1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Ruggero78

    Ruggero78 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Dovrei acquistare una casa semindipendente da ristrutturare.

    Stabile di 3 piani. Al primo piano c'è l'appartamento di una signora, al secondo il mio potenziale appartamento, al terzo un locale lavanderia con un lastrico solare. Il mio appartamento ha un entrata indipendente con delle scale interne che vanno dal piano terra al primo piano (dove c'è realmente l'appartamento) per poi sfociare sul lastrico. Il lastrico è rogitato nell'atto di vendita quindi è di mia proprietà. Le scale sono private, non condominiali, quindi sarebbero mie.

    Arrivo alla questione: il lastrico è adiacente ad un tetto spiovente. Vorrei ampliare il lastrico facendolo diventare una terrazza accorciando il tetto spiovente da un lato. Secondo voi è fattibile?
    Il tetto spiovente poggia sul lastrico ed è costituito da travi di legno e tegole, a vostro avviso devo considerarlo ad uso comune visto che il tetto "protegge" anche l'inquilino del piano terra o dal momento che il lastrico è mio posso fare ciò che voglio?

    [​IMG]

    [​IMG]

    [​IMG]

    Nel caso avessi l'autorizzazione per poter procedere, avrei ipotizzato queste soluzioni:

    1) Levare una parte del tetto a spiovente per ricavare una metratura per il terrazzo.
    2) Levare totalmente il tetto a spiovente.
    3) Lasciare il tetto a spiovente e costruire una struttura rialzata, rimovibile di metallo e legno
    4) Demolire la stanza della lavanderia e sfruttare quella metratura per farci il terrazzo lasciando il tetto a spiovente così com'è.

    Quale la migliore secondo voi da un punto di vista economico?

    Grazie a tutti in anticipo.
     
  2. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Il lato economico, secondo me, è strettamente legato sia allo stato di fatto che al risultato da ottenere;
    da quelle immagini (piccolissime) si direbbe che il tetto ha bisogno di una bella sistemazione, l'acqua piovana dove defluisce? direttamente sul terrazzo?

    vuoi fare questi lavori per goderti un terrazzo più grande?
    Ma sotto quel tetto, cosa c'è?
     
  3. Ruggero78

    Ruggero78 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Si vorrei fare i lavori per gordermi un terrazzo vivibile
    Sotto il tetto c'è aria; una struttura in travi di legno che sorregge le tegole.
    L'acqua piovana defluisce in parte sopra il lastrico (il lato che vedi nella foto) in parte dentro una grondaia (dall'altro lato del tetto spiovente).
     
  4. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La tua discussione ha a mio parere due filoni : un giuridico ed uno urbanistico.
    Non considero gli aspetti tecnici che sono sempre risolvibili nè gli aspetti economici perchè non ha, a mio parere, senso scegliere una soluzione "brutta" solo perchè costa meno.
    Demolire la lavanderia, sarebbe un delitto perchè è utilissima per la vivibilità del terrazzo, trasformata in cucinotto e come ripostiglio invernale per gli arredi del terrazzo.
    La soluzione ottimale per me è la 2, da riduure alla 1 per mancanza di danaro.
    Perchè lasciare una parte di tetto ?

    Sarei curioso di capire perchè fu realizzato questo strano tetto con lastrico solare.
     
  5. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Hai avuto modo di vedere la planimetria catstale del lastrico e dell'appartamento?
    Puoi descrivere la situazione?
    Ciao salves
     
  6. Ruggero78

    Ruggero78 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    La planimetria mi verrà consegnata la prox settimana, vedremo se il tetto è nell'atto di vendita del mio appartamento o se si considera parte in comune...(mi sa la seconda che ho detto...)
     
  7. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    :disappunto:
    Posti un quesito senza sapere a cosa ti riferisci ?
    Avevi detto che era rogitato nell'atto di provenienza, ed ora hai dubbi anzi pensi l'opposto.

    Indipendentemente dalle planimetrie catastali più o meno giuste : chi può accedere a questo lastrico solare ? solo il tuo alloggio con la scala privata ?

    Contano gli atti notarili e non le fantasie.
     
  8. Ruggero78

    Ruggero78 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    All'altro condomino è concesso l'accesso al lastrico (dalle mie scale) solo per poter posizionare al meglio l'antenna televisiva. Però il lastrico da atto notarile è mio!
     
  9. Ruggero78

    Ruggero78 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    No, il lastrico è mio, i dubbi sono relativi al tetto a spiovente.
     
  10. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Per il tetto in tegole vale lo stesso principio del lastrico solare.
    Come funzione di copertura sono condominiali e vanno "manetunzionati" da tutti i condomini in base al Codice Civile.
    A pio pare tu puoi demolire il tetto e costruire a tue spese un lastrico solare a regola d'arte.
    Ritengo che tale tetto ( di strana sagoma) sia già il frutto di un rimaneggiamto precedente.
    Il condomino del pianterreno non dovrebbe obiettare nulla, in quanto ne avrebbe neficio nella divisione delle spese di manutenzione che passerebbero da tetto a lastrico solare.
    Non credo siamo in caso di decoro architettonico mutato.
     
  11. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    In ogni caso per intraprendere i lavori di cui si ha l'idea di fare oltre ad essere autorizzato dal condominio a seconda della titolarità della superficie o no, occorre procedere all'acquisizione del permesso di costriure cosi come previsto dal l'art 10 comma 1 let c del d.p.r. 380/01, sia per la modifica dell prospetto che da tetto parzialmente a lastrico e falda diventerebbe solo lastrico o comunque con ancora maggiore parte a lastrico e altro a tetto con falda ma anche per il cambio d'uso di parte di esso da tetto a lastrico solare.

    Quest'ultimo, il cambio d'uso, a seconda dell'amministrazione regionale può essere stabilito da leggi dell'ente, cosi come prevede l'art. 10 comma 2 del d.p.r. 380/01.

    Per quanto riguarda il decoro architetonco occorre verificare nei luoghi se l'esistenza del tetto è da considerare come manufatto armonico con l'interezza dell'edificiotale da essere importante la sua esistenza o meno.
    Tale giudizio può darlo un parere tecnico giuridico, quindi tralascerei questo aspetto vista la non conoscenza specifica dei luoghi.

    Ciao salves
     
  12. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non ti scoraggiare Ruggero78. Al di là dell'apparenza, sono trasformazioni che vengono fatte abitualmente in toto od in parte.
    Dalle foto non mi sembra ci possano essere problematiche non segnalateti.
     
  13. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Non devi neanche buttarti allo sbaraglio non sapendo cosa devi intraprendere per realizzare le tue idee senza avere brutte sorprese, che fanno bruciare euri.
     
  14. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non devi rinuciare all'acquisto solo per ipotesi.
    Io e Salves abbiamo due diverse formazioni professionali.
     
  15. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Per un intervento del genere hai bisogno di: soldi, pazienza, un bravo progettista, tempo.
    Senz'altro correrà il permesso degli altri inquilini.
    Prima di tutto è da capire se in quella zona c'è l'obbligo di falda e cioè se è obbligatorio il tetto spiovente;
    poi una trasformazione del genere può richiedere un adeguamento strutturale dell'edificio, dato che un tetto piano spinge maniera completamente diversa da uno a falda e inoltre è più pesante.
    Lo stesso permesso di costruire potrebbe prevedere un adeguamento antisismico.
    Al momento di smontare il tetto, poi, servirà spazio quindi si occuperà un giardino -se c'è- o il marciapiede o la sede stradale con la conseguente deviazione del traffico.
    Diciamo che fra progettazioni, burocrazie e genio civile ti servirà almeno un anno per ottenere tutti i permessi.
    Quindi, oltre al tempo e alla pazienza, se il gioco vale la candela, mi sembra evidente che ti serve un bravo progettista per avere, alla fine, qualcosa di meglio di un semplice tetto piatto.
     
  16. Ruggero78

    Ruggero78 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Purtroppo ho scoperto un'altra cosa: la casa è costruita in tufo.
    Il tufo può causare il cancro. Ora mi fermo a documentarmi, magari dovrei aprire un altro post relativo a questo materiale ed al gas radon.Per ora la trattativa s'interrompe.
     
  17. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Quasi tutte le case del meridione sono in tufo e non li sembra che la percentuale di cancro al sud sia più alta che nel resto di Italia.
    Potresti somprarti un Camper od una roulotte, con tetto piatto a mò di lastirco solare :^^:.
     
    A Luigi PROIETTI piace questo elemento.
  18. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Ben detto così come anche quasi tutte quelle realizzate negli anni 60 all'80 dei centri satelliti delle grosse città del nord (cosidette metropoli)
     
    A H&F piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina