• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Manuel87roma

Membro Junior
Privato Cittadino
Vorrei sapere piu o meno i costi medi di un avvocato per partecipare al mio posto ad una gara di un immobile all asta?!
 

Balian

Membro Junior
Professionista
una semplice procura da notaio , 200 Euro

e mandi una persona di fiducia ( puo' essere anche l'avvocato )
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
per partecipare ad un asta ti potrebbe chiedere da un minimo di 500 a 1000 € se ti rivolgi a un procuratore legale, qualcosa in più se è già avvocato
 

davideboschi

Membro Attivo
Privato Cittadino
Tempo fa volevo partecipare a un'asta ma in quel periodo sarei stato in ferie per una vacanza già prenotata da tempo. Avvicinai un avvocato che vedevo sempre in sala aste, per chiedergli se era possibile farmi rappresentare da lui.

Mi chiese 500 euro....
per andare in sala a rappresentarmi (ben sapendo che in sala ci sarebbe stato comunque per altri motivi), in un'asta che non sapevo nemmeno se avrei vinto.

Mandai mia figlia istruendola di abbandonare a una certa cifra. Così fu e io non mi aggiudicai l'immobile.

500 euro risparmiati.
 

miciogatto

Membro Senior
Privato Cittadino
Se non si è esperti e, soprattutto, se l'avvocato non si limita alla mera partecipazione ma anche allo studio della pratica può anche avere un senso, costoso, ma giusto ovviamente remunerare il lavoro del professionista.

Il problema è che se siamo nella solita asta con bolgia di partecipanti diventano veramente soldi buttati. A meno che uno non voglia buttarne altri per aggiudicarsela a ogni costo con i rilanci.
 

sidalpo

Membro Attivo
Privato Cittadino
Ne approfitto per chiedere in vs parere. Sono proprietario del 50% di un compendio immobiliare (2 fabbricati e terreno) e il resto 50% di miei parenti. Volevo acquisire l'intero ma non c'è stato accordo per cui si è andati in causa e adesso si va in asta. Il CTU valuta il compendio € 200.000 ma in asta va a 150.000, sul mercato il valore attribuito da imprese edili è sui 50-70.000. Un mio conoscente (persona fidata) sarebbe interessato a un solo fabbricato, versando in asta € 70.000 (valore presunto di vendita all'asta) e lascerebbe l'altro fabbricato e il terreno a me senza chiedermi nessuna partecipazione alla spesa. Potrei io far redigere da un avvocato o da un notaio un atto preliminare in cui si definisce la ripartizione del compendio fra me il mio conoscente? Grazie
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Se va in asta tutto il compendio, si deve acquistare tutto insieme.
Una volta acquistato , il tuo conoscente sarà proprietario, e delle sue proprietà potrà fare quello che vorrà.
Non capisco quale sarebbe il vantaggio di comprare il tutto, e regalare una parte a te, cosa peraltro che necessiterebbe di un atto notarile, con relativi costi.
Se invece, come sembra, il conoscente è solo un prestanome, e i soldi li mettete in due, puoi fare un preliminare in cui lui promette di venderti una parte, dopo l’acquisto in asta.
Spiegati meglio.
 

davideboschi

Membro Attivo
Privato Cittadino
A norma di legge, in una esecuzione giudiziaria chiunque può partecipare all'asta, tranne il debitore esecutato.
In caso di causa, non so come siano le cose, ossia se i litiganti possono partecipare all'asta. Domanda per @Avv Luigi Polidoro
Certo che se per legge tu non potessi partecipare all'asta, redigere un accordo come quello da te prospettato sarebbe come eludere una norma di legge.
 

sidalpo

Membro Attivo
Privato Cittadino
Non è un prestanome, è solo interessato ad un immobile. Lui acquisirebbe l'intero e cederebbe gratuitamente il resto a me previa stipula di un atto vincolante. Ma come, dove e quando fare questo atto. Grazie
 

Avv Luigi Polidoro

Nuovo Iscritto
Membro dello Staff
Professionista
Leggo solo ora il tag di @davideboschi
@sidalpo , da quel che ho capito di tratta di una causa di divisione.
Nessuna delle parti ha chiesto l'assegnazione del compendio, pertanto lo stesso sarà messo in vendita ed il ricavato distribuito fra i comproprietari in proporzione delle rispettive quote.
Se il lotto è unico, le offerte potranno riguardare soltanto tutti gli immobili nel loro complesso (come già ti è stato detto).
Perfezionare l'acquisto a 70.000 significa attendere vari ribassi, dacché mi sembra di capire che il prossimo esperimento di vendita sarà a 150.000,00.
Il tuo avvocato potrà valutare se ed in che limiti redigere un accordo fra te ed il tuo amico, ove venga contemplato l'obbligo di cedere a te una parte dei beni successivamente alla aggiudicazione.
Naturalmente dovrete valutare anche gli aspetti fiscali dacché la scrittura fra voi verrà preparata dai legali ma poi dovrete formalizzare il trasferimento di proprietà con atto notarile (vendita donazione o qualsiasi altra forma riterrete conveniente).
 

sidalpo

Membro Attivo
Privato Cittadino
Grazie, finalmente una risposta chiara. Dunque è possibile e possiamo redigere l'atto preliminare da un notaio per formalizzarlo in caso di acquisizione. Grazie ancora
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Morri ha scritto sul profilo di il Custode.
Buongiorno, mi sono appena iscritto ma il sito non mi da la possibilità di iniziare una nuova conversazione (questo è il messaggio che mi compare: Non hai i permessi per vedere questa pagina o compiere questa azione). Come posso fare?
Grazie
This in not a love song This in not a love song This in not a love song This in not a love song
(Not a love song!)
Alto