio che ha rogitato cosa dice?
     
  7. caligola

    caligola Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    eh, dici bene,

    mi sa che e' entrato in crisi pure lui perche' e' un po' di giorni che attendo una risposta ai miei quesiti, dice che sta valutando alcune circolari dell'agenzia delle entrate del 2005 e del 2001 e poi mi dice,
    nel frattempo ho scoperto il vostro forum, molto piu' veloce e aggiornato degli stessi notai (....) ed eccomi qua

    grazie per ora
    mi sa che proveremo a fare ricorso alla fine (anche perche' la mancata concessione del privilegio significa il 2% sul mutuo invece dello 0.5%, impossibilita' di chiedere anticipo tfr, etc........)
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma quel 1/4 iniziale nell'altro comune com'era stato acquisito?
     
  9. caligola

    caligola Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    non a titolo di prima casa, era solo una quota dell'appartamento dei suoi genitori
     
  10. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    allora al momento del primo acquisto poteva usufruire delle agevolazioni.
    Al momento del secondo acquisto è una cosa discutibile, tuttavia se l'agevolazione può essere concessa, è sul 100%
     
  11. caligola

    caligola Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    speriamo proprio sia concedibile, tanto piu' se al 100%

    stramille grazie per l'aiuto
     
  12. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Gli immobili ereditati, anche se prima casa, non pregiudicano il diritto di acquistare una prima casa nello stesso comune.
    Siete stati mal consigliati per l'acquisto del 2001.
     
  13. caligola

    caligola Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    verissimo anche questo, il notaio del 2001 non ha ricordato alla mia comproprietaria che avrebbe potuto usufruire dei privilegi prima casa, in quanto la quota di 1/4 (in altro comune, peraltro) non pregiudicava il diritto, la beffa e' che all'acquisto della seconda casa non puo' nuovamente usfruire del diritto, con tutte le conseguenze ulteriori che accennavo (mutuo, tfr, etc......),

    grazie per l'aiuto
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina