• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Simona71

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno a tutti,
spero che ci sia qualcuno che possa aiutarmi...
Ho acquistato una casa (villa) indipendente nel 2000, perfettamente accatastata nel 1987 come abitazione sia per piano terra (mt 2,50) che per il primo piano.
Il vecchio proprietario al momento dell'acquisto mi diede tutti i documenti del catasto che evidenziavano la fusione tra il piano terra e il primo piano.
Nei 20 anni ho fatto anche due surroghe ma nessun notaio o tecnico in sede di perizia, mi ha chiesto la DOMANDA DI CONDONO O SANATORIA ( non so bene come si chiama) che al tempo permise di rendere abitabile il piano terra a causa dell'altezza di mt 2.50.
Ora, che mi accingevo a fare grossi lavori di ristrutturazione con l'eco bonus, l'ingegnere che ho incaricato mi ha chiesto ed ha chiesto al professionista precedente (quello del 1987) i documenti ma lui dice di non trovarli..... che all'epoca si accatastava solamente..😩..
Nel caso non si trovasse nulla, come posso fare? Quale potrebbe essere la soluzione oggi per mettere a posto tutto?
Vi prego aiutatemi
Simona 71
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
L ing. Che ti segue cosa ti riferisce a tal proposito ?
Al momento dell'acquisto hai chiesto quanto necessario a dimostrare la legittimità dell'edificio da un punto di vista edilizio e urbanistici ?
 

Simona71

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
L ing. Che ti segue cosa ti riferisce a tal proposito ?
Al momento dell'acquisto hai chiesto quanto necessario a dimostrare la legittimità dell'edificio da un punto di vista edilizio e urbanistici ?
Purtroppo la documentazione che oggi il mio ingegnere cerca, all epoca (2000) non mi fu chiesta ne dal notaio che fece la atto ne mi fu data dal proprietario. Furono verificati solo i documenti catastali che riportavano in piantina la dicitura abitazione sia per il piano terra di mt 2.50 che per il primo piano di mt 2.70. Se la ingegnere delle vecchie pratiche non troverà la domanda fatta al comune. Come potro risolvere?
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Il tuo tecnico, l'ingegnere, saprà cosa fare.

Per tua informazione la documentazione catastale ha una valenza puramente fiscale, non attribuisce la proprietà e non è certezza di regolarità da un punto di vista edilizio ed urbanistico.
Allo stato delle cose il tuo immobile, per quanto ne sai, potrebbe essere anche totalmente abusivo
 

francesca63

Oggi è il mio Compleanno!
Privato Cittadino
Se la ingegnere delle vecchie pratiche non troverà la domanda fatta al comune. Come potro risolvere?
Intanto l’ingegnere (vecchio o nuovo, o tu stessa) deve fare un accesso agli atti in Comune, non solo cercare tra le sue carte.
Nell’87 si facevano meno controlli prima di comprare, purtroppo.
Una volta appurata la situazione attuale, potrete capire se e come è possibile muoversi ora.
 

Simona71

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Intanto l’ingegnere (vecchio o nuovo, o tu stessa) deve fare un accesso agli atti in Comune, non solo cercare tra le sue carte.
Nell’87 si facevano meno controlli prima di comprare, purtroppo.
Una volta appurata la situazione attuale, potrete capire se e come è possibile muoversi ora.
Buonasera
La ringrazio per la sua risposta.
Al Comune non risulta nulla se non un accatastamento proprio nel 1987.
ma ho scoperto che è una costruzione ante '67.....
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno , una mia nipote,ha intenzione di acquistare una casa di cui siamo proprietari io (al 12,5%) le mie sorelle ( 2, al 12,5%) e mia madre al 62,5%. Vorrebbe sottoscrivere un compromesso avvalendosi della firma solo di mia madre e di sua madre, per iniziare i lavori di ristrutturazione, avendo la quota maggioritaria favorevole. Puo’ iniziare i lavori ? Grazie
Domanda. Può un condomino comproprietario di un garage, di pochi metri quadrati di propria quota , bloccare tutto il condominio non consentendo di approvare con atto del notaio la ricognizione catastale a tutti gli altri proprietari?
Alto