1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Viruss

    Viruss Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve
    Avrei una domanda da sottoporre.
    Devo vendere la mia casa al costo di 250mila euro per estinguere un mutuo di 90mila e con la differenza acquistare un appartamento (che sarà sempre prima casa).
    Dovrò pagare le tasse sul reddito della vendita sui 250mila ma potrò scaricare l'acquisto della nuova casa? Oppure dovro pagare il 20% della vendita senza la possibilità di scaricare nulla dall'acquisto della nuova?
    Grazie
     
  2. Ciao Viruss, - se hai abitato ( con trasferimento di residenza) nella casa che intendi vendere per più del 50% + 1 giorno del periodo di possesso - non paghi l'imposta del 20% sulla plusvalenza.
    - se non hai abitato per il periodo che ti ho detto, dovrai pagare sulla diffferenza di valore tra acquisto e vendita, l'imposta del 20% - se all'atto della vendita dichiari che intendi acquistare un nuovo alloggio (sempre come prima casa), dovrai farlo entro 12 mesi ed in questo caso avrai un credito d'imposta ( recupero di quanto pagato per il 1° acquisto), che potrai recuperare in due modi:
    1) o detraendolo dalle imposte del 2° acquisto, perdendo, l'eventuale credito non utilizzato - mi spiego meglio: per il 1° acquisto hai sostenuto spese d'imposta per € 6.000 - per il 2° invece dovrai pagare € 4000 , la differenza di € 2000 la perdi
    2) o decidendo di portarlo in detrazione totalmente sulla prossima denuncia dei redditi.
    Le due cose non sono cumulative.
    Ciao
     
  3. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Fermo restando quando ora Tafuratoti, nei casi normali se hai abitato la casa da quando l'hai acquistata o giu di li, non devi pagare assolutamente nulla, anzi recupererai l'imposta che hai versato nell'acquisto della casa che ora rivendi. Per tanto l'unica spesa sara' quella ovviamente del Notaio che comunque dovrai sostenere nell'acquisto della nuova,
    Per quanto riguarda il recupèero eccedente vale quanto ti ha detto la ESPERTISSIMA Tafuro, ma se non hai soldi ora per pagare tassa di registro per richiedere il rimborso di detta tassa, lascia perdere recupera subito cio' che puoi domani ssara' un altro giorno.
    Auguri
    Cordialmente
    Noel
     
  4. giuliofimaa

    giuliofimaa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Le due risposte sono assolutamente complete ed esatte, complimenti a tutti e due per la precisione. Solo un dettaglio: nessuna tassazione di plusvalenza è dovuta se tra l'atto notarile d'acquisto e quello di vendita sono trascorsi più di cinque anni.
    Inoltre non è necessario aver trasferito la residenza nell'immobile in questione. Se fossero trascorsi meno di cinque anni dalla data d'acquisto basta che il bene (e relativi accessori) siano stati utilizzati come dimora principale.
     
  5. Giusta precisazione, giuliofimaa :applauso: :applauso: :applauso:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina