1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rossana2

    rossana2 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera,
    ringrazio anticipatamente chi vorra' aiutarmi e delucidarmi: vendo il mio appartamento di provenienza 50% eredita' del miei genitori e 50% donazione di mio fratellastro. Ho gia' ricevuto la proposta, regolarmente registrata dall'agenzia per la parte acquirente e gia' incassato un acconto di € 30.000. La banca che il compratore ha scelto per il mutuo chiede che mio fratello firmi una fidejussione a garanzia che non reclamera' la sua parte gia' donata nel 1995...siamo andati in questa banca e gli hanno chiesto le buste paga, mi domando il motivo. Purtroppo i rapporti con mio fratello si sono deterioati in questi ultimi anni, ma al di la' di questo, non voglio che lui firmi qualcosa di poco chiaro: quali sono le conseguenze a cui va in contro mio fratello? Tale banca sostiene che si tratta di un atto che verrebbe impugnato solo nel caso lui reclamasse la parte di casa donata(cosa che non e' sua intenzione fare) ma non sono convinta!Potete per favore spiegarmi meglio?In piu' ci si e' messo anche il notaio prescelto dai compratori che li vuole vedere domani per esporre loro tutti i "rischi" della donazione. Preciso che la donazione e' stata fatta nel 1995, e mio fratello risulta essere solo senza moglie, figli o parenti in linea ascendente.Mi sorge la domanda:potrebbreo le persone cambiare idea e non voler piu' l'appartamento, pur avendo versato caparra e firmato preliminare di acquisto?E' mio diritto eventualmente trattenere la caparra versata?
    Grazie
    Rossana
     
    A Conproprietaria piace questo elemento.
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, La pretesa della fidejussione in banca è giusta ed usata in questi casi, tuo fratello non avrà mai niente da temere a meno che non cambi idea e reclami diritti sulla donazione, purtroppo non c'è altra possibilità tranne la retrocessione della donazione e conseguente vendita a te , o attendere 20 anni dalla donazione ( 1995 - 2015 ) o 10 dalla morte del donatore ( questo dice la legge), il notaio ha il dovere di avvisare i compratori degli ipotetici rischi hai quali vanno incontro ,diritti accampati sulla donazione da futuri eredi, ( eredi che possono essere anche un figlio che tuo fratello riconoscerà un domani , ma è solo un esempio ) diritti che si prescriveranno appunto tra 20 oppure 10 anni. Fabrizio
     
  3. rossana2

    rossana2 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie,
    e per quanto riguarda la mia seconda richiesta? Le persone possono cambiare idea? E' mio diritto eventuale trattenere la caparra?
    Grazie
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In questo caso, secondo me, l'esistenza di una donazione a monte potrebbe giustificare un recesso.

    Silvana
     
  5. rossana2

    rossana2 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    anche se sul contratto preliminare firmato dalle persone e' specificata la provenienza dell'immobile per iscritto e le persone ne erano state informate anche verbalmente prima di firmare?
     
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In questo caso, c'è da discutere un bel pò.
     
    A studiopci piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina