1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. dinoc

    dinoc Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, vorrei sapere se un avvocato può aprire liberamente uno studio professionale in un condominio bifamiliare privo di regolamento condominiale
     
  2. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    si...tranne l'eventuale esclusione da parte dei regolamenti locali
     
  3. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Trattandosi di uno studio professionale, gli ambienti saranno oggetto di variazione catastale (A10), non essendovi un regolamento condominiale, non avendo più di 4 proprietari nello stesso stabile (ma presumo che si tratti di una villetta bifamiliare) sicuramente lo si può realizzare ...
    Il problema può nascere se oltre allo studio c'è anche l'abitazione, ma questo è un'altro problema ...
     
  4. rivinci

    rivinci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Mi pare assai improbabile che esista un regolamento comunale/regionale/statale/astrospaziale che preveda il divieto di esercizio della professione forense in casa propria.
    Ed è altrettanto difficile che si sia creato un regolamento condominiale che preveda tale insulso divieto.
     
  5. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    il problema sorge per il cambio d'uso da abitazione a ufficio.....può esserci un divieto in quella zona previsto, per esempio, dal piano regolatore
     
  6. rivinci

    rivinci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Tutto è possibile. Pure che vietino di fumare in casa propria.
    Ma qui non si tratta di prevedere il divieto per l'esercizio di un'attività industriale/commerciale particolare.
    Se mi trovi un regolamento/piano regolatore che prevede il divieto dell'esercizio di attività professionali intellettuali ti offro un crodino
     
  7. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Diego Antonello ti ha detto bene ... non sarei così perentoreo ... è vero che non tutto si può fare ovunque, come è vero che possa esistere un divieto particolare ... in questo caso, se esiste un regolamento condominiale dove si vieta di trasformare le abitazioni in ufficio, non puoi farlo ... non esistono altre norme che possono interferire sulla decisione dell'assemblea condominiale ...
    A questo devi tenere conto anche che non ci sono soltanto le norme comunali e nazionali, ma esistono anche i regolamenti d'igiene che non sempre sono così tralasciabili ...
    Ripeto, da quello che dinoc ha descritto pare di individuare che si tratti di una villetta bifamiliare e pertanto la cosa si può fare sempre che tutto l'ambiente (destinato allo studio) sia oggetto di variazione catastale in A10.
     
  8. rivinci

    rivinci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    A chi mi trova un regolamento di zona/comunale/provinciale/statale/d'igiene/piano regolatore ecc. ecc. offro una cena:risata:

    Naturalmente non parlo dei regolamenti condominiali che sono tutta un'altra cosa e possono prevedere certamente tale divieto
     
  9. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ti porto l'esempio del piano regolatore di trieste:
    il piano regolatore prevede per le singole zone determinate attività, quindi non è possibile effettuare cambi d'uso se non previsti..
     
  10. rivinci

    rivinci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Non vedo divieti di esercizio della professione forense.
     
  11. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    forse ci siamo spiegati male..........sorry!;) il problema non è l'attività da svolgere, che può essere prevista nei regolamenti condominiali, bensì il fatto che se il piano regolatore non prevede nelle "attività e destinazioni d'uso ammesse" per quella zona quella di "ufficio", non è possibile trasformare una abitazione, per esempio A3, in un ufficio (A10).
    per esempio, nell'estratto del piano regolatore di trieste che ho citato nel mio post precedente, per la zona D1 non è prevista la destinazione residenziale, quindi se ho un ufficio A10 non mi è consentito trasformarlo in abitazione residenziale (salva la disponibilità limitata agli addetti alla custodia)
     
  12. dinoc

    dinoc Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, vi ringrazio per le risposte; vi do qualche dettaglio in più: 1) non è una villetta ma una palazzina nel cento storico classificata A1;2) un'abitazione con 5 persone tra cui un disabile dovrebbe "convivere" con uno studio legale. Alla luce di questi chiarimenti, cambia qualcosa?
     
  13. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    nel centro storico, anche se non so di che città, difficilmente un piano regolatore non prevede la possibilità che un immobile sia destinato ad ufficio, quindi, non ci dovrebbero essere problemi per la variazione.....
    ovviamente il tecnico deve valutare se la trasformazione poò essere effettuata con o senza opere di adattamento e se gli eventuali adattamenti possono essere realizzati senza scontrarsi con vincoli che possono interessare lo stabile (cosa che potrebbe accadere nel caso, per esempio, se immobile protetto dalle belle arti)..
    ripeto: non dovrebbero esserci problemi, ma meglio verificare con un tecnico

    ps.un possibile adattamento richiesto potrebbe essere quello dell'abbattimento delle barriere architettoniche (ancor più visto che ci vive un disabile) che potrebbe scontrarsi con vincoli sulla facciata o sul vano scale
     
  14. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Non so quale sia la tua professione, ma se insisti tanto con questo gioco di parole, allora perchè non ci illumini, magari ci acculturiamo con la tua immensa saccenza...


    Come precisato da Diego Antonello e come anticipato prima, sicuramente si può realizzare bisogna tenere presente che vi siano ingressi che non vadano a ledere la quiete di altri condomini.
    Infine possibile che nella zona di riferimento, possano esservi particolari restrizioni a carattere urbanistico (visto che si trova in centro storico) ... allora bisogna verificare con il tecnico comunale (ma dubito che vi siano divieti) ...
     
    A Diego Antonello piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina