1. Benvenuti su immobilio.it !

    Stai navigando nella nostra community come Ospite. Unisciti a migliaia di persone che si sono già iscritte!

    Avere un account su immobilio.it è gratuito a vita e ti permetterà di aggiornarti, informarti, condividere problemi, esperienze e soluzioni, in modo piacevole e semplice.

    immobilio è il primo forum italiano per privati, imprese e professionisti del settore immobiliare.

    Crea il tuo Account oggi, è Gratis per Sempre!

l'immagine è stata rimossa.
L'indirizzo internet è stato criptato.
L'indirizzo e-mail è stato criptato.
Il media è stato rimosso.
  1. erry

    erry Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Salve a tutti. Io sono da poco iscritto al ruolo degli agenti immobiliare e vorrei iniziare in modo occasionale. Quali sono gli adempimenti civili e fiscali? So gia' che dovro' stipulare un'assicurazione, so che non devo superare i 5000 euro l'anno, ma non so come ricevere un'incarico di vendita visto che non posso depositare i formulari. Mi hanno detto che se l'incarico di vendita viene scritto a mano è valido e non c'e' l'obbligo di depositare copia alla camera di commercio. Inoltre vorrei sapere se l'attivita' occasionale senza apertura di partita IVA è possibile.
    Ringrazio in anticipo tutti coloro che vorranno aiutarmi.

  2. Limpida

    Limpida
    Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'attività occasionale del mediatore immobiliare é consentita dall'agenzia delle entrate sempre che rientri dentro alle € 5.000,00...... così mi hanno detto all'Agenzia, poiché mettono a disposizione dei contribuenti un servizio legale gratuito.
    Purtroppo la Camera di Commercio non la pensa così , per poter lavorare vuole l'apertura della ditta e quindi sei costretto ad aprire la partita IVA. Puoi invece collaborare con una agenzia immobiliare, in quel caso non hai bisogno di partita IVA. Oppure puoi aprire la ditta entrando nei contribuenti minimi, che hanno si la partita IVA ma sono esonerati dall'applicarla sulle fatture se il reddito non supera € 30.000 annui.
    Se hai della modulistica é difficile dimostrare che fai un lavoro occasionale!
    Complimenti per il tuo interesse sull'attività fiscale del mediatore, è molto importante sapere di che morte si muore!:lol:
    A erry piace questo elemento.
  3. enrikon

    enrikon
    Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ciao Limpida,
    Non sono granchè d'accordo su quanto ti hanno riferito.
    A parte l'atteggiamento "urticante" delle camere di commercio che credono di essere la corte di cassazione, l'attività di agente immobiliare occasionale è prevista e possibile senza obbligo di partita IVA. Anche il tetto dei 5.000 euro annui è male interpretato, altrimenti un occasionale che in un anno fa un unico affare vendendo un appartamento da 300.000 euro, come farebbe? Quindi, se superi il "tetto" dei 5.000 euro, semplicemente rientri nel regime inps e devi pagare i contributi. Tutto qui.
    Invece c'è un limite fisiologico di affari conclusi nei 12 mesi (non è specificato, ma certo non puoi concludere 20 transazioni e definirti "occasionale" ;-) ), inoltre le ricevute per le provvigioni maturate non devono coprire un periodo superiore a 3 mesi consecutivi.
    Questo è quello che ricordo. Comunque Erry, per maggior sicurezza, rivolgiti ad un buon commercialista.
    A erry piace questo elemento.
  4. Limpida

    Limpida
    Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Credo che sia un ottimo consiglio perché bisognerebbe valutare ogni situazione reddituale.
    Solo a scopo informativo ti riporto ciò che afferma la Camera di Commercio di Bologna: Entro 30 giorni dall'inizio dell'attività, il mediatore deve presentare denuncia al Registro delle imprese della Camera di Commercio nella provincia dove esercita e provvedere alla regolarizzazione contributiva presso l'INPS e precisano: anche se esercitata in modo discontinuo o occasionale. Poi l'assicurazione é obbligatoria. Non c'é scampo, da solo non puoi lavorare.
    Non dimentichiamoci poi che gli agenti immobiliari non possono fare altri lavori ( qualcuno ci ha dato la mannaia in testa!), come si fa a campare con 5000,00 euro di lavoro occasionale? Solo un agente immobiliare pensionato potrebbe farlo!
    Il lavoro occasionale non va confuso con il lavoro autonomo non esercitato abitualmente, Erry chiedi al Commercialista.
    Ti conviene entrare nel regime dei minimi fino a € 30000,00 e non hai nemmeno gli studi di settore. :|

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    Non dimenticarti Erry di dirci cosa ti ha detto il Commercialista!;-)
    A erry piace questo elemento.
  5. enrikon

    enrikon
    Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sull'obbligazione obligatoria, concordo :ok: e mi sembra anche giusto.

    Sulle decisioni della camera di commercio di Bologna, sorvolo. A Firenze te lo consentono, ma questo mi preoccupa ancora di più: che significa? che ogni camera di commercia decide come gli pare? Questi si comportano come se avessero poteri legislativi confidando nella sudditanza psicologica dei cittadini. L'ho già scritto in un altro thread, si chiama: "delirio di onnipotenza".

    Sul non poter fare altri lavori, non concordo. La legge è molto chiara in proposito ed elenca con precisione tutte le attività incompatibili con la professione (quindi vuol dire che tutte le altre si possono fare ;-)).

    Sui 5.000 euro ho già detto e questo, a suo tempo, mi fu riferito da un dottore commercialista. Anche qui in contrasto con un addetto del Ruolo Mediatori che asseriva non si potesse superare tale soglia (semplicemente assurdo. Vedi esempio nel post precedente).

    Infine, Limpida, il consiglio che tu dai del regime dei minimi, è sicuramente valido ma non va bene se uno volesse esercitare veramente in modo occasionale, perchè ti fa rientrare in regime INPS. E tu lo sai che mazzate ti arrivano ogni mese... :|

    P.S.: per i formulari, va bene quello che dici. Se non sono prestampati non c'è l'obbligo di depositarli in CCIAA.
    A erry piace questo elemento.
  6. Limpida

    Limpida
    Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordo con tutto quello che affermi, purtroppo queste sono solo le nostre opinioni, non so se ci sono già state delle sentenze che abbiano dato ragione agli agenti immobiliari o alle Camere di Commercio.Questo dovrebbe essere compito delle Associazioni degli agenti immobiliari per modificare queste "prepotenze" ( le vogliamo chiamare così?), e diverse, a secondo del territorio, dove A.I hanno diritti e doveri diversi da altri AI.e peggio ancora da altre categorie di lavoratori. Chi vuole cominciare a provare, se riesce a modificare queste disparità?:shock:

    P.S Per il lavoro occasionale fino a € 5000,00 non versi niente all'inps e che pensione avrai?:eek:
    Mentre per il lavoro autonomo non esercitato abitualmente puoi superare € 5000,00 e paghi l'inps.obbligatorio.:evil:
    A erry piace questo elemento.
  7. erry

    erry Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti, ho parlato con un responsabile di zona dell'associazione fimaa. Mi ha detto che l'assicurazione la posso stipulare lo stesso e che secondo lui posso esercitare in modo occasionale solo se non supero i 5000 euro. Per quanto riguarda l'incarico scritto a mano senza l'uso di formulari depositati in camera di commercio non mi ha saputo dare risposta. Comunque cercherò di contattare un bravo commercialista. Finora ne ho contattati tre e ne sanno meno di noi.
  8. Limpida

    Limpida
    Membro Senior

    Agente Immobiliare
    :(:(:(
  9. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Che ogni Camera di Commercio provinciale abbia normative e "vedute" diverse è verissimo.

    A dimostrazione di questo, in un Convegno FIAIP sull'abolizione del Ruolo, c'erano i rappresentanti delle Camere di Commercio di Bologna e Firenze, che hanno descritto atteggiamenti diversi...

    Mi meraviglio che Bossi chieda così a gran voce il federalismo, visto che c'è già.... :):)

    Basta guardare i regolamenti tecnici dei Comuni... nella stessa provincia, ogni comune ha le sue normative.
    Più federalismo di così....

    Silvana
  10. enrikon

    enrikon
    Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ciao Silvana,
    il problema non è che ogni camera di commercio si muova in modo autonomo. Il problema sta nel fatto che spesso, questi soggetti, si arroghino diritti che non hanno.
    Proprio stamattina un mio collega mi ha detto che sta mettendo su uno studio immobiliare e di amministrazioni condominiali. Alla mia domanda se non vi fosse incompatibilità, la sua risposta è stata che no, per la legge non c'è incompatibilità. A dimostrazione di questo mi ha citato un caso, proprio della camera di commercio di Bologna, che non dava la possibilità agli agenti immobiliari di praticare anche l'attività di amministratori di condominio (e viceversa, ovviamente); un gruppo di una decina di agenti immobiliari ha intentato causa alla suddetta CCIAA vincendo tutti e tre i gradi di giudizio fino alla cassazione.
    Sarà vero? O è solo una delle tante leggende metropolitane? Non lo so.
    Di sicuro c'è che se anche non fosse vera, potrebbe benissimo esserlo. E questo mi fa imbestialire perchè per ottenere una cosa che ti spetta devi mettere di mezzo gli avvocati. E se la cosa è accettabile fra privati, questo è particolarmente grave con le istituzioni.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina