1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Rob77

    Rob77 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,

    sono nuovo del forum e mi rivolgo a voi nella speranza di poter ricevere delucidazioni sulle eventuali problematiche relative a un progetto in corso.
    Ho individuato una villa a schiera, che non fa parte di un condominio (quindi è un'unità abitativa esente da vincoli condominiali), per la quale vorrei richiedere un cambio destinazione d'uso da residenziale a commerciale al fine di realizzarvi un'attività di ludoteca. Il proprietario è disponibile, ma mi chiedo:

    - l'ufficio tecnico del Comune potrebbe negare (e se sì, per quali ragioni) la variazione?
    - in quali difficoltà potrei incorrere nell'eventuale disturbo della quiete del vicinato (logicamente l'attività con i bambini verrebbe svolta esclusivamente in orario diurno e rispettando le normative vigenti in tema di impatto acustico ecc.).

    Grazie a tutti,

    Rob77

    :)
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, L'ufficio tecnico potrebbe negare se non è previsto in zona un piano commerciale o il Piano Particolareggiato non prevede attività commerciali nella zona... ma è molto raro, per cui non dovrebbero esserci problemi, logicamente se l'immobile non ha i requisiti per poter essere volturato bisogna vedere gli adeguamenti se sono possibili ed il loro importo e poi trarne le dovute valutazioni.
    Fabrizio
     
  3. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    se l'immobile e la zona si prestano alla variazione, anche se non siamo nella classica condizione di condominio, valgono pur sempre le regole di buon vicinato..............avere magari 20 bambini che corrono e ridono nel giardino accanto mentre hai appena finito di pranzare e iniziano a calare le palpebre.......può non andare bene a tutti..
    valuta la zona, il vicinato e le spese a cui andresti incontro per ottimizzare tutto
     
  4. Rob77

    Rob77 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Intanto ringrazio entrambi per le vostre indicazioni e suggerimenti.
    Ciò che fa presente Diego, però, mi lascia piuttosto perplesso: solitamente le attività di questo genere sono inserite nei contesti urbani, anche in ambiti condominiali, ed è usuale che qualcuno se ne lamenti. Ma rispettando gli orari destinati al riposo pomeridiano, non vedo perché si dovrebbe aver modo di impedire che un servizio utile alla comunità venga ostacolato.
     
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ogni giorno ci capita di assistere a fenomeni di incompatibilità e intolleranza verso cose che, forse, in altri momenti o condizioni neanche sarebbe prese in considerazione, pensa che ieri, neanche tornato in ufficio , un condomino del palazzo dove sono con l'ufficio e venuto giù a lamentarsi dell'inquilino di fianco a lui che all'una di notte va in bagno e tira lo scarico... pazzesco e da richiamare , secondo questa persona... a volte capita che in determinati condomini vengano vietate cose che del tipo , vietato giocare a pallone o altre amenità del genere, ecco perchè ti è stato raccomandato di prendere comunque informazioni, ma trattandosi , nel tuo caso , di un unità immobiliare singola, rispettando gli orari , non avrai seccature. Fabrizio
     
  6. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    eheheh....anche perchè la legge parla sempre di "diligenza del buon padre di famiglia", ma la tolleranza del singolo è sempre piuttosto soggettiva e umorale......:^^:
    tra l'altro le leggi non tengono conto del vecchietto brontolone o dell'operaio che fa i turni di notte.......chiaro che, se la legge te lo permette, su alcune cose non possono farci niente, ma poi si possono instaurare rapporti di vicinato piuttosto tesi o a rischio ripicche e dispetti che sarebbe meglio evitare per il quieto vivere....;)
     
  7. Rob77

    Rob77 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Certo, Diego, concordo. Ma se prima di avviare una qualunque attività potenzialmente "disturbante" fossimo costretti a chiedere il nulla osta di tutto il vicinato... credo non si farebbe più alcunché...
     
  8. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    infatti...non parlo di nullaosta....dico solo di vedere un po' il contesto, valutare la zona e i vicini........se già sai che ti inserisci in un "contesto a rischio" parti male...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina