1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    La situazione è questa.
    Negli anni 50 muore una signora lasciando 5 figli e un patrimonio formato da una casa e da un pezzo di terra.
    Subito viene fatta la successione e la casa va ai figli e al marito. Il pezzo di terra non va in successione non si sa il perchè,probabilmente perchè non c'erano le carte o se c'erano nessuno le ha mai cercate. Muore il marito e i figli fanno la voltura della successione. Il pezzo di terra rimane sempre lì. Negli anni 80 uno dei figli costruisce una casa sul terreno e da quel momento ci vive, possedendola pubblicamente e pacificamente.
    Uno dei figli muore e i fratelli accettano la sua eredità con beneficio d'inventario. Eredità che consiste nel quota relativa a un quinto della casa ereditata.
    Siamo nel 2013 e i fratelli superstiti iniziano a dire di avere diritti sulla casa che ha costruito il fratello sul terreno (materno?). Il fratello dice di avere l'usucapione anche se non accertata giudizialmente, difatti ha anche fatto atto di donazione della suddetta casa costruita, alla moglie.
    Vi chiedo... hanno veramente diritti ereditari?? Possono fare qualcosa?) Se non loro, i loro figli o nipoti un domani dato che il diritto di ereditare passa da genitore a figlio?
     
  2. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non ne sono certo, ma l'usucapione ha effetto solo se fatta valere in giudizio. Non e' "tacita", c'e' bisogno della sentenza di un tribunale.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  3. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Siete sicuri?
    A me avevano spiegato che l'usucapione è una situazione di fatto che si verifica per il solo fatto del decorso del tempo previsto dalla legge e alla presenza di alcuni requisiti. La sentenza che l'accerta infatti non è costitutiva ma solo dichiarativa. Difatti anche il notaio dove è stato fatto l'atto di trasferimento ha rogato in quanto l'usucapione si era senz'altro verificata.
    Attendo, con ansia, altre risposte!!:confuso:
     
    A H&F piace questo elemento.
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    senz'altro verificata non vuol dire verificata, se non c'è stato sentenza di diritto di usucapione devi iniziare la pratica con un tecnico competente, il più presto possibile, eventuali pretendenti dovranno produrre prove di controindicazioni alle tue richieste di usucapire un immobile ciao
     
  5. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Mi hanno riferito che iniziare una tale pratica è molto dispendioso. Io farei così...qualora qualcuno avanzasse prove contrarie (che comunque non ci sono) e dunque inizierebbe un giudizio contro di me io agirei in risposta. Ci sta?
     
  6. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Tornando alla questione, la casa penso sia stata accatastata, no? Quindi gode di un atto pubblico con cui si attesta la proprieta' di fabbricato e terreno. In tal caso l'usucapione e' addirittura abbreviata a 10 anni. E' sempre pero' meglio ottenere la sentenza del tribunale in modo da poter vendere a terzi senza problemi:

    http://www.dangeloarciprete.it/page1/page6/page6.html
     
  7. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Certamente, la casa è accatastata dal lontano 1980.
    Poichè vendere non mi interessa non mi preme chiedere l'accertamento del giudice, perchè come detto sopra, ci vogliono tanti soldi!!
    Allora che ne dite...la situazione è tranquilla?
     
  8. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Quanto costa la tua tranquillita'...?
    Solo tu puoi saperlo...
    Spendere e dormire tranquillo con una sentenza in giudicato o aspettare in eterno che qualcuno si faccia avanti a imbastire una causa... cosi' di giudizi ne paghi 2... ma anche la possibilita' che nessuno si faccia avanti...boh..vedi tu...
     
  9. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Hai informazioni certe sul costo della causa e della registrazione della sentenza ?
     
  10. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    mi ero rivolto a un avvocato e mi ha parlato di tanti tanti soldi...
    mi ha anche spiegato che se qualcuno si fa avanti lo fa facendomi causa, ed io in quel momento potrei chiedere l'accertamento, dunque 1 sola causa.
     
  11. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Hai già un parere di un avvocato. O ti fidi o lo molli.
     
  12. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Più pareri sono sempre meglio di uno solo!
     
  13. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Quanto consigliato dall' avvocato in effetti è giusto . Così come quanto ti hanno detto sull usucapione.La sentenza è uns sentenza di accertamento e non costitutiva del diritto che se acquisisce, in base slla disviplina codicistica, attraverso il possesso continuato e non clandestino per 20 anni o 10 a seconda dei casi.In caso di vendita la sentenza è si può dire d obbligo ma non siamo in tale caso.Inoltre si apre un contraddittorio tra le parti.Aspetta le mosse dei fratelli come ha detto l avvoato.Dubito agiranno.
     
    A H&F piace questo elemento.
  14. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Scusate gli errori di battitura...
     
  15. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie Luna, sei stata molto esaustiva. Ho un ultima domanda, sempre correlata a questa questione. Il figlio donatario ha effettuato lavori di ristrutturazione su questa casa, è in possesso della dia e di qualche fattura piccola, ma non di tutte le fatture per coprire l'intero importo speso. (su circa 20.000 ha fatture per 10.000).
    In caso di contenzioso, oltre al padre che proverà l'avvenuta usucapione, il figlio può eccepire i lavori effettuati, semplicemente mostrando la dia e le fatture in suo possesso? Può dichiarare di aver fatto lavori per 20.000 pur non possedendo tutte le fatture? In sede civile, basterebbe anche solo una dichiarazione a mò di fattura... tipo io ricevo dal signor la somma di euro.. a titolo di acconto per i lavori effettuati? sempre sotto ai 1000 euro ovvio... grazie anticipatamente:) luna e tutti voi
     
  16. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Per me, contano i pagamenti fatturati: in quanto il giudice, che rappresenta lo Stato, non può avallare l'evasione fisale relativa a pagamenti "brevi.manu".
     
    A Luna_ piace questo elemento.
  17. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    e la dia può servire a provare che sono stati effettuati dei lavori?
     
  18. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    non cambia molto da quanto di hf non solo dal punto di vista fiscale, ma anche da quello giuridico. Infatti il fatto che hai le fatture x X importo fa capire che hai effettuato i lavori. Hai una prova. X il resto non ne hai. Non c entra la dichiarazione oltre o minore dei 999.99euro. Quello vale ai fini della tracciabilita dei pagamenti.Sì fattura anche 1euro come ben sai.e andresti a mettere nei pasticci anche l imprenditore x evasione fiscale. Dovresti fare emettere fattura naturalmente con la data odiern, retrodatata è impossibile.
     
    A H&F piace questo elemento.
  19. chiedoinformazioni

    chiedoinformazioni Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    e allora mi viene da rigirare la domanda.... se mai il donate venisse convenuto in giudizio e dovrebbe provare l'avvenuta usucapione, il donatario potrebbe intervenire anch'esso, provando che in qualità di proprietario ha effettuato dei lavori, e potrebbe chiamare a testimoniare l'imprenditore che li ha effettuati. costui in qualità di testimone dovrebbe giurare il vero, e considerando che qualche fattura c'è, non sarebbe un problema vero?
     
  20. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    La prova dell usucapione avviene in contraddittorio, e non vi sono limitazioni alla prova per testimoni. Quindi chiunque può testimoniare.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina