1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Valutatori immobiliari in cerca di una certificazione. Senza un registro nazionale né uno specifico percorso formativo, per gli esperti di estimo diventa sempre più importante acquisire un attestato che riconosca professionalità ed esperienza. Per garantire i finanziamenti delle banche e le operazioni più complesse, in capo a fondi immobiliari o banche d'affari.Sulla carta non ci sono barriere per intraprendere la professione di valutatore. Tuttavia a fare questo lavoro sono sopratutto gli iscritti agli albi professionali che prevedono la valutazione immobiliare nel proprio ordinamento (sette in tutto): geometri in testa, ma anche altre categorie come commercialisti, avvocati, agenti immobiliari. Lo stesso vale per la formazione: gli organismi che propongono corsi per valutatori sono molti e vari: si passa dalle università (come i master della Bocconi o della Saa di Torino), alle camere di commercio (Ifoa); dagli ordini professionali (Geoval per i geometri) al mondo bancario (AbiFormazione).«A valere sul mercato sono competenza, capacità ed esperienza, la sola qualifica professionale non basta». A dirlo è Luke Brucato, manager di Crif certification services (Ccs), la società che nel 2008 ha introdotto in Italia la certificazione per i valutatori immobiliari secondo la norma Iso 17024 (che fissa i requisiti per gli organismi che certificano il personale). «Sono oltre 500mila le persone qualificate a valutare immobili in Italia, magari senza aver mai seguito un corso di estimo – dice Brucato –. Il certificato Ccs, che prevede il superamento di un esame, è invece garanzia di qualità». Ad oggi, sono circa 300 i tecnici ad aver scelto questo percorso, mentre la certificazione accreditata Iso 17024 è stata inserita nelle "linee guida" Abi per la valutazione come requisito sufficiente a garantire capacità ed esperienza dei periti. Un accordo di metà febbraio ha inoltre sancito il mutuo riconoscimento tra i corsi di AbiFormazione e la certificazione Crif.A muoversi per la diffusione di un bollino di qualità è anche l'Isivi, l'istituto italiano di valutazione immobiliare che fa parte del Tegova, associazione che raccoglie 45 sigle europee del settore. «Chi vuole un attestato di eccellenza – spiega Antonio Campagnoli dell'Isivi – può richiedere il Rev, designazione rilasciata dal Tegova in base a standard comunitari e valida in tutti i Paesi Ue». L'attestato di recognized european valuer si ottiene presentando all'Isivi (con adesione all'associazione) i documenti che dimostrino il possesso di requisiti di esperienza pluriennale che variano (sia negli anni che nel numero di estimi effettuati) in base al titolo universitario/post-laura del perito (dieci anni per i non laureati).Nonostante i passi in avanti verso la qualificazione dei valutatori «restano irrisolti i problemi del settore», dice Sandro Ghirardini, segretario generale di E-valuation, associazione dei valutatori immobiliari indipendenti. «Non c'è un censimento di chi svolge questa attività e non esistono punti di riferimento, ma solo best practice. Servirebbe più trasparenza». Anche E-valuation, intanto, ha creato il proprio bollino di qualità: chi frequenta uno dei corsi di formazione accreditati dall'associazione può sostenere un prova d'esame interna e avere la qualifica di "socio valutatore".[/FONT][/FONT]:fiore:GLI ATTESTATI IN CIRCOLAZIONE I requisiti Crif certification services Rilasciata da Crif in base alla norma Iso 17024: iscrizione da almeno 3 anni a un albo professionale il cui ordinamento consente l'attività di valutazione; almeno 10 rapporti di valutazione di immobili residenziali negli ultimi 12 mesi; polizza Rc; superamento di una prova d'esameRecognized european valuer Rilasciata dal Tegova in base a standard comunitati (Evs): iscrizione a Isivi; esperienza pluriennale nel real estate che varia (in termini di anni ed estimi effettuati) in base al titolo universitario o post laurea posseduto (10 anni per i periti senza laurea); polizza Rc©RIPRODUZIONE RISERVATA:fico::fico::fico:Valutatori in cerca di un bollino qualità

     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina