1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. aargento

    aargento Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Gentili utenti, a settembre i miei genitori affittano un'appartamento con bagno e cucina ristrutturati dal locatore e con un nuovo scalda acqua installato. Dopo aver traslocato gli arredi ed installato la cucina constato il malfunzionamento dello scalda acqua. Chiedo l'intervento all'assistenza del produttore dello scaldabagno per un controllo da parte di un loro tecnico che non riscontra alcun difetto dello scaldabagno ma un'installazione non corretta in quanto lo scaldabagno a camera aperta era stato installato con scarico a parete in cassetta statica e perciò interveniva il sensore termico fumi bloccando l'erogazione del gas. Visto l'urgenza contatto il locatore via posta elettronica chiedendo che intervenga per la sostituzione dello scalda acqua o della sua messa a norma. Dopo più di due settimane e varie mail e telefonate al locatore invio un preventivo spesa per la sostituzione dello scaldabagno intimandolo che se non fosse intervenuto in via definitiva per risolvere il problema avrei fatto sostituire lo scalda acqua a mie spese ma che avrei trattenuto l'ammontare dei costi sostenuti dal canone di affitto.
    Il locatore demanda al mediatore dell'agenzia immobiliare che aveva affittato l'appartamento di occuparsi della questione il quale a sua volta demanda a me la scelta di far effettuare l'intervento e visto l'urgenza faccio eseguire il lavoro come da preventivo.
    Dopo avere saldato il canone di affitto e trattenuto le spese sostenute e documentate con fattura per la sostituzione dello scalda acqua ricevo oggi una raccomandata dal locatore che mi intima il pagamento del restante ammontare in quanto non disposto a spendere più di €500 per l'intervento, nonostante gli avessi inviato il preventivo di spesa di €1040 non vuole quindi riconoscere la spesa totale a suo carico.
    Come dovrei comportarmi per evitare ulteriori dispute con il locatore?

    Vi ringrazio della gentile risposta e un saluto, Arcangelo
     
  2. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ma il mediatore che titolo aveva per "impicciarsi" della questione? Io avrei preteso una risposta dal locatore e basta. Così è tutta una confusione.
     
  3. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il locatore ha sbagliato perché sarebbe dovuto intervenire lui, ma anche il conduttore ha fatto qualcosa di non corretto: non è consentito detrarre alcuna somma dal canone mensile, seppure a giusto titolo.
     
    A carlor piace questo elemento.
  4. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Sono perfettamente d'accordo.
     
  5. aargento

    aargento Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il mediatore non voleva affatto impicciarsi. Il locatore ha demandato il mediatore di occuparsene, nonostante fosse ormai conclusa la mediazione di sua competenza, perché non vuole sostenere i costi di ciò che lui, a mio parere, ne è la causa. Ha di fatto incaricato un'idraulico incompetente per installare uno scaldabagno non a regola d'arte e di cui chiaramente non ha rilasciato alcuna dichiarazione di conformità e nonostante avessi inviato il verbale del controllo effettuato dal tecnico del produttore dello scaldabagno il locatore non vuole riconoscere la sua responsabilità. Inoltre questa mattina è venuto l'incaricato della ditta che si occupa della manutenzione della caldaia condominiale per sostituire le valvole dei caloriferi che erano mal funzionanti, doveva presentarsi il locatore per saldare l'intervento, non si è presentato e ho dovuto saldarli personalmente altrimenti non avrebbero fatto il lavoro. Non posso biasimarli. Quindi ho capito che il locatore non ha nessuna intenzione di spendere un centesimo per la manutenzione che è di sua competenza. Mi chiedo a questo punto se rischio, trattenendo i costi sostenuti per questi interventi, di far sfrattare i miei genitori o se posso in qualche modo rivalermi sul locatore dei costi da me sostenuti.
    Grazie
     
  6. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Come ho già scritto, non puoi assolutamente trattenere i soldi dal canone. Invece puoi chiedere una riduzione del canone di affitto visto che il locatore è chiaramente inadempiente. Per farlo, però, devi avvalerti di un avvocato.
    P.S.: chi scrive è un locatore (che però riconosce sempre i suoi doveri...:D)
     
    A aargento piace questo elemento.
  7. aargento

    aargento Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Andrò a saldare ciò che mi richiede e poi vedrò con l'avvocato come comportarmi.
    Grazie del suggerimento.
     
  8. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Di nulla ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina