1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giaila

    giaila Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera.
    nel 2005 ho acquistato con il mio ex un appartamento. Abbiamo intestato il mutuo e la proprietà al 50%. Io vorrei vendere la casa lui no. Legalmente chi ha ragione? Grazie
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    tutti e due.
    se lui non vuole vendere non puoi costringerlo ma anche lui non puo' costringere te a non vendere.
    cosa fare??? Se non vi mettete d'accordo pacificamente, ad esempio lui comprando la tua quota, non ti rimane che chiedere la vendita giudiziale in tribunale.
    la casa sara' venduta all'incanto ed il ricavato tolte le spese processuali, diviso a meta'.
     
  3. Il Mattone

    Il Mattone Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E quindi la svenderai...
     
  4. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    puoi vendere il tuo 50%.
    Si venderà?
    sarà difficile, però puoi fare un bluff, dici che hai trovato clienti stranieri e in gran numero interessantissimi all'acquisto del tuo 50%. :sorrisone: :ok:
     
  5. giaila

    giaila Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    A chi lo vendo??
    Nessuno comprerebbe un 50%:triste: sono disperata...
     
  6. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Vendilo a lui.
     
  7. giaila

    giaila Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    non ha i soldi. In piu' lui vorrebbe vendere la casa ad un prezzo fuori mercato perchè vuole guadagnarci.
    Io non vorrei arrivare a prendere un legale..ma ho le mani legate...:triste:
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Se non sbaglio l'iter è questo.

    Giuridicamente nessuno è obbligato a mantenere una comunione sui beni.
    In caso di disaccordo bisogna per forza affidarsi al tribunale che metterà in vendita l'alloggio.
    Il giudice può concedere dilazioni fino a 5 anni, periodo nel quale le parti possono accettare o rifiutare le offerte pervenute; questo tempo è considerato ragionevole per non dover per forza svendere l'alloggio.
    Se trascorsi 5 anni nessuno ha voluto accettare proposte di acquisto, il giudice mette all'asta l'immobile. A questo punto prendi quello che viene.

    Piccolo dettaglio: chi abita attualmente nell'alloggio? Questo conserva il diritto di abitazione anche in caso di vendita. (questo fra "coniugi".)
     
  9. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    un attimo...................le dilazioni dei 5 anni solo in casi particolari.................proprieta' di societa' etc etc.................non un appartamento comune.
    ciao
     
  10. giaila

    giaila Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Cavolo! Mi era venuto un colpo! 5 anni sono tantissimi...in realtà nessuno dei due ci ha mai abitato. Quindi è vuota. Ma io non voglio nemmeno metterla in affitto perchè non voglio piu' legami...
     
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A questo punto sono certo che le agenzie immobiliari nulla avranno da guadagnare, considerate le difficoltà per la vendita.
    I migliori auguri ai legali che avranno di che campare per anni.
     
  12. Simionato Fabio

    Simionato Fabio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Buonasera, gentile Giaila, visti i cattivi rapporti con la controparte e visto che nessuno dei due vi dimora all'interno, io ti consiglierei quanto segue:
    delegate una persona di fiducia per entrambi, meglio se un agente immobiliare, il quale con la sua capacità di mediare riuscirà sicuramente a trovere un punto di incontro e magari anche riavvicinare le parti. Ritengo che il metedo giudiziale sia consigliato solo dagli avvocati e quindi lo escludo a priori /(troppo costoso e lungo), tuttavia invece un buon e serio agente potrà risolvere il problema.-
    Auguri e a disposizione
    Fabio
     
  13. giaila

    giaila Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie mille a tutti...ci proverò!
     
  14. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Quoto e sottoscrivo il consiglio di Fabio poichè non sono nè avvocato, nè professionista.
    Quanto invece alla strada giudiziale, non voglio farti venire un colpo, però debbo contraddire acquirente:

    Art. 1111 c.c.: Scioglimento della comunione.
    Ciascuno dei partecipanti può sempre domandare lo scioglimento della comunione; l'autorità giudiziaria può stabilire una congrua dilazione, in ogni caso non superiore a cinque anni, se l'immediato scioglimento può pregiudicare gli interessi degli altri. ..segue ...

    Questo è ciò che dice il c.c. in generale (non fa riferimento a casi particolari, società ecc): può darsi che la prassi sia più rapida, ma non sono in grado di darti elementi.

    E' comunque bene sapere come stanno le cose, e trovare quindi un giusto accordo. Auguri
     
  15. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Art. 717. Sospensione della divisione per ordine del giudice.
    L'autorità giudiziaria, su istanza di uno dei coeredi, può sospendere, per un periodo di tempo non eccedente i cinque anni, la divisione dell'eredità o di alcuni beni, qualora l'immediata sua esecuzione possa recare notevole pregiudizio al patrimonio ereditario.
    ( tipo divisione di societa', aziende , etc etc )

    non un semplicissimo immobile.
     
  16. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Può darsi che nella prassi per la vendita di un "semplicissimo immobile" il giudice non applichi il massimo di dilazione (5 anni).
    Ma intanto noto che:
    l'art. 717 è parte del Libro II "delle Successioni" : Titolo IV - Della Divisione.
    l'art. 1111 fa parte del LIBRO III della Proprietà: Titolo VII "Della comunione"

    Entrambi non distinguono a priori: poi ben lieto se le cose si risolvono più celermente. Non ho esperienze dirette in materia.
    Penso però sia opportuno conoscere il caso peggiore.
    ;)
     
  17. giaila

    giaila Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    il problema è che lui ora vorrebbe vendere la casa ad un prezzo di circa 90.000 euro in piu' di quello che noi l'abbiamo pagata ovvero recuperare circa 40.000 euro di modifiche che noi abbiamo voluto apportare all'appartamento (non ristrutturazione) e guadagnarci. Il valore dell'immobile non è reale ma con la stessa cifra nello stesso paese si compra una porzione di villetta a schiera. Non vuole affidarsi ad un'agenzia perchè bisogna pagare le provvigioni ma vuole solo affidarsi ad un amico architetto il quale sostiene che si puo' vendere a cifre molto piu' alte perchè è una bella casa. A parte che la bellezza di una casa è molto soggettiva, ma è come dire di voler vendere una 500 con il prezzo di una ferrari!!!!!!! Puo' piacere quanto vuoi la 500 ma se il suo valore di mercato è quello tu non puoi alzarlo piu' di tanto...chi è lo scemo che la comprerebbe? o sbaglio? Sono veramente disperata ...non vorrei arrivare alle vie legali...altrimenti ci metto anni e io ho bisogno di smobilizzare il mio 50%
     
  18. Simionato Fabio

    Simionato Fabio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Gentile Giaila,
    mi sembra che il tuo "ex Lui" agisca unicamente per ripicca, non colgo alcuna via d'uscita se nemmeno il valore di vendita è detterminato da un professionista. -Premetto che dal mio punto di vista professionista della vendita immobiliare è unicamente un Agente immobiliare iscritto, quante volte architetti geometri ingegnieri, contattano le agenzie per i valori medi di mercato ... infinitamente.- Consiglio usa la maestria nota alle donne per convincere l'uomo a rivolgersi ad una agenzia
    Fabio
     
  19. giaila

    giaila Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    proprio come dice lei Fabio probabilmente sta agendo per ripicca...e andrà a finire che mi dovrò rivolgere ad un avvocato...
     
  20. Greta Phlix

    Greta Phlix Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    dagli 6 mesi di tempo e vediamo chi ha ragione: tu che vuoi realizzare ad un prezzo congruo oppure lui e il suo amico architetto che propendono per la speculazione. per l'avvocato c'è sempre tempo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina