1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Lara B.

    Lara B. Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao,
    avrei intenzione di acquistare un immobile all'asta che comprende una abitazione e due negozi di cui uno ha un contratto di comodato gratuito illimitato ? se acquisto cosa succede ? come farei a liberarmi dal contratto?
    Grazie
    Lara
     
  2. clapat

    clapat Ospite

    Forse non è illimitato, ma "senza determinazione di durata". Fatti dare una copia del contratto di comodato.
     
  3. Lara B.

    Lara B. Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie, ma purtroppo il tribunale non fa visionare questo tipo di documenti preventivamente l'acquisto. Volevo sapere se mi sarei ritrovata un "guaio" o se si poteva risolvere
     
  4. clapat

    clapat Ospite

    Ti posto l' articolo del codice, a me non risulta esistano comodati illimitati..

    Art. 1810.
    Comodato senza determinazione di durata.


    Se non è stato convenuto un termine né questo risulta dall'uso a cui la cosa doveva essere destinata, il comodatario è tenuto a restituirla non appena il comodante la richiede.
     
    A pasimo e Irene1 piace questo messaggio.
  5. Lara B.

    Lara B. Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Gentilissimo
    Lara
     
  6. clapat

    clapat Ospite

    Di nulla.. Hai provato a contattare il comodatario?..
    Se l' abitazione e l' altro negozio sono liberi o locati ad un buon reddito ed il prezzo di acquisto è favorevole, potrebbe valere lo stesso la pena l' incertezza data dalla possibilità di liberare l' altro negozio. L' importante è che sia un contratto di comodato e non un diritto d' uso o un usufrutto.

    Da Wikipedia:

    Diritto reale d' uso

    Il diritto reale di uso è un diritto reale minore di godimento su cosa altrui, disciplinato, insieme al diritto reale di abitazione dagli articoli 1021 e seguenti del Codice Civile.
    Differisce dall' usufrutto per elementi qualitativi e quantitativi:
    • per la limitata misura della facoltà di godimento che attribuisce sulla cosa: l’usufruttario può servirsene, e fare propri i frutti, limitatamente ai bisogni suoi e della sua famiglia, mentre al proprietario spettano i frutti che eccedono questa misura (art. 1021);
    • per le specifiche modalità del godimento consentito all’usuario, il quale può godere della cosa solo in modo diretto (non può cederla o darla in locazione, art. 1024) e fa propri solo i frutti naturali, ma non anche quelli civili.
    (rileggi sempre direttamente gli articoli del codice, ché l' affidabilità di Wikipedia non è mai stata un granché..)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina