1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. MARCO12

    MARCO12 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno ho firmato una proposta per un appartamento. Il venditore vende prima dei cinque anni e non ricompra più.Ho saputo che se lui non paga la differenza d'imposta dell'agevolazione prima casa lo stato senza rivolgersi a me acquirente per avere le somme, mette all'asta l'appartamento....è vero?? Mi è stato suggerito un deposito somme dal notaio, può tutelarmi al 100%?
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il deposito della somma eventualmente dovuta ti tutela al 100%. Se non paga, vengono utilizzati quei soldi per pagare-
     
    A donatella 75 piace questo elemento.
  3. MARCO12

    MARCO12 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ok grazie ma nel caso è l'agenzia dell'entrate che li richiede al notaio?
     
  4. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    no, li richiede a te...............perche' le tasse seguono l'immobile.
    e tu vai dal notaio e le paghi con i soldi lasciati in deposito.
    tutto scritto nero su bianco sulla proposta di acquisto....
    dal rogito del venditore lo vedi che vende prima dei cinque anni quindi hai diritto di richiedere questa clausola.
    il compratore paga il prezzo pattuito interamente, il Notaio che rogita fa il conto di quanto il venditore, che non acquistasse entro l'anno altro immobile, dovrebbe pagare sia per la decadenza dei benefici fiscali goduti consistenti in imposta di registro, catastale e ipotecaria che alla sanzione pecuniaria pari al 30% delle già dette imposte; e ne trattiene tale importo dalla cifra corrisposta dal compratore.Se il compratore ottempera entro l'anno al disposto di legge bene e svincola la cifra diversamente con quel denaro di paga lo Stato che è benficiario di un privileggio speciale. PERTANTO NULLA DEVE IL COMPRATORE.

    l'importante e' specificare tutto gia' nella proposta/preliminare nel momento che si viene a conoscenza che il venditore vende prima che siano trascorsi i 5 anni. (si vede dal rogito).
     
  5. MARCO12

    MARCO12 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    sulla proposta non abbiamo scritto nulla perchè io queste cose le ho sapute dopo che ho firmato. Ho già accennato il discorso del deposito somme al venditore che ha storto un po' il naso ma alla fine accetta a farsi trattenere una parte in deposito dal notaio. L'importante che così facendo sono tutelato al 100%. Mi hanno anche detto che se l'agenzia dell'entrate entro 4 anni non accerta il fatto, il notaio svincola la somma a favore del venditore.
     
  6. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    cimancherebbe che il venditore non lasciasse un deposito............e' colpa sua se l'ufficio delle entrate chiedera' le sanzioni.
    cmq fa quello che ti ha consigliato il notaio.
    auguri
     
  7. MARCO12

    MARCO12 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie speriamo bene..
     
  8. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    In questi casi occorre fare attenzione prima di presentare una proposta. L'alienante doveva informare il mediatore che aveva l'obbligo di avvisarti a sua volta o, se non c'è mediazione, costui doveva avvisare l'aspirante acquirente.
    Va tutto indicato nel preliminare e poi riportato nel rogito con apposita clausola per evitare poi che il balzello si trasferisca all'ignaro acquirente.
    Avv. Luigi De Valeri:stretta_di_mano:
     
  9. MARCO12

    MARCO12 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Gentile Avv. De Valeri purtroppo nè il venditore nè l'agente immobiliare mi hanno informato di questa cosa, che mi è stata sottoposta successivamente da altre persone mie conoscenti. Spero veramente che con il deposito delle somme dal notaio possa dormire sonni tranquilli, anche perchè me l'hanno messa giù pesantemente del tipo che lo stato nemmeno avvisa i nuovi acquirenti, pignora la casa e la mette all'asta senza dare nemmeno la possibilità a quest'ultimi di pagare le eventuali imposte dovute dal venditore non so se è vera questa cosa mi sembra un po' eccessiva..
     
  10. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    prima di firmare la proposta/PRELIMINARE l'agenzia immobiliare deve far vedere all'acquirente la provenienza dell'immobile (rogito).
    controllatina alle date e ti saresti accorto che vendeva prima dei 5 anni.

    controlli da fare prima di comprare casa:

    Diritto di famiglia - Proprietà
    Accertamenti dello stato civile e/o del contratto di provenienza (rogito)

    1. Verificare che la persona o le persone che promettono l'immobile in vendita sia o siano effettivamente i proprietari esclusivi, senza comunione legale, diritti di nuda proprietà, uso o usufrutto e che il bene non sia pervenuto da donazione.

    etc etc

    Non stare a sentire le stupidate che ti dicono gli altri................Lo Stato avverte il cittadino.............ma come si fa a dire queste cose???
     
  11. caviapp

    caviapp Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    L'argomento era già stato affrontato. Se può tranquillizzarti, ma poi vedi tu, ti riporto un paragrafo del manuale imposte indirette dell'IPSOA che viene tenuto in considerazione dall'ADE della mia città:

    "L'art. 2772 comma 4 cod. civile, prosegue affermano che " Il privilegio non si può esercitare in pregiudizio dei diritti che i terzi hanno anteriormente acquistato sugli immobili"
    Tale ultima disposizione consente di escudere la possibilità, per l'Amministrazione finanziaria, di esercitare il privilegio nei confronti del terzo acquirente dell'immobile venduto prima del decorso di 5 anni dall'acquisto agevolato.
    Il terzo acquirente dell'immobile, infatti, lo acquista anteriormente al sorgere dell'obbligazione tributaria scaturente dalla decadenza dell'agevolazione prima casa, poichè quest'utima diviene effettiva solo dopo il trascorrere di un anno dall'atto di alienzazione senza che il venditore acquisti un nuovo immobile.

    Pertanto, nel caso in specie, non è possibile per l'amministrazione finanziaria esercitare il privilegio in danno del diritto acquistato dal terzo in conseguenza dell'atto di vendita infraquinquennale.

    In conclusione si può affermare che esistono gli argomenti giuridici per ostenere che l'acquirente non risponda solidalmente con il venditore per le imposte e le sanzioni dovute da questi in conseguenza dell'vvenuta decadenza dall'agevolazione prima casa che si realizza ove il venditore non riacqusti un altro immobile entro un anno dalla vendita infraquinquennale."
     
  12. MARCO12

    MARCO12 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie caviapp avevo già letto questo articolo e navigando in internet ci sono pareri discordanti..
     
  13. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Pochi giorni fà ho assistito ad un rogito nel quale, per motivi diversi di quelli quì illustrati, è stato previsto una somma in deposito presso il Notaio....lo stesso ha tenuto a precisare che l'assegno doveva essere comunque datato e in caso di controversia, se fosse stato un assegno bancario, passati 15 gg non poteva essere protestao e comunque qualunque assegno perde validita passati 12 mesi dalla data di immissione.
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  14. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    e lasciare dal notaio una somma in contanti???:shock:
     
  15. MARCO12

    MARCO12 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ho parlato con il mio notaio, la prassi è fare un assegno circolare intestato a lui che incassa su un conto vincolato, per la gestione del deposito e le vari condizioni di svincolo a favore del venditore se riacquista o meno vengono tutte riportate nero su bianco.Il notaio restituirà le somme se il venditore riacquista entro un anno, se il venditore paga le imposte dovute e presenta la ricevuta dal notaio, oppure il notaio paga per conto del venditore le somme all'erario e dà l'eventuale differenza al venditore, oppure diversamente se passati 4 anni l'erario non emette nessuna notifica il notaio versa le somme al venditore, prima però manda una raccomandata a noi e si accerta che nel frattempo non abbiamo avuto rogne con il fisco.Questo è quanto mi ha detto e spero di essere in una botte di ferro in questo modo.
     
    A ccc1956 e Umberto Granducato piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina