1. Benvenuti su immobilio.it !

    Stai navigando nella nostra community come Ospite. Unisciti a migliaia di persone che si sono già iscritte!

    Avere un account su immobilio.it è gratuito a vita e ti permetterà di aggiornarti, informarti, condividere problemi, esperienze e soluzioni, in modo piacevole e semplice.

    immobilio è il primo forum italiano per privati, imprese e professionisti del settore immobiliare.

    Crea il tuo Account oggi, è Gratis per Sempre!

l'immagine è stata rimossa.
L'indirizzo internet è stato criptato.
L'indirizzo e-mail è stato criptato.
Il media è stato rimosso.
  1. vagno

    vagno Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Una curiosità (e scusate l'ignoranza :mrgreen:): nostri clienti sono eredi (con altri 3 fratelli) di un bel po' di proprietà lasciate dall'ultimo genitore scomparso. Sono venuti da noi dicendo che ad anno nuovo faranno la denuncia di successione e si divideranno le proprietà per poi vendere ciò che spetta a loro.
    Vi chiedo, questa divisione fatta in base a degli accordi già stabiliti tra gli eredi, è regolare e quando va fatta?
    grazie

  2. smoker

    smoker
    Membro Senior

    Privato Cittadino
    Che attività commerciale svolgi?

    Smoker
  3. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao , dopo la successione, atto notarile di divisione dei beni.
  4. sfilasto

    sfilasto Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La divisione ereditaria consensuale deve essere fatta mediante atto notarile e quando riguarda beni immobili deve essere trascritta in conservatoria. Essendo un atto di natura volontaria tutti i condividenti devono essere d'accordo ed avere deciso come ripartire tra di loro i beni; la ripartizione deve però essere "equa" per evitare che uno o più condividenti possano "impugnare" la divisione. Quando la ripartizione dei beni non consente equità (per esempio quando i beni non hanno lo stesso valore) si ricorre al "conguaglio" ovvero a compensare la differenza di valore tra un bene e l'altro mediante denaro o altri beni fungibili. In alcuni casi, per esempio quando gli eredi sono in disaccordo sulla ripartizione ma vogliono procedere alla divisione, si può ricorrere all'estrazione "a sorte" che deve avvenire in presenza del Notaio che redige uno specifico verbale in proposito che sarà poi integrato nell'atto di divisione; naturalmente in questo caso i condividenti che non siano d'accordo su come distribuirsi i beni, devono però essere comunemente d'accordo sul procedere mediante estrazione a sorte. Scusa se mi sono dilungato, spero di averti fornito esauriente risposta.
    A Patatina e Limpida piace questo messaggio.
  5. vagno

    vagno Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Grazie a tutti, grazie Sfilasto per la precisione.
    per Smoker: abbiamo un'agenzia immobiliare, i clienti devono fare successione e poi vorrebbero vendere la loro parte

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina