1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Shadom

    Shadom Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    mi sorgevano dei dubbi in base alla mia personale condizione in merito a questa tematica

    1 ) è possibile vendere un appartamento, privo di licenza edilizia? e quindi abusibo?
    2) è possibile effettuare un contratto di locazione, a privato di un appartamento di prorpietà senza licenza edilizia?
     
  2. Seroli

    Seroli Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Re: Appartamento abusivo

    1) dipende l'epoca del palazzo, non è detto che sia abusivo
    2) si perchè non ti ci guarda nessuno
     
  3. Shadom

    Shadom Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Re: Appartamento abusivo

    1) il palazzo è del 1985
    2) CHE SIGNIFICA NON CI GUARDA NESSUNO? Mi spiego meglio: Ho in locazione un appartamento da circa 25 (di cui non ho mai saputo fino a poco tempo fa, che questo medesimo appartamento era ABUSIVO) orA essando stato venduto a una terza persona( il che è possibile compravendere tale senza concessoria edilizia? ), mi è stato intimato di sfratto dal nuovo proprietario
     
  4. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Re: Appartamento abusivo

    Perchè non vai in Conservatoria e prendi una copia dell'atto, almeno così sai esattamente come è stato compravenduto l'immobile.....se fosse "Abusivo" teoricamente non sarebbe commerciabile.
    Leggi l'atto e capirari qualcosa in più ;)
     
  5. Shadom

    Shadom Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    se ho la certezza matematica che è abusivo allora non è commerciabile? (la certertezza deriva dai miei dati in possesso istrumento "atto pubblico" )
     
  6. GiacoTecno

    GiacoTecno Membro Attivo

    Altro Professionista
    Se risulta antecedente al 1967 è commerciabile, altrimenti per essere commerciabile necessita di licenza o concessione edilizia, o basterebbe una domanda di condono in corso.
    Se poi proviene da un sentenza fallimentare con inizio prima della legge di condono, e viene acquistato all'asta, il nuovo proprietario ha 120 gg di tempo per presentare domanda di condono e quindi renderlo nuovamente commerciabile, qesto ai sensi dell'art.40 L 47/85.

    Giacomo
     
  7. GiacoTecno

    GiacoTecno Membro Attivo

    Altro Professionista
    Qggiungo per essere completo è possibile trasferirlo per successione ereditaria :ok:
     
  8. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    un appartamento abusivo non può essere venduto, qualsiasi notaio si rifiutà di volturarlo, salvo che non abbia fatto il condono, cosa molto probabile, che te dal primo atto non riesci a vedere, ma sicuramente è così, all'ora potrà volturarlo anche solaamente presentando una copia della domanda di condono ancora non vagliata.
    saluti elio
     
  9. onip52

    onip52 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    posso vendere o fittare un appartamento abusivo?
     
  10. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    chiarito che non si può vendere, di fatto non si può neanche affittare,dato che non ha l'agibilità, anche se molti lo fanno a loro rischio e pericolo,io non lo farei
    saluti
     
  11. antonio°°°

    antonio°°° Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    senza concessione e senza sanatoria non puoi fare nulla. per lo stato e' un immobile inesistente...devi solo attendere che qualche forza politica emana un nuovo condono.....
     
  12. GiacoTecno

    GiacoTecno Membro Attivo

    Altro Professionista
    Scusate se intervengo nuovamente, ma non è vero che non è vendibile, se ci sono le condizioni che ho già citato l'immobile è commerciabile e i Nota che si rifiutano non posso farlo, è la legge che glielo impone.
    RIBADISCO
    La Legge n. 47/85 (primo condono edilizio) indicava il 1 Settembre 1967 come data anteriormente alla quale non era necessario provvedere ad alcuna sanatoria.

    Di conseguenza in tali casi negli atti di compravendita la parte venditrice dichiara sotto la propria responsabilità (penale aggiungo io) che l'immobile "... è stato edificato in data anteriore al 1 Settembre 1967 ...".

    In questo caso non occorre aggiungere altro. Accertati che successivamente a tale data non siano intervenute modifiche per le quali era necessario il rilascio di autorizzazioni e/o concessioni edilizie (in questo caso i venditori dovrebbero dichiararle nell'atto) e che la planimetria catastale sia corrispondente al vero (eventualmente da aggiornare a spese del venditore).

    Lo dico con cognizione i causa sono un tecnico che opera in questo settore.
     
    A felyna piace questo elemento.
  13. GiacoTecno

    GiacoTecno Membro Attivo

    Altro Professionista
    Vorrei entrare nel dettaglio, perche la domanda come è posta è generica.

    La Licenza Edilizia è obbligatoria dal 1942 (Legge n.1150) ma credo che fosse limitate ai centri urbanizzati.
    Quindi anche i fabbricati edificati dal 1942 al 1967 FUORI DAI CENTRI ABITATI non erano soggetti a permesso edilizio.

    Però anche qui dipende da comune a comune. Ad esempio nel mio era obbligatorio chiedere il permesso già dal 1934!

    Per chi non aveva regolamenti propri, vale quanto ho scritto sopra.


    Il certificato di abitabilità è obbligatorio dal 1934 (R.D. 1265) quindi ne sono soggetti anche i fabbricati costruiti dal 1934 al 1967, soggetti a permesso edilizio o non soggetti (cioè quelli FUORI DAI CENTRI ABITATI.



    "Domanda: E' possibile che edifici completamente abusivi, solo perchè costruiti prima del '67, siano perfettamente in regola?"

    SI, ma solo se situati FUORI DAI CENTRI ABITATI (ogni Comune definisce il perimetro).


    "Domanda: qual'è la documentazione che un appartamento di un edificio ante '67 debba avere per essere in regola?"

    Se è nel CENTRO ABITATO deve avere comunque la Licenza Edilizia (a meno che non sia ante 1942) e l'abitabilità (a meno che non sia ante 1934).
    Se è fuori dal CENTRO ABITATO deve avere solo l'abitabilità (a meno che non sia ante 1934).


    "InfineDomanda: se dovessi comprare un appartamento del genere e volessi apportare modifiche interne strutturali (modficare i vani, etc.), incontrerei difficoltà ad ottenere l'autorizzazione a causa della mancanza di concessioni e certificati dell'immobile?"

    Vale quanto detto sopra.... per gli ante '67 fuori dai centri abitati la Licenza edilizia non doveva essere chiesta quindi il fabbricato è in regola.
    I fabbricati edificati nel centro abitato devono avere la Licenza Edilizia se edificati dopo il 1942 (a meno che leggi comunali non obbligassero a chiedere il permesso già da prima!).

    Tutti gli altri fabbricati in assenza di tale condizioni e che non abbia cocessione o licenza sono ABUSIVI qundi non commerciabili.
     
  14. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    In senso generale i dettagli vanno bene, però Shadom ha scritto che l' immobile è stato costruito nel 1985, quindi se non sanato successivamente e a prescindere dalle dichiarazioni che parte venditrice può fare in atto, rimane sempre, di fatto abusivo.
    Saluti

    Smoker
     
  15. antonio°°°

    antonio°°° Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ha ragione Smoker...
     
  16. GiacoTecno

    GiacoTecno Membro Attivo

    Altro Professionista
    Certo se è stato costruito nel 1985 è abusivo.... ma nella domanda iniziale non era specificato....mi è sfuggito :disappunto: il post successivo.

    Ciao :stretta_di_mano:
     
  17. Marinopelato

    Marinopelato Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Volevo dire che se è stato fatto il rogito un qualcosa ci sarà, o condono o licenza, inoltre l'Enel non allaccia il contatore senza gli estremi della licenza, il Metano stessa cosa, almeno a Como dove sono io, ma vorrei dire a shadom, se anche fosse abusivo l'appartamento, comunque questo appartamento in quanto insieme di oggetti edili (mattoni, porte, pavimenti ecc.) sono posti su un terreno, sicuramente di proprietà della stessa persona che è proprietaria dei mattoni, ora se non è tua non trovi giusto che torni nella disponibilità di chi l'ha pagata? Personalmente non trovo giusto che si costruiscano case abusive, ma se esistono, chi ne ha interesse deve avere il diritto di acuistarle, a suo rischio, o in attesa di un futuro condono o se gli va male di un abbattimento. Ho trovato in vendita un'auto sinistrata, non era utilizzabile eppure c'è chi la compra, stessa cosa per le case. Buon lavoro a tutti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina