1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bigbart33

    bigbart33 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve cari,

    Il condomino proprietario dell'ultimo piano può trasformare il suo sottotetto trasformandolo parzialmente in terrazzo: questo è l'innovativo principio adottato dalla Corte di cassazione con la sentenza 14107 del 3 agosto 2012. Il nuovo indirizzo motivatamente supera precedenti autorevoli dello steso giudice (Cassazione 1737/2005) che impedivano al condomino proprietario di realizzare terrazze in sostituzione parziale del loro sottotetto.

    Secondo questa sentenza, , potrei costruire una terrazza esclusiva a tasca nel sottotetto comune del palazzo dove abito.

    Questo significa che non mi serbirebbe più il permesso dei condomini?????????
    I condomini potrebbero chiedere il ricalcolo delle tabelle millesimali?????????

    Ringrazio tutti in anticipo e prego che questa sentenza venga diffusa in questo sito, così potrò consigliarmi con qualcuno che vorrebbe effettuare gli stessi lavori.
     
  2. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Sentenza Cassazione n. 14107 del 3 agosto 2012.

    Dispositivo:
    ll condomino, proprietario del piano sottostante al tetto comune, può effettuare la trasformazione di una parte del tetto dell’edificio in terrazza ad uso esclusivo proprio, a condizione che sia salvaguardata, mediante opere adeguate, la funzione di copertura e protezione delle sottostanti strutture svolta dal tetto preesistente, restando così complessivamente mantenuta, per la non significativa portata della modifica, la destinazione principale del bene.

    Problema: quale percentuale del tetto, il proprietario del piano sottostante, può trasformare in terrazza ad uso esclusivo proprio per non oltrepassare il limite della non significativa portata della modifica che la Cassazione pone come necessaria condizione giuridica alla procedibilità della trasformazione?
    In effetti, la sentenza in questione, parla della costruzione di "piccole terrazze" atte a non alterare la primaria e fondamentale funzione di copertura del tetto.
    Credo che la sentenza si riferisca alle terrazze altrimente dette a "nicchia" o a "tasca"
    .[​IMG] [​IMG]
     
    A Bagudi e bigbart33 piace questo messaggio.
  3. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ne abbiamo già discusso recentemente, ma non ricordo cosa si era detto.
    Sui millesimi : risposta si, cambiano. Ho avuto un caso.
    Il permesso dei condomini : secondo me, pure risposta sì per vari motivi
    Ti aggiungo che alcuni Comuni ci mettono becco.
     
  4. bigbart33

    bigbart33 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta

    sai per caso quale sia la percentuale riferita alla piccola terrazza?????
    se avessi per esempio una copertura di tetto di circa 120 mq.
    quanti mq. potrei utilizzare per questa terrazza a tasca????

    sempre grazie
    Alessandro
     
  5. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Io andrei a chiedere all'Ufficio tecnico del Comune, anche perchè conoscono la posizione urbanisica del tuo sottotetto.
    Non tralascierei una chiaccherata con l'amministratore del Condominio.
    Così hai un quadro di quanto costa l'operazione e la fattibilità.
    In teoria non vedo limiti tecnici alla quantità di mq. I limiti sono altri.
     
  6. sottosopra76

    sottosopra76 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    salve scusate l'intrusione da ignorante in materia questo vale anche per i lastrici solari o solo per i sottotetti? grazie
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se la sentenza si riferisce alle terrazze cosiddette "a nicchia", " a tasca" o "ad asola", direi di no.
     
    A H&F piace questo elemento.
  8. lucacerniglia

    lucacerniglia Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Scusate se intervengo in una discussione di un mese fa. Ma cercando riferimenti per un mio problema (simile a quello dell'amico che ha aperto la discussione) ho trovato la sentenza e l'ho letta con attenzione. E' scaricabile qui:
    http://www.cortedicassazione.it/Notizie/GiurisprudenzaCivile/SezioniSemplici/SchedaNews.asp?ID=3104
    e non parla esplicitamente di terrazzi a vasca ma sancisce un princio generale che potete leggere a pagina 17 della sentenza.
    Secondo me è possibilissimo trasformare una piccola parte del tetto di copertura in terrazzo per uso esclusivo. Tutta la ratio della sentenza è nella direzione di impedire ai condomini di limitare pretestuosamente un più intenso uso della parte comune da parte del singolo condomino. Tenete presente che la sentenza in questione è recentissima (3 agosto 2012) quindi bisogna fare attenzione a non considerare altri riferimenti normativi della cassazione che sono reperibili in rete ma che sono stati superati da questa ultima sentenza. Naturalmente bisogna vedere cosa dicono i regolamenti del comune e anche se ci sono limitazioni specifiche nel regolamento condominiale. Anche io vorrei provare questa trasformazione. Qualcuno di voi ha un'idea di quanto possa costare (pratiche amministrative incluse) trasformare diciamo 10 mq di lastrico solare in terrazzo calpestabile?
    Grazie a tutti, come sempre.
    Luca
     
  9. lucacerniglia

    lucacerniglia Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Agiungo per H&F,
    secondo me non serve il permesso dei condomini se non per evitare grane e opposizioni successive all'inizio dei lavori. Per esperienza ti posso dire che la maggior parte dei condomini si opporrà "a prescindere" (come diceva il grande Totò) e ti bloccheranno i lavori, anche se ne hai diritto.
    E' vero che in una buona convivenza bisognerebbe tenere dei rapporti cordiali, ma se i condomini impediscono qualsiasi cosa perchè non tollerano che uno dei condomini (sostenendo delle spese!!) si migliori un po' la vita, secondo me se la legge lo consente... è meglio fare a meno della cortesia e "tirare dritto".
    Saluti a tutti.
    Luca
     
  10. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La legge, mi sembra, ponga una condizione ben precisa : proprietario del piano sottostante il tetto. Questo restringe il campo a situazioni ben precise.
    In pratica a quelle in cui uno modifica il tetto sul proprio appartamento.
    Oppure sbaglio ?
     
  11. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Intendevo scrivere "sentenza" non "legge".
     
  12. lucacerniglia

    lucacerniglia Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Si H&F,
    è vero, dice: proprietario dell'ultimo piano. Però è importante perchè la sentenza secondo me cerca di porre un limite agli impedimenti immotivati da parte dei condomini quando uno di loro prova ad utilizzare in modo più intenso e per se stesso una parte comune. Infatti se leggi la sentenza ad un certo punto dice che non è sufficiente per il condominio lamentare un ipotetico uso della cosa comune ma deve essere specificato quale uso l'innovazione sottrarrebbe al condominio. Cioè non si può solo dire: "non voglio che il terrazzo sia anche solo parzialmente usato da Tizio perchè se mi va voglio andare a guardare le nuvole" ma bisogna dire: "la porzione di terrazzo che Tizio vuole usare per sè serve al condominio per X motivo".
    Questo mi pare un principio rivoluzionario. Che, d'altra parte, sarà duro da fare accettare ai condomini (seppure si tratta di una sentenza della cassazione).
    Aggiungo che, secondo me, per estensione, potrebbe valere lo stesso principio per tutte le cose comuni in condominio. Cioè se io non faccio un danno agli altri devo potere utilizzare uno spazio comune anche per una mia specifica necessità (in uso esclusivo). Ad oggi, nei condomini ci sono tanti spazi vuoti e inutilizzati che stanno lì così, completamente inutili perchè se provi a dire in assemblea che vuoi usarlo tu, arriva sempre il rompiscatole che dice: "eh no! perchè se poi lo volgio usare io...".
    Invece secondo me il principio è molto semplice: io non occupo tutto lo spazio ma un pezzettino, perchè così non faccio danno agli altri, ma quel pezzetto lasciatemelo !
    Un saluto
    Luca
     
  13. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Tu sai che io sono favorevole alla tua interpretazione che puoi prenderti una decina di mq per le tue piante e per le tue sedie, indipendentemente da questa sentenza.
    E non devi chiedere niente a nessuno. Se attaccano, ti difendenderai ( ed io farò il tifo per te ). Compra le piante e le sedie. Subito od a primavera !
     
  14. lucacerniglia

    lucacerniglia Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Si, H&F, lo so. E grazie del sostegno.
    A presto
    Luca
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina