1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. azelio

    azelio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Con compromesso notarile del 3 agosto 2011 ho promesso in vendita un'abitazione costruita nel 1958 (e mai ristrutturata), dando il permesso all'acquirente di ristrutturarla, a sue spese, prima del rogito previsto entro il mese di dicembre c.a.
    Durante l'attività di ristrutturazione l'acquirente si è accorto che la fossa biologica non è allacciata alla pubblica fognatura, ma a "perdere"; cosa di cui io non ero a conoscenza, poiché abitata dai miei genitori (e da me ricevuta in eredità).
    L'acquirente mi ha richiesto con lettera raccomandata il rimborso relativo ai lavori di installazione ed allacciamento alla fognatura della fossa settica tricamerale, accusandomi di avergli sottaciuto il fatto e quindi invocando anche l'esistenza di un vizio occulto.
    Faccio presente che il predetto compromesso prevede in maniera esplicita il trasferimento della proprietà nello "stato di fatto e di diritto in cui si trova" e mi esonera dal garantire gli impianti, poiché "realizzati in epoca remota e comunque anteriormente al 5 marzo 1990".
    Chiedo cortesemente se la richiesta dell'acquirente sia legittima e come lo stesso possa dimostrare il vizio occulto, ammesso possa essere nella fattispecie invocato, e se le clausole compromissorie surriferite abbiano una valenza liberatoria per il venditore.
    Ringrazio anticipatamente in attesa di una vostra risposta.

    Azelio
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    L'esistenza di una fossa biologica presuppone che all'epoca della realizzaione non era possibile allacciare l'edificio alla pubblica fogna, o vuoi per inesistenza o vuoi per neo realizzaione post realizzazione dell'edificio, quindi a parere mio non intravedo il vizio occulto.

    è proprio esplicitamente scritto che sei esonerato dalla garanzia degli impianti perchà ante 1990, se è così è un accordo reciproco quindi se vuoi che abbia un valore giuridico procedi alla registrazione del preliminare e comunque a tutto questo acquisisci un parere legale che vedendo di fatto cosa avete concordato può più precisamente consigliarti.
     
  3. azelio

    azelio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio Salves per il chiarimento, sicuramente sarò costretto a rivolgermi ad un legale.

    Azelio
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ma fino ad ora dove hanno scaricato?? se dispongono di una fossa biologica perdente o una fossa ascettica raccoglitrice da svuotare ogni qualvolta sia necessario, non dovrebbe essere un problema
     
  5. azelio

    azelio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Desidero comunque precisare anche se con un po' di ritardo, che il preliminare di vendita al punto 10) prevede che : " ....in data 10 settembre 2011 i promissari acquirenti verranno immessi nella detenzione dell'immobile a titolo personale e non reale (consegna delle chiavi per lavori), restando convenuto fra le parti che i promissari acquirenti una volta ottenute le prescritte autorizzazioni e/o concessioni da parte della competente autorità comunale, se ed in quanto necessarie, potranno eseguire, relativamente all'immobile promesso in vendita, a totale loro cura e spese lavori sia di ordinaria che di straordinaria manutenzione, il tutto sotto la diretta responsabilità dei promissari acquirenti, in pieno esonero di responsabilità e liberazione totale del promittente venditore....." A mio avviso il rifacimento a norma della fossa settica rientra nella straordinaria manutenzione che il promissario acquirente si è impegnato ad eseguire qualora necessaria.
    L'atto preliminare in questione risulta registrato presso l'Agenzia delle Entrate.
    Spero che questa ulteriore precisazione possa chiarire ulteriormente i termini della problematica espressa col primo messaggio del 26-10-2011.

    Grazie per i chiarimenti che vorrete darmi

    Azelio
     
  6. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Bene così hai le carte in regola per contestare quanto da loro richiesto a maggior conferma dai una lettura a cosa prevede il D.P.R. 380/01 art 3 let a) e b) sui lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, resta comunque inteso che se ti citeranno dovrai per forza diffenderti con un legale.
     
  7. azelio

    azelio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Sales, ti ringrazio nuovamente per l'ulteriore precisazione. Ciao ed alla prossima.

    Azelio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina