1. Benvenuti su immobilio.it !

    Stai navigando nella nostra community come Ospite. Unisciti a migliaia di persone che si sono già iscritte!

    Avere un account su immobilio.it è gratuito a vita e ti permetterà di aggiornarti, informarti, condividere problemi, esperienze e soluzioni, in modo piacevole e semplice.

    immobilio è il primo forum italiano per privati, imprese e professionisti del settore immobiliare.

    Crea il tuo Account oggi, è Gratis per Sempre!

l'immagine è stata rimossa.
L'indirizzo internet è stato criptato.
L'indirizzo e-mail è stato criptato.
Il media è stato rimosso.
  1. Angelo84

    Angelo84 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao !!

    Sono un praticante avvocato a cui è stata sottoposta un questione dove francamente non ho ben capito come muovermi.

    Allora: Un autorimessa è stata traformata tempo fa in un negozio, solo che nei lavori sono stati coperti i pozzetti, e con il tempo l'impianto fognario si è completamente intasato, causando problemi di allagamento al negozio il quale nel frattempo è stato affittato.

    Vorrei capire come sia stato possibile cambiare la destinazione dell'immobile in maniera tanto grossolana (coprire i pozzetti non mi sembra un lavoro di grande intelligenza), che tipo di adempimenti bisogna svolgere per modificare la destinazione di un immobile in un caso del genere? Non c'è un controllo, si va soltanto con una DIA? (Premetto che sto cercando di capire precisamente di chi sia l'immobile, se del condominio o di un singolo, per sapere esattamente quando sono stati fatti i lavori).


    Il condominio che io rappresento, si dichiara disponibile nei confronti del negozio a rifare l'impianto fognario, tuttavia io vorrei vedere se ci sono possibilità per rivalersi su chi ha fatto i lavori.

    Grazie mille dell'aiuto !!
  2. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    innanzi tutto bisogna controllare se il cambio di destinazione d'uso è legittimo o abusivo. per il cambio di destinazione d'uso serve (o almeno serviva) la dia oppure il permesso di costruire. controlla anche l'eventuale agibilità.

    Saluti
  3. Angelo84

    Angelo84 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie

    Ma il fatto che i pozzetti siano stati coperti non può essere indice che l'agibilità non ci sia? Inoltre non ci sono dei controlli del comune una volta inoltrate le pratiche per un cambio di destinazione? E se i pozzetti coperti sono un dato importante,immagino che sarà stato presentato un progetto, e ci saranno allora delle difformità tra il progetto presentato e quello in concreto realizzato.
    Il che penso renda il tutto appunto , non a norma.
  4. dandindon

    dandindon Membro Attivo

    Altro Professionista
    Non c'entra nulla la copertura dei pozzetti dato che l'agibilitá è rilasciata per l'intero fabbricato e non per l'unità immobiliare....
    Il punto fondamentale è chi ha autorizzato il cambio di destinazione d'uso?Da quanto ho capito nessuno.
    Quindi, in sostanza, non doveva esistere un negozio e se fosse stato ancora garage non ci sarebbero stati danni per nessuno.......
  5. roberto.spalti

    roberto.spalti
    Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Dato che il locale è stato affittato ad uso commerciale penso che il cambio di destinazione d'uso sia stato ottenuto in maniera legittima, magari con qualche condono.
    Coprire i pozzetti non poteva essere fatto senza l'assenso del condominio che utilizza la fognatura.
    Secondo me la responsabilità è del proprietrio del locale che ha apportato modifiche ad un impianto ocndominiale senza autorizzazione.
    A Marco Giovannelli piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina