1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. kritikos

    kritikos Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti. A fine 2011 ho acquistato da una cooperativa un appartamento in edilizia convenzionata a Crespellano: per 5 anni non posso vendere e per 20 anni il prezzo è stabilito dal Comune. Vorrei vendere e chiedo se c'è qualche possibilità di vendere prima dei 5 anni, se allo scadere dei 5 anni posso vendere a chiunque tramite agenzia al prezzo imposto dal Comune: ho pagato 310k, quanto mi posso aspettare coem prezzo imposto dopo 5 anni? Grazie
     
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Dovrebbero esistere delle deroghe, per esempio se ti trasferisci per lavoro.
     
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Leggi la convenzione, lì troverai i requisiti che dovranno avere gli acquirenti.
    Come dice top, potresti vendere prima dei cinque anni per motivi di lavoro o se dimostri che la famiglia si è allargata e di fatto è diventata piccola per ospitare il nuovo nucleo familiare. Queste risposte comunque le trovi anche nella convenzione che ti invito a leggere bene. Non sono tutte uguali.
     
    A topcasa piace questo elemento.
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    La possibilità di vendere prima dei 5 anni non ce l'hai perchè hai usufruito dei benefici fiscali prima casa e se non reinvesti entro un anno, perdi tutti i benefici di cui hai usufruiti e pagherai sanzioni e interessi (e qui la cooperativa non c'entra).

    Dopo i 5 anni potrai vendere a chiunque, solo se nella convenzione non ci sono requisiti particolari da rispettare: altrimenti potrai vendere solo a persone in possesso dei requisiti richiesti e al prezzo imposto dal Comune.



    Dipende se il criterio di aggiornamento dettato dalla Convenzione è basato sul costo di costruzione dell'immobile o sull'ISTAT dei prezzi al consumo e, in quasi tutti i casi, al 5° anno scatta un deprezzamento o dell'1% all'anno o del 5% dal 5à al 10° anno.

    Tutte cose che deriverai, come ti hanno già detto, dalla lettura della Convenzione.
     
  5. ToscaniCasa

    ToscaniCasa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per esperienza prima dei 5 anni puoi vendere solo per gravi motivi (dovrai fare una domanda al comune indicando quali sono i gravi motivi per cui DEVI vendere). Superato questo scoglio potrai vendere. Tieni presente che finchè il prezzo lo fa il comune sicuramente anche i requisiti richiesti a chi comprerà saranno gli stessi che furono richiesti a te... passati i 20 anni bisogna che ti leggi la convenzione... purtroppo (o per fortuna) le convenzioni sono atti con clausole di volta in volta concordate tra coop e comuni, quindi oltre ad una linea guida non sono tutte uguali. Io ne ho viste alcune che prevedevano la vendita a libero mercato dopo soli 10 anni pagando la differenza del valore del terreno (tra quello al momento della convenzione e l'attuale) altre dove invece il comune non svincola mai dal prezzo politico, ma solo dai requisiti richiesti ai futuri acquirenti (cittadinanza, prima casa, reddito ecc) ed altre ancora dove per vendere a libero mercato bastava che scadessero i 20anni dalla fine lavori oppure dopo 10 anni se si pagava al comune la differenza tra oneri agevolati (pagati a suo tempo dalla coop) e gli oneri del momento.... Insomma si può trovare un po' di tutto, l'unica risposta esaustiva te la può dare una lettura attenta della convenzione urbanistica.
     
  6. kritikos

    kritikos Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ringrazio tutti per le risposte. La convenzione prevede la rivalutazione del prezzo sull'ISTAT dei prezzi al consumo; la convenzione inoltre prevede la vendita in piena proprietà; la durata è di 20 anni, con il "divieto di vendita o affitto per 5 anni a meno che non sussistano gravi e sopravvenuti motivi". Ora io venderei l'appartamento per comprare una villetta più grande, sempre prima casa, sempre nello stesso Comune (quindi non mi trasferisco per lavoro, e neanche aumenta la famiglia, però adesso potremmo acquistare una casa con 4 camere da letto visto che ho 3 figli, mentre in questo appartamento ne ho solo 3). Ad un certo punto però dice che "gli assegnatari e gli acquirenti degli alloggi devono essere in possesso dei requisiti previsti dalla normativa in materia di edilizia agevolata in base a quanto stabilito dalla legge 179". Cosa prevede questa legge?
     
  7. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    A parte quello che prevede la legge, cosa che puoi trovare in un motoe di ricerca, il tuo motivo non mi sembra rientrare in quelli della convenzione che indichi.
     
  8. kritikos

    kritikos Membro Junior

    Privato Cittadino
    vorei anche sapere cortesemente se i 5 anni decorrono dalla data della consegna dell'alloggio e dal rogito (nel mio caso ci sono 6 mesi di differenza). Grazie[DOUBLEPOST=1369127344,1369127119][/DOUBLEPOST]Quando ho comprato dalla cooperativa l'unico vincolo che dovevamo avere era risiedere nel Comune e non avere altre proprietà; quindi immaginavo i vincoli fosero gli stessi anche per gli acquirenti futuri. Leggendo sul web la legge 179 però mi sembra richieda anche di vincoli di reddito, mi sbaglio? Grazie
     
  9. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    c'erano anche prima i vincoli di reddito
     
  10. ToscaniCasa

    ToscaniCasa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per esperienza le cooperative quando ti "vendono la casa" ti spiegano meno della metà di quelli che sono gli obblighi ed i vincoli, sennò in pochi comprerebbero....

    I vincoli che di sicuro ci sono, e sono ben chiariti in tutte le convenzioni sono:
    reddito, cittadinanza, prima casa, residenza o lavoro nel comune, non aver usufruito prima di altre assegnazioni agevolate...

    Quindi ad esempio la villetta che comprerai non potrà essere in edilizia agevolata...
    comunque per poter essere un grave motivo il volere una villetta più grande può essere solo che la tua famiglia sia aumentata di un numero tale che l'appartamento ora risulta inadeguato al nucleo familiare... In un anno credo sia un po' difficile... oppure hai avuto un parto plurigemellare importante...
    Normalmente gli anni partono dalla fine lavori/ottenimento dell'agibilità non dall'assegnazione (ma per essere sicuro devi comunque legere la convenzione).
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :ok:
     
  12. kritikos

    kritikos Membro Junior

    Privato Cittadino
    Sono andata a scaricare i redditi dal sito della regione ed io non rientravo in quei redditi; quindi la cooperativa non poteva vendermi la casa, e il notaio rogitarla? Garantisco che in nessuna parte del rogito o in altra sede nessuno mi ha chiesto il reddito, se così fosse stato me ne sarei accorta prima. Come dovrei comportarmi adesso? Per vs esperienza questi limiti di reddito si traducono in maggiori difficoltà nel vendere? Grazie
     
  13. ToscaniCasa

    ToscaniCasa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sicura?
    Perchè vado a memoria, ma più o meno si parla di redditi attorno ai € 40/50.000 annui per nucleo familiare (inoltre in caso si tratti di dipendenti il reddito deve essere abbattuto del 40% prima di guardare se rientra nei limiti) in pratica parliamo di quasi € 80.000 che non sono proprio pochi....
     
  14. kritikos

    kritikos Membro Junior

    Privato Cittadino
    Il "programma 3000 case per l'affitto e la prima casa di proprietà" prevede limite di reddito 43202,00; dove sta scritto che va abbattuto del 40%? Ci sono dei limiti ise/isee ma per le locazioni , non per la proprietà. Siamo entrambi dipendenti e il ns reddito complessivo è sui 72k. Sei sicuro di quella cosa del 40%? Grazie
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il requisito del reddito non è presente in tutte le convenzioni, anche se presenti nella legge 179.

    Il requisito del reddito è presente quando ci sono mutui agevolati e finanziamenti regionali a fondo perduto, non nel caso di assegnazioni normali.
     
  16. kritikos

    kritikos Membro Junior

    Privato Cittadino
    Quindi, visto che io non ho ricevuto un finanziamento a fondo perduto, non ho mutui, il mio acquirente potrà avere un reddito qualsiasi?
     
  17. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  18. kritikos

    kritikos Membro Junior

    Privato Cittadino
    quindi, anche se nella convenzione è riportato che "gli assegnatari e gli acquirenti degli alloggi devono essere in possesso dei requisiti previsti dalla normativa in materia di edilizia agevolata in base a quanto stabilito dalla legge 179", il requisito di reddito non si applica?
     
  19. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  20. kritikos

    kritikos Membro Junior

    Privato Cittadino
    molto gentili tutti quanti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina