1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Sandro48

    Sandro48 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Prima di proporre in vendita l'appartamento - che ho sempre utilizzato come mia abitazione subito dopo l'acquisto nel 1998 - ho deciso di raccogliere tutti i documenti necessari all'eventuale vendita (compresa la visura, che risulta aggiornata con il mio nome) e ho richiesto anche la mappa catastale.

    In questa, però, risultano disegnate correttamente sia la pianta dell'appartamento sia la cantina, ma NON il terrazzo sovrastante, di mia esclusiva proprietà, regolarmente citato sia nel rogito, sia nel relativo quadro D, sia nell'atto di acquisto dei precedenti proprietari.

    Nel 1998, a corredo dell'intera documentazione, mi fu fornita la licenza edilizia in originale (i cui dati sono anch'essi riportati nel rogito) del febbraio 1973 (con regolare timbro di accettazione del comune e controfirmato da proprietario, progettista e timbro / firma costruttore) completo di planimetria pre e post intervento di una scala a chiocciola che collega l'appartamento al terrazzo sovrastante. Preciso che sul terrazzo non è mai stata compiuta nessuna altra costruzione, nemmeno fioriere "permanenti".

    L'impiegato del catasto, in seguito alla mia osservazione sulla mancata rappresentazione del terrazzo, mi ha detto che, con l'errore riportato sulla mappa, le attuali normative non permettono di vendere l'appartamento e che si ritiene necessaria una richiesta di "Migliore identificazione grafica". Mi ha assicurato che è una pratica che non ha nulla di straordinario, ma io mi sento comunque un po' preoccupato.

    In che cosa consiste tale pratica burocratica? Sono forse soggetto ad eventuali sanzioni per presentarla con tanto ritardo?
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Penso che intendi la planimetria dell'immobile.
    In visura come è descritta , foglio .... part.... sub.... via ..... piano ....... n.......?
     
  3. Calzini Imm

    Calzini Imm Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ciao Sandro, non devi assolutamente preoccuparti. Ricordati che ciò che fa fede è l'atto di provenienza. Basta un'esatta rappresentazione grafica e risolvi il tutto. Costo tra i 250/450 euro. Contatta un tecnico, bastano 3/4 giorni ed intanto puoi serenamente porre il tuo immobile sul mercato. Ti ricordo , visto che contatterai un tecnico, che avrai bisogno dell'APE, attestato di prestazione energetica, quindi il consiglio è di contattare un tecnico che provveda ad entrambe le cose abbattendo i costi.
     
  4. Sandro48

    Sandro48 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    No, quella si chiama "Visura catastale" e serve solo per fini fiscali (pagamento IMU, determinazione tasse in base alla rendita catastale, eccetera). La Mappa catastale, invece, contiene la mappa dell'immobile (in scala ridotta, ma comunque leggibile) comprensiva di eventuali pertinenze (soffitte, cantine, eccetera). Per acquistare / vendere un immobile è necessario (da un paio di anni) presentare - oltre alla "solita" documentazione, entrambi i documenti: in loro assenza il notaio non può procedere alla formalizzazione dell'atto.
     
  5. Sandro48

    Sandro48 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Invece mi preoccupo e tanto! Sono ovviamente già in possesso del Certificato energetico e non mi azzardo assolutamente a mettere in vendita l'appartamento, per due motivi:

    1) L'appartamento lo venderò nel 2015, quando un mio cugino (che andrà appunto in pensione a fine 2015) si trasferirà nel bilocale che già possiede in Riviera e che oggi utilizza solo durante le ferie estive. In tale occasione venderà a me l'appartamento che ora occupa in città (per me più comodo di quello che ora occupo) e solo dopo il mio trasloco metterò in vendita l'appartamento.

    2) A prescindere dalle considerazioni del punto precedente, non metterò comunque in vendita l'appartamento se non entrerò in possesso concreto di tutta la documentazione necessaria alla vendita.
     
  6. b.paola

    b.paola Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Stai tranquillo puoi fare tranquillamente la pratica necessaria che richiede poco tempo e denari,oltretutto questa è un'edificio fatto prima del 1975 quindi non avrai problemi.Segui il consiglio precedente e rivolgiti ad un buon geometra che ti faccia sia questo aggiornamento che la prestazione energetica .Ciao e fiducia
     
  7. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Non voglio essere presuntuoso ma chi ti ha scritto è un tecnico che penso sappia bene i termini tecnici, quindi qualora vorrai delle spiegazioni vedi se puoi o vuoi di descrivere quanto ti ho chiesto.
     
    A od1n0 e ingelman piace questo messaggio.
  8. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    SALVES ha fatto una domanda lecita e soprattutto pertinente
    già dalla visura si evince se catastalmente il terrazzo soprastante è stato menzionato e considerato
    lo si potrebbe evincere dal piano es : 5 e 6 e S1 (visto che c'è la cantina come pertinenza)
    oppure un eventuale graffatura di due subalterni es. foglio x p.lla y e sub v e z graffati .......
     
  9. Sandro48

    Sandro48 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In effetti ho scritto un'imprecisione e me ne scuso: non essendo un tecnico, mi sono basato sul "gergo" che ho sentito usare negli uffici del catasto. Sia gli impiegati, sia i tecnici, sia i comuni cittadini (con cui si chiacchiera in attesa del proprio turno) usano l'espressione "Mappa catastale" riferendosi al documento che ufficialmente è invece denominato "Planimetria dell'immobile".

    Grazie a questa segnalazione ho prestato maggiore attenzione alla Visura catastale. Su due righi successivi risultano separati l'appartamento (classe 1) e il box (classe 5) in base a una variazione in una data che non corrisponde né a quella del rogito né ad altre. Inoltre penso che la cantina sia "incorporata" nell'appartamento dato che risultano n. 8 vani. Credo che purtroppo dovrò chiedere ulteriori info in tal senso agli uffici del Catasto.

    Grazie comunque per le risposte.
     
  10. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Ok nella visura troverai scritto foglio ???? particella ???? sub ???? categoria ???? classe 1 consistenza ???? rendita ???? il rigo sotto trovi indirizzo via ???? n. ??? piano ??????? in quest'ultimo si evice se è stata considerata la terrazza come suggerito anche da ingelman, per maggiore sicurezza inoltre chiedi la planimetria corrispondente agli estremi catastali dell'appartamento.

    e' normale la data corrisponde solo a quando è stato censito l'immobile e/o sua variazione che non potra mai essere uguale alla data di un qualsiasi rogito ma può essere prima o dopo (anche con differenze di svariati anni).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina