1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pop

    pop Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Riguardo la necessita' di fare una CIL o CILA al Comune di residenza per la manutenzione straordinaria nel recupero del patrimonio edilizio, come ci si comporta nel caso in cui per esempio si installano pompe di calore in una abitazione che rientrano in una manutenzione straordinaria per l'Agenzia delle Entrate ,mentre per il comune è una semplice manutenzione ordinaria, e quindi non c'è bisogno di nessuna comunicazione?
     
  2. Luca1978

    Luca1978 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per usufruire delle agevolazioni fiscali non è necessaria la CIL O CILA o vecchia SCIA, insomma chiamatela come volete, per le detrazioni fiscali sono sufficienti le fatture e i relativi bonifici "speciali" indicando con scrupolo tutti i dati richiesti, è tanto vero questo che ho personalmente usufruito dal 2009 ad oggi almeno 5 volte di tali detrazioni e dell'anno 2010 mi hanno fatto un' accertamento in cui mi hanno chiesto di produrre i doc. giustificativi e tra questi ovviamente della SCIA non ne hanno minimamente parlato.
     
  3. pop

    pop Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Con provvedimento dell'agenzia delle entrate del 2 novembre 2011 , il contribuente deve esibire se richiesi gli eventuali titoli abilitativi richiesti dalla normativa vigente per l'edilizia in base al tipo di lavoro da effettuare,c'è da capire quali sono le autorizzazioni abilitative, cioè se una CILA essendo una comunicazione di inizio lavori con asseverazione per esempio lo è, e se nel caso in cui dovesse essere fatta ,ma il contribuente non la fà ,non si perde la detrazione ma al massimo si paga sanzione di 258,00euro al proprio comune.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    sanzioni da €. 258,00 non esistono per mancanze e difformità edilizie
     
  5. pop

    pop Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    non capisco in che senso. Inoltre volevo precisare che in mancanza di una CILA (comunicazione di inizio lavori ASSEVERATA) per interventi edilizi di manutenzione straordinaria aRT.6 COMMA 2 LETTERA A DEL t.u.e. la sanzione è stata alzata a 1000.00 euro .C'è da capire se una CILA è un titolo abilitativo e quindi può essere richiesto dall'ADE in caso di controllo,come dettagliato su Provvedimento Direttore ADE del 02 novembre 2011
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Secondo me le risposte sono fuorvianti.

    In realtà la domanda di pop consisteva nella verifica della documentazione necessaria per usufruire delle detrazioni a fronte della installazione di pompe di calore.

    Io risponderei così:
    - Non mi risulta che l'installazione di pompe di calore e altri impianti sia considerata sotto il profilo della legge sull'edilizia, una manutenzione straordinaria, quindi non dovrebbe essere richiesta alcuna CIL ecc.
    - Per le detrazioni d'imposta la lettura corretta (sempre secondo me) sono detraibili :
    a) gli interventi di manutenzione straordinaria
    b) gli interventi finalizzati al contenimento energetico, es pompe di calore
    c) le installazione di sistemi di allarme, modifiche all'impianto riscaldamento , adeguamenti all'impianto elettrico.
    d) ecc.
    I casi b e c non sempre rientrano in interventi classificati di manutenzione straordinaria ai fini della legge 380/2001: se ad esempio la sostituzione della caldaia con una a condensazione.
    Come giustamente hai scritto nel tuo caso non è richiesta dal Comune una CIL, ma per l'AdE le pompe di calore, purchè con coefficienti di rendimento superiori al limite previsto, sono detraibili: il tuo installatore dovrebbe appunto garantirti i parametri delle macchine installate e rilasciare il libretto d'impianto (divenuto obbligatorio come per le caldaie: su quest'ultimo c'era ancora recentemente incertezza, non essendo stato ancora stabilita la forma del libretto: almeno così mi risultava)
     
  7. pop

    pop Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il problema sta nel fatto che c'è una risoluzione dell'agenzia delle entrate n.325 del 12/11/2007 che dice che non c'è obbligo di DIA quando l'intervento secondo la normativa edilizia locale non prevede titoli abilitativi basta una dichiarazione sostitutiva per lavori di manutenzione straordinaria consistente nella realizzazione di servizi igienico-sanitari compresa l'installazione di condizionatori d'aria
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Con questo intervento io più che un problema, ne dedurrei la soluzione-risposta alle tue domande: e in buona sostanza considererei la dichiarazione sostitutiva come una comunicazione di inizio lavori "liberi" , per avere data certa di inizio, antecedente i lavori.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina