1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. alexcorso

    alexcorso Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera a tutti,

    abbiamo firmato un compromesso (tramite Agenzia Immobiliare) per l'acquisto di un immobile (accatastato come a/7) in fase di condono con rogito da stipulare entro e non oltre il 28 aprile, ma poichè i proprietari erano indietro con i pagamenti delle oblazioni per la pratica di condono, ad oggi ancora non si è rogitato, ma ora la banca (con la nuova documentazione) ha dato l'OK per il mutuo, ma parlando con l'agente immobiliare siamo venuti a conoscenza di ulteriori vizi, che vado ad elencare di seguito:

    - al rogito non si arriverà col condono, ma solo con la domanda presentata nel 1985 e senza certificazione di Agibilità

    - non vi è l'allaccio idrico (l'agente immobiliare ha utilizzato le seguenti parole: "è allacciato abusivamente all'acqua del comune tramite una fontanella pubblica)

    - non vi è l'allaccio fognario (i proprietari hanno fatto da poco la domanda, facendo i lavori in giardino e presentando il progetto)

    - il pozzo nero è abusuvo e scarica in giardino fuori da ogni legge, difatti i proprietari non hanno alcun contratto per svuotarlo e nessuna certificazione

    - gli impianti non sono a norma

    - vi è una copertura in eternit in pessimo stato e non denunciata alla ASL di competenza come prevede la legge


    ed infine di fronte alla casa stessa, potrebbe sorgere una discarica che andrebbe a sostituire una collina (che al momento del preliminare era una collina e basta)



    Visti i sopra citati motivi e dati i tempi molti lunghi per "sanarli" è possibile secondo Voi, recedere dal compromesso avendo indietro la caparra (60.000€ circa) e tutte le spese sostenute (agenzia, perito, etc)??????

    Noi lo abbiamo chiesto all'Agenzia ma loro sostengono che non solo non avremmo indietro i soldi, ma che i proprietari, dato che hanno dato una caparra per un'altra casa, ci citerebbero per danni.



    Secondo Voi come possiamo tutelarci e soprattutto abbiamo la possibilità di annullare il tutto?



    Grazie
     
  2. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Scusa, ma...
    Tutte queste cose non erano abbastanza EVIDENTI??
    Non ci sono abbastanza elementi per NEGARE l'abitabilita'?
    Con tutto quello che hai descritto la banca ha dato il via per il mutuo?!?
    E l'AI dice che "va tutto bene madama la marchesa" e sottolinea gli allacci abusivi?

    Cos'e', una associazione a delinquere????:shock::shock:
     
    A gcaval, La Capanna e studiopci piace questo elemento.
  3. Tuttofares

    Tuttofares Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Concordo pienamente con Willy..... mi sembra un'acquisto, da come e' presentato, fatto con abbastanza superficialità.....
     
  4. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, certamente ci soni tutti i presupposti per annullare il tutto. auguri;)
     
  5. alexcorso

    alexcorso Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Bè x le fogne, l'acqua ed il pozzo nero l'ho saputo ora, xchè ho chiesto di fare le volture, e la banca non credo veda queste cose dalle carte.
    Inoltre per l'eternit hanno sempre sostenuto che era in perfetto stato di conservazione, ma l'ho fatto vedere ad una ditta che invece ha certificato di no.
    L'unica cosa di cui eravamo al corrente e che era in fase di condono.
    Dovremmo rogitare intorno al 20, ma secondo voi posso recedere ???
    Inoltre da quello che ho capito l
    AG non sta tenendo un comportamento neutrale, come dovrebbe, ma sta palesemente favorendo il venditore, cosa secondo me non etica.
     
  6. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    La banca vede quello che vuole vedere. O hanno un perito deficiente (sia nel senso della deficienza di competenza o proprio scemo) o hanno visto che TU puoi pagare. E questo basta.
    L'eternit sono DECENNI che quaggiu' al nord lo fanno togliere o inertizzare anche se e' in "perfetto stato". E non e' una spesa da poco, se fatta regolarmente. Ne so qualcosa. Poi, si sa, ci si attacca alla fontanella, si sversa in giardino, si seppellisce l'eternit...:disappunto::disappunto:
    Se avete stabilito la regolarita' al rogito, si'. Se invece non avete stabilito lo stato di fatto, no. Si potrebbe anche acquistare un immobile non regolare e accollarsene il condono, ma questo va indicato. O anche questo non e' specificato??:shock::shock:
    Da quel che ho capito e' in corso una truffa bella e buona, di cui siete vittime. Penso non ci siano tuttavia gli estremi per una denuncia Vedi tu se e' meglio tacere (capissciamme'....) e pagare o svegliarsi (tardivamente, molto tardivamente) e fare il diavolo a quattro.
     
  7. alexcorso

    alexcorso Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mercoledì ho preso un appuntamento con un Avvocato, che tra l'altro è un amica di un mio cugino, sento cosa mi dice e Vi aggiorno!!!!
     
  8. Andrea Santagostino

    Andrea Santagostino Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    per la questione del condono gli attuali proprietari devono assolutamente sanare la situazione,con il pagamento delle sanzioni o di una nuova sanatoria, comunque qualcosa devono fare altrimenti nessuno notaio serio fa il rogito di un immobile così messo male catastalmente.
     
  9. alexcorso

    alexcorso Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Per quando riguarda il condono, hanno incaricato un geometra dell'Agenzia Immobiliare, che mi ha fornito tutta la documentazione e le oblazioni pagate, dicendomi però che la concessione in sanatoria avverrà successivamente al rogito ed il comune "potrebbe" chiedere delle more, consigliandomi quindi, di lasciare un fondo dal notaio.

    Grazie

    Aggiunto dopo 1 :

    ma visti tutti questi vizi, per non avere altre "sorprese" avremmo intenzione di recedere dal tutto e mercoledì incontriamo un avvocato.
     
  10. Andrea Santagostino

    Andrea Santagostino Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    io fossi in lei per questo immobile attenderei la conclusione della concessione,quindi ricevute dei pagamenti e consenso definitivo da parte del Comune; un notaio le direbbe lo stesso e lei rimarrebbe più tutelato, sempre che voglia concludere l'affare, altrimenti si scelga un buon avvocato per recedere, da quello che ha scritto sussistono buone ragioni e vizi occulti.

    Andrea
     
  11. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare

    Avremmo :shock::domanda::domanda::domanda: Dovete recedere :affermazione: , a cominciare dal fatto che l'Eternit è cancerogeno, ( pensare che io non ho venduto un immobile perchè aveva a 500 mt un ripetitore del telefono ) ed a finire con l'attacco alla fontanella pubblica ( qui addirittura andiamo nel penale - Furto di cosa pubblica, appropriazione indebita, e reati contro il patrimonio) passando per lo sversamento abusivo di acque nere. Il problema è , non se riuscirai ad aver ragione ( perchè c'è l'hai ) ma se riuscirai ad avere i soldi indietro. Mi spiace dirti che siete stati molto superficiali nell'acquisto e mi permetto di consigliarti di trovare un accordo tramite l'avvocato per riavere almeno i soldi che hai cacciato compresi quelli del collega Agenti Immobiliari ( collega ? ) .
    Fabrizio
     
  12. alexcorso

    alexcorso Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Come non posso avere i soldi indietro? Se un giudice ci da ragione il proprietario ce li dovrà dare, l'unico problema è che è nullatenente ed a parte la casa, non ha nulla ed è per questo che sta vendendo, quindi tramite l'avvocato va chiesto il "sequestro" precauzionale dell'immobile, x metterlo eventualmente all'asta, ma a questo punto valuteremo se chiedere i danni anche all'agenzia.
     
  13. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Che il giudice vi dia ragione , non ho dubbi, per la questione dei soldi indietro era proprio questo il discorso , se il proprietario non ha i soldi, dovrete iniziare una via crucis per rientrare in possesso delle somme. Fabrizio
     
  14. sergiocarrara

    sergiocarrara Ospite

    ciao a tutti sono nuovo del foro!! ho firmato il preliminare di una villetta a schiera e solo qualche giorno prima del rogito mi sono accorto ke c'era difformita' tra schede catastali e reale stato di fatto dell'immobile, in effetti un bagnetto in taverna risultava accatastato come ripostiglio.al sototetto c'e' un bagnetto senza wc che e' abusivo, tanto il venditore dice che nn c'e' problema xchè nn e' un vero bagno nn c'e' infatti il wc.
    la mia domanda e' posso kiedere di condonarlo prima del rogito e se possibile di rimuoverlo cosi con un vano accessorio in meno posso kiedere sconto dell'immobile?
     
  15. alexcorso

    alexcorso Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,

    allora ho parlato con l'Avvocato, il quale mi ha comunicato che ho 2 strade da percorrere:
    - la risoluzione del contratto con la richiesta del doppio della caparra e il rimborso di tutte le spese sostenute
    o
    - la richiesta di abbattimento del prezzo.

    saluti
    :)
     
    A sergiocarrara e Andrea Santagostino piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina