1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ignaziosalv.licheri

    ignaziosalv.licheri Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Nostra madre in vita, ha fatto due testamenti per disederare 2 figlie che non si erano comportate secondo il suo desiderio: la prima per aver convissuto senza matrimonio, la seconda per aver cercato d'interdirla, ma tutti gli altri a suo tempo ci siamo opposti.
    Ora è deceduta da oltre 2 anni, è stata fatta la successione a tempo debito e recentemente abbiamo provveduto a fare una divisione bonaria che dovrà essere ancora registrata.
    In tale circostanza ho preteso i vedere i testamenti ma gli altri coeredi si sono rifiutati di esibirli.
    Questa e la domanda:
    Posso io obbligarli ad aprire i testamenti?
    Quale via forzosa posso intraprendere?
     
  2. FRANCY80

    FRANCY80 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non esistono due testamenti ma uno solo, l'ultimo testamento cronologicamente valido.
    Come figlio hai diritto di vedere tale testamento quindi puoi far intervenire un legale che diffidi gli eredi a mostrartelo per poi successivamente, se necessario, iniziare un'azione giudiziaria.
     
    Ultima modifica: 29 Giugno 2016
    A sarda81 e ignaziosalv.licheri piace questo messaggio.
  3. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Inoltre anche se le figlie sono stare diseredate dal testamento, loro ereditano lo stesso la quota di legittima spettante per legge. I reati per cui si può essere diseredati sono inerenti ad aver attentato alla vita di una persona.

    Il fatto poi che si voglia diseredare una persona perché ha convissuto la dice tutto sulla moralità di questa madre (oltre la legge che glielo impedisce).
    Che l'altra figlia volesse internarla... come darle torto... ma cmq non poteva senza una certificazione medica.
     
    A sarda81, Bagudi, ignaziosalv.licheri e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. FRANCY80

    FRANCY80 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ...ed intervento del Giudice
     
    A ignaziosalv.licheri e ludovica83 piace questo messaggio.
  5. ignaziosalv.licheri

    ignaziosalv.licheri Membro Attivo

    Privato Cittadino
    mamma (13).JPG Nell'asse ereditario non sono state conteggiate alcune liquidità, trasferite post-mortem nel conto personale dell'erede più grande, con l'intento di dovere utilizzare dette somme sia per registrare la divisione, che per pagare l'IMU ed altre spese correnti a carico di tutti gli eredi.
    Domanda:
    Non avrebbe dovuto dividere anche queste somme depositate all 'Ufficio Postale per poi compartecipare tutti gli eredi alle spese da sostenere dopo la morte del proprio genitore?
    Si effettivamente resta valido l'ultimo testamento, ma io avrei voluto vedere oltre l'ultimo anche il primo. E' possibile cercarli dal Notaio o all'Archivio notarile?
     
    A FRANCY80 piace questo elemento.
  6. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    E si!

    Altra cosa da specificare se si è fatta una divisione bonaria in cui si è firmato un documento per cui si rinuncia ad ogni ulteriore pretesa... non è che ora uno può richiedere nuovamente una mediazione per la Divisione della Comunione.
    Nel documento doveva precisare che voleva la consegna di una copia dei testamenti.
    Loro a questo punto potrebbero benissimo bruciarli (se non l'hanno già fatto).

    Il testamento doveva uscire prima della divisione bonaria anche per capire se sono state definite quote a terzi la cosiddetta quota disponibile che in un testamento può essere definita. Cioè invece di diseredare le persone che non possono essere diseredate la madre doveva usare la "quota disponibile" per alzare la quota di % di eredità degli altri prediletti. Considerando le motivazioni, è da condannare anche questa cosa... ma in questo modo era rispettosa della legge.
     
  7. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Si avrebbe dovuto farlo. Praticamente alla morte si fa la Collazione di tutto. Si sommano tutti i conti, si sommano i valori di tutte le case e poi si divide in base alla legge e al testamento (vedi quota disponibile). La quota disponibile è come dire un individuo in + che può essere un terzo o sempre un membro della famiglia.
    Se siete in 4 invece di dividere per 4 si divide per 5 e il 5° è una persona o + persone o un terzo.

    Quando una persona muore, i conti vengono bloccati dalle banche fino alle successione. Quindi solitamente c'è una persona che prende in carico un tot di soldi utili per fare il funerale e pagare le spese della successione (così da non chiedere agli altri eredi di metterci i soldi) e quello che poi avanza o ridà sempre secondo le % stabilite a tutti gli eredi.

    Se la signora voleva la tomba singola, il marmo, la statua etc e i soldi per fare il funerale che voleva li ha lasciati... solitamente uno rispetta la volontà del defunto e usa i soldi per queste spese (anche se si è comportato male). Perché se blocca il conto e poi la banca ci mette mesi a sbloccarlo, magari la situazione economica di ogni singolo erede non permette di dover pagare certe cifre. Non è che a chi fa il funerale gli si può dire ti pago tra mesi, forse un anno perché devo fare la successione...

    In ultimo bisogna anche considerare chi era contestatario dei conti, fino a prova contraria per la banca era proprietario del 50%.
     
    Ultima modifica: 29 Giugno 2016
    A sarda81, PyerSilvio e Bagudi piace questo elemento.
  8. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Puoi cercare dal notaio, presso gli archivi distrettuali.
    Oppure fai richiesta al registro generale dei testamenti e ti dicono se c'è qual'è e dove sta.

    Ma se il testamento è olografo è in cassetto e bisogna anche vedere se è valido, cioè rispetta i canoni della scrittura del testamento.
     
    Ultima modifica: 29 Giugno 2016

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina