Aperitivato

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Buonasera,
riesumo questa vecchia discussione perchè vorrei dirvi come è andata a finire.
Premetto che si è arrivati ad un accordo dal mediatore tra i venditori ed i pretendenti usucapione.
Alla fine, noi (come terzi portatori di interesse, ma non coinvolti in mediazione, siamo stati solo dall'avvocato dei venditori), abbiamo rinunciato a parte dei terreni chiedendo ai venditori una forma risarcitoria che non sto qui a raccontarvi. Accettato. E questione chiusa... Altrimenti non ne saremmo più usciti.

Giusto alcune considerazioni:
Nella nostra situazione, più che una usucapione, è stata una gran pagliacciata. I pretendenti usucapione avrebbero trovato un testimone (abitante della zona) che testimonia il loro diritto... Noi ne avevamo trovato un altro per i venditori che avrebbe affermato l'opposto, oltre a rilievi aerofotogrammetrici, scritture tra le parti, sentenze cassazione, ecc...
Uno dice "e allora perchè non sono andati avanti i venditori a far valere le loro difese?".
Le risposte sono: soldi per affrontare una causa della quale non avevano voglia, tempi e il nostro desistere, esausti.
Io mi chiedo per quale motivo nessuno propone l'abolizione di questo istituto?
E' un furto e basta. Io se non ho proprietà di un terreno, di una casa, ecc. non la uso. E non pretendo di diventarne proprietario senza comprarlo ed interpellare la volontà di chi lo possiede, di cedermelo.

Nel mio caso, quella dei pretendenti usucapione, non è stata una reale "cessione per usucapione". E' stata un'appropriazione a titolo gratuito. O furto registrato agli atti. Perchè han trovato uno sbollettato come me dall'altra parte, altrimenti per vie legali sarei andato avanti diversamente.

La mediazione non è avvenuta usucapione. Se si conclude con l'accordo voluto dal pretendente usucapione è un'appropriazione vergognosa di proprietà d'altri, a titolo gratuito.

Scusate lo sfogo.
Un saluto.
 
Ultima modifica:

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Ho messo il like non perché la vicenda si sia conclusa come speravi, ma per la gentilezza di averci scritto come è finita.
Purtroppo con testimoni falsi e proprietari non molto interessati a far valere le proprie ragioni, l’istituto dell’usucapione si presta a qualche scorrettezza 😕
 
Ultima modifica:

brina82

Membro Storico
Professionista
Nel mio caso, quella dei pretendenti usucapione, non è stata una reale "cessione per usucapione". E' stata un'appropriazione a titolo gratuito. O furto registrato agli atti. Perchè han trovato uno sbollettato come me dall'altra parte, altrimenti per vie legali sarei andato avanti diversamente.

La mediazione non è avvenuta usucapione. Se si conclude con l'accordo voluto dal pretendente usucapione è un'appropriazione vergognosa di proprietà d'altri, a titolo gratuito.

Scusate lo sfogo.
Un saluto.
Io al posto dei venditori avrei "lottato", anche per rispetto dei miei avi che mi hanno lasciato determinati beni, anche se mi rendo conto che è un "principio" a cui poche persone badano.
 

Albano50

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Non mi sento di criticare il postante per la sua scelta.
Sono cause che durano anni... hanno un costo non indifferente... e prima di intraprenderle bisogna ponderare bene costi e benefici mettendo pure nel conto che nessuno ti garantisce che alla fine ne esci vincitore.
 

Aperitivato

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Albano50, hai capito il senso. Noi abbiamo fatto una valutazione costi e benefici e alla fine ci siamo fatti andare bene una mediazione.
E aggiungo che purtroppo quando si compra casa o in generale una proprietà, molto spesso mille paranoie, mille correttezze, mille piedi "di piombo" non servono a nulla. Io mi son trovato con dei venditori che hanno agito in maniera discutibile e dei vicini, letteralmente arraffoni, che esattamente come è accaduto a noi, dimostrano che chiunque si può trovare nella medesima situazione, nonostante mille clausole pre-rogito o accortezze di buoni rapporti. Perchè, badate bene, tutti, ma proprio tutti possono arraffare legalmente. Specie con l'istituto dell'usucapione. (Divagando, basta vedere cosa succede agli occupanti abusivi, o agli inquilini che non pagano affitto e il cui sfratto è pressoché impossibile...).
Nel nostro caso è stato come assistere ad una partita a poker.
Dei confinanti che avanzano pretesa di usucapire...
Le carte dicono tutte che non c'è usucapione che regga...
I proprietari eredi che dicono "o accettiamo la mediazione pagando i danni ai nostri compratori (noi) o rischiamo di trovarci con una causa infinita ad esito incerto dove i danni che ci verrebbero chiesti sarebbero ben superiori"...
E noi che esausti, per le mille energie dedicate al cambio di vita, alla ristrutturazione, al fatto di non voler dover gestire magagne con avvocati (notare che una consulenza per chiarire la nostra posizione l'abbiamo dovuta pagare e non poco), col rischio di non poter fruire di quei terreni per anni (terreni che sarebbero divenuti della nostra azienda agricola), valutiamo che è meglio accontentare le parti in guerra e che infine i mezzi per lavorare i terreni pretesi, noi a differenza dei pretendenti, non li avremmo, decidiamo di accettare le mediazioni e reputarci accontentati anche noi.
Va bene, abbiamo accettato ed appunto, abbiamo navigato anche noi verso quella soluzione, però girano le balle signori.

Ripeto, mi sorprende che sia esistente in questo paese un mezzo così "furbo" previsto dalla legge come l'usucapione. Penso siamo l'unico paese ad averla. Un mezzo assolutamente anacronistico, scellerato ed assolutamente non correttamente utilizzato se il meccanismo è quello di evitare l'abbandono delle terre.
Vergognoso.
Un saluto
 

Albano50

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Ripeto, mi sorprende che sia esistente in questo paese un mezzo così "furbo" previsto dalla legge come l'usucapione.

@Aperitivato gli eredi per i motivi che tu hai scritto non hanno fatto opposizione alle pretese del vicino opponendosi... hanno accettato la mediazione.
I terreni non sono stati usucapiti in quanto non c'è la sentenza di un giudice in tal senso, ma venduti.
 

Aperitivato

Membro Ordinario
Privato Cittadino
@Aperitivato gli eredi per i motivi che tu hai scritto non hanno fatto opposizione alle pretese del vicino opponendosi... hanno accettato la mediazione.
I terreni non sono stati usucapiti in quanto non c'è la sentenza di un giudice in tal senso, ma venduti.
Esattamente mi sono male espresso per la fretta, ma intendevo quello... concludendo che la partita a poker poi si é conclusa non con l'usucapione, ma con la cessione a titolo gratuito...
Quindi uno millanta un presunto diritto... poi non ce l'ha, ma vince comunque la partita, barando.
 

Albano50

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Quindi uno millanta un presunto diritto... poi non ce l'ha, ma vince comunque la partita, barando.
Non ha vinto barando ma seguendo le regole...
Ha attivato la procedura per usucapire i terreni .. gli eredi in sede di mediazione, fase del procedimento che và fatta prima di andare dal giudice,
hanno accettato la mediazione... è probabile che se si fossero opposti, basandomi su quello che lei ha scritto, alla lunga l'avrebbero vinta ... probabilmente non se la sono sentiti di sobbarcarsi una causa lunga ... onerosa e sempre di esito incerto..
 

brina82

Membro Storico
Professionista
Esattamente mi sono male espresso per la fretta, ma intendevo quello... concludendo che la partita a poker poi si é conclusa non con l'usucapione, ma con la cessione a titolo gratuito...
Quindi uno millanta un presunto diritto... poi non ce l'ha, ma vince comunque la partita, barando.
Te la butto lì. Se adesso ti arrivasse una domanda giudiziale (con tutti gli scongiuri del caso) sulla tua casa perchè i vicini recriminano anche quella proprietà, lotteresti o cederesti?

Secondo me lotteresti con tutte le tue forze, perchè questa casa la stai pagando sacrifici.

Ecco, penso che a quegli eredi in fondo non gliene importasse più di tanto dei sacrifici dei loro nonni, io invece penso alle ore che passarono a zappare... con me i vicini non l'avrebbero spuntata, a costo di fare carte false anche io, come loro.
 

Aperitivato

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Te la butto lì. Se adesso ti arrivasse una domanda giudiziale (con tutti gli scongiuri del caso) sulla tua casa perchè i vicini recriminano anche quella proprietà, lotteresti o cederesti?

Secondo me lotteresti con tutte le tue forze, perchè questa casa la stai pagando sacrifici.

Ecco, penso che a quegli eredi in fondo non gliene importasse più di tanto dei sacrifici dei loro nonni, io invece penso alle ore che passarono a zappare... con me i vicini non l'avrebbero spuntata, a costo di fare carte false anche io, come loro.
Guarda, io la penso proprio così. Assolutamente a quelli non fregava niente. Anche perché il patrimonio che avevano lì lo hanno ignorato per anni.
Ma il punto non é questo.
E mi allaccio a quello che sostiene Albano50.
Il mio termine "barare" si connota nella metafora pokeristica.
So bene che i pretendenti sono arrivati a quello attraverso le regole.
Assurde, ma regole.
Ma badate bene che se vi foste trovati nella mia stessa situazione, non l'avreste vissuta diversamente dall'assistere in diretta ad un furto. A prescindere dalle regole, che sono il mezzo col quale si é verificato il tutto.
Ripeto é un poker, un azzardo. Ci provo... pretendo e porto a casa il bottino.
Noi ci avremmo smenato in entrambi i casi.
 
Ultima modifica:

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità
Alto