1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Calli

    Calli Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti!
    Circa 6 anni fa ho comprato da mio nonno una casa.*
    Il prezzo di mercato era di 400 mila euro. Sull'atto si e' fissato un prezzo di 240 mila euro. Di fronte al notaio ho dato a mio nonno 2 assegni bancari da 120 mila euro e sull'atto sono stati riportati i numeri degli assegni. Siccome sul mio conto c'erano solo 130 mila euro, mio nonno ha incassato soltanto un assegno mentre l'altro lo ha strappato e buttato. Il nostro accordo verbale era che gli avrei dato la restante somma di 120 mila euro dilazionata mese per mese.*
    L'anno scorso mio nonno e' mancato e fino a quel giorno gli avevo pagato circa 60 mila euro (la maggior parte in contanti e senza prove).
    Pochi giorni fa, mia zia (sorella di mio padre, figli di mio nonno) si e' recata in banca e ha avuto la possibilta di verificare tutti i movimenti fatti da mio nonno. Prendendo atto che risultava incassato un solo assegno mi ha minacciato di annullare l'atto di vendita!
    Sono qui a scrivere per cercare di capire se mia zia ha la possibilità di agire e di far valere in qualche modo qualcosa.
    C'e' qualcuno che mi sa aiutare?
    Grazie infinite!
    Gemma.
     
  2. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    direi di no, durante il governo Prodi si era stabilito di far corrispondere alle vendite anche la registrazione delle transazioni economiche, ma se non vado errato la cosa venne cambiata subito quando Berlusconi tornò al governo.
     
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    sarebbe?
     
  4. goldsilver

    goldsilver Membro Junior

    Privato Cittadino
    penso anche io di no...................tuo nonno potrebbe aver deciso di intascare il primo assegno ed il secondo aver deciso di regalartelo.
    quindi al limite sarebbe da intravedere una donazione dei soldi non ancora ricevuti................. ma ci vogliono le prove altrimenti la zia difficilmente potra' fare qualcosa ma certamente invalidare il rogito no.
     
  5. Calli

    Calli Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mia zia ha l'estratto conto di mio nonno. E' sufficiente per lei? Ribadisco che 60 mila euro li ho pagati s mio nonno, ma non ho nulla per dimostrarlo...
    Cmq mi confermate tutti al cento per cento che la casa rimane a me?
    Non avrò conseguenze penali o denunce?
    Alla peggio dovrò pagare a mia zia la meta' dell'assegno non incassato?
    Grazie!
     
  6. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    esatto.
    ho detto una fesseria temo
     
  7. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista

    dipende da quanti sono gli eredi di tuo nonno. tua zia dovrebbe intentare causa giudiziale se vuole cercare di prendere quanto dice.
    e comunque anche ammettendo che ci siano le prove che tu debba la meta' della casa agli eredi di tuo nonno, quindi tua zia e tuo padre...........se tuo padre e' ancora vivo, altrimenti agli eredi di tuo padre, quindi anche te stesso, e' logico che quella somma dovra' essere divisa tra tutti gli eredi di tuo nonno non solo a tua zia, semmai un giudice lo ritenesse opportuno.
    altrimenti se non ce' azione giudiziale puoi tranquillamente non dare niente o restituire quello che ancora tu dici di non avere dato ma non solo a tua zia ma diviso a tutti gli eredi..................con ricevuta, mi raccomando.

    no...................sbagli. ci sono anche gli altri eredi.
     
  8. Calli

    Calli Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mia nonna e' mancata 8 anni fa. Gli eredi di mio nonno sono mio padre (io figlia unica) e mia zia (3 figli con bambini).
    Se riuscissi (molto difficile) a dimostrate che 60 mila euro li ho già pagati, dovrei restituire 30 mila a mia zia e 30 mila a mio padre (che non li vorra'). E tutto si chiude qui. E' giusto questo?
    Non rischio in nessun caso denunce, annullamenti dell'atto o controlli fiscali? O qualsiasi altra cosa?
    Se invece, dietro a compenso a mia zia, mio padre e sua sorella firmassero davanti al notaio un atto di accettazione dei due testamenti (nonna e nonno) si chiuderebbe tutto così per i secoli nei secoli?! Non ci saranno mai mai più problemi?!
    Chiedo scusa, ma sono molto preoccupata...
    Grazie a tutti!
    Gemma.
     
  9. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Un attimo, mi viene in mente adesso che i 2 assegni erano stati indicati nel contratto! In effetti risulta anche che tu non hai pagato (o meglio che tuo nonno non ha prelevato) il capitale rimanente.
    Questo può essere un caso tipico in cui la beneficiaria potrebbe essere richiamata tramite atto di collazione? Risulta dagli atti che avrebbe dovuto dare 240000€, ne ha dati solo 120000, anche se aveva staccato i 2 assegni può essere considerato un caso di "dono" alla nipote?
    Lascio la parola a chi ne può capire + di me.
     
  10. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    ma come si fa a pagare tanti soldi senza una ricevuta??? Non e' molto credibile.

    Aggiunto dopo 1 :

    certo..........................sperando invece che non sia intesa come una vendita agevolata alla nipote.
    e comunque la zia dovrebbe portarla in tribunale.
    meglio mettersi d'accordo ed essere onesti.
     
  11. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E chi ha detto di essere disonesti? Sto solo dicendo che in caso di atto di collazione lei dovrebbe restituire quanto "donato" dal nonno, il che significherebbe 120mila€.
    Sto solo cercando di rispondere al quesito proposto, potrebbe essere inteso come una sorta di dono da restituire se c'è l'atto di collazione?
     
  12. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Scusate, premetto che non sono ferratissimo sul caso in questione, ma se nell'atto sono registrati gli assegni e il nonno ne ha incassato uno solo mentre l'altro "ce l'ha sotto il materasso per incassarlo quando vuole" la zia...... estratto conto alla mano, che vuole?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina