1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. linuxdamiano

    linuxdamiano Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buona sera mi chiamo Damiano e sono un agente immobiliare della prov. di Salerno.

    Mi sto occupando della vendita di una villetta ( che ha subito un regolare ampliamento e ristrutturazione) , venduta dal nipote dei "de cuius" a terze Parti.. attualmente i miei Venditori.
    Ho i clienti che comprerebbero la villetta... ma mancano 2 anni circa ai 10 anni in cui è possibile
    fare un azione di riduzione di eredità.

    I figli del "de cuius" sono3 e sembra che 2 sono disposti a fare la rinuncia alla riduzione in cambio di poche migliaia di euro... ma uno ha pretese assurde..

    qual'è la strada migliore da percorrere per concludere l'affare se i legittimari non fossero disposti a firmare ??
    Esiste una polizza o un contratto di vendita che tuteli la parte.. acquirente e la parte venditrice ?

    Grazie
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Scusa, la provenienza è un testamento o una donazione ?

    Se no, non capisco...
     
  3. giovanniEDC

    giovanniEDC Membro Junior

    Agente Immobiliare
    dice che è un testamento. probabilmente, ledendo la legittima, è impugnabile.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  4. linuxdamiano

    linuxdamiano Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    testamento testamento del 1997 "pubblicato " nel 2009 data della morte del defunto
     
  5. giovanniEDC

    giovanniEDC Membro Junior

    Agente Immobiliare
    domanda:
    sono passati 7 anni.. nel frattempo che hanno fatto i 3 figli del de cuius? hanno chiesto la riduzione? non stanno facendo nulla? hanno preso accordi col nipote per vendere ad avere la loro parte minacciando, in caso contrario, la riduzione?
    perchè tra 3 anni il loro diritto si prescrive...
    indipendentemente, è piuttosto difficile vendere con questa spada di damocle.
     
  6. linuxdamiano

    linuxdamiano Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    fino al momento prima che lo sapessero... NIENTE..ora qualcuno fa la voce grossa... ha grosse pretese..

    come posso superare questo ostacolo ? esistono polizze ?
     
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    stanno aspettando alla finestra. Lui ora è venuto allo scoperto. quell'uno non gli permette di vendere in serenità.
     
  8. giovanniEDC

    giovanniEDC Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Eh si, immagino.
    non esistono polizze. può solo garantire tutta la somma con una fidejussione personale o bancaria. ma resta comunque un problema per chi compra...
    secondo me l'unica è stare imboscati altri 3 anni
     
    A Bagudi e Rosa1968 piace questo messaggio.
  9. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Nel testamento il de cuius ha lasciato la villetta al nipote? Oppure tutta una quota? Importante capirlo, per comprendere se il nipote è un erede oppure un legatario (la disciplina nel caso di azioni di riduzione è leggermente diversa).
    Mi sembra strano che il Notaio abbia rogitato senza mettere seriamente in guardia gli attuali proprietari.... forse ci sono alcuni elementi che non conosciamo.
    Hai fatto le visure ipotecarie (non solo a nome degli attuali proprietari ma anche del nipote)? Ti hanno consegnato copia del testamento?
     
    A Luna_ piace questo elemento.
  10. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    infatti....gia ad occhio e croce si capisce ,dalla lettura, se vi sia lesione o meno.
    Di sicuro vai cauto se già ci sono "musi lunghi".
     
  11. DjMelody

    DjMelody Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, scusate riprendo questo post perché mi trovo nella stessa situazione, al contrario.. Ovvero sto vendendo casa ereditata da mamma (3 anni fa) tramite testamento pubblico redatto da notaio in cui lascia casa a me figlia con un legato del 50% del ricavo della casa da dare a mio fratello alla vendita, con esclusione del coniuge legalmente separato da oltre 25 anni per motivi di disinteressamento totale da sempre. Io non so nemmeno dove sia il diseredato, quindi se firmo una proposta e successivamente il notaio (o la banca a cui l'acquirente chiede mutuo) bloccano tutto chiedendomi una delibera da parte sua, cosa succede se non posso fornirgliela? Divento inadempiente? Come posso fare per ovviare al problema?
    Grazie
     
  12. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    il coniuge è un potenziale erede legittimato pretermesso. bisogna attendere i famosi 10 anni x dormire sonni tranquilli.
     
  13. DjMelody

    DjMelody Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie ma la domanda era un'altra
     
  14. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    scusa ma che delibera dovrebbe dare il coniuge?
     
  15. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    se intendi la rinunzia all azione di riduzione quella è fondamentale altrimenti l acquisto non sarebbe sicuro. Entro 10 anni il diseredati può impugnare il testamento x lesione di legittima funo ad arrivare all azione di restituzione
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina