1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Marinauli

    Marinauli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno , ho un problema: non essendo residente con mio marito mi è' stato riferito che non posso avere le detrazioni sulle spese che anch'io sosterrò per la ristrutturazione già iniziata della casa di proprietà di mio marito. Io io ho però' il 50% del box legato per legge alla casa stessa.
    Mi chiedo visto che la convivenza esiste perché di fatto abitiamo nella stessa casa di mio figlio e mio marito ha la residenza nella casa oggetto di ristrutturazione, perché al tempo ci sembrava necessario fosse la prima casa, e il decreto precisa familiare convivente che sostiene le spese, e questo collima, e' giusto quello che ci è stato detto?
    Inoltre la proprietà del box legato alla casa può essere valida per poter asserire che sono proprietaria?

    Io ho più capienza, quindi poter accollarmi le spese ulteriori.
    Ringrazio e saluto
     
  2. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    A me non risulta assolutamente sia così. Se consulti la guida dell'Agenzia delle Entrate troverai conferma che a te spettano le detrazioni in quanto coniuge del proprietario e, a maggior ragione, in quanto proprietaria del box pertinenziale.
    Chi ti ha riferito la cosa è informato male.
    Ciao
     
    A CheCasa! piace questo elemento.
  3. Marinauli

    Marinauli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio per la sollecita risposta. Spero che tu abbia ragione.
     
  4. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Leggiti la Guida dell'Agenzia delle Entrate e vedrai che può detrarre il familiare convivente (tu lo sei), anche se non siete residenti in quella casa. Tieni conto che, ad eccezione della manutenzione ordinaria, per tutti gli altri interventi è necessaria una pratica edilizia e quindi la nomina di un tecnico (magari, se vi sono più ditte, anche per il coordinamento della sicurezza).[DOUBLEPOST=1406879681,1406879580][/DOUBLEPOST]Spesso la gente parla per sentito dire perchè fa fatica leggersi le norme.
     

    Files Allegati:

  5. Marinauli

    Marinauli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta, vorrei precisare che chi mi ha dato risposte negative ritiene sia la mancata residenza insieme che pregiudica la mancata possibilità di detrarre. Non che non l'abbiamo in quella casa.
    mio marito ha la residenza nella casa che era dei suoi e che stiamo ristrutturando, io no.
    Conviviamo insieme in altro indirizzò.
    Abbiamo però' comprato in comunione dei beni un box pertinenziale legato alla casa che ristrutturiamo, potrei con questo avere le detrazioni come comproprietario?
    Abbiamo la concessione di ristrutturazione già dal 2013 a nome suo.
    Vi ringrazio ancora tutti per i vostri consigli.
    Saluti
     
  6. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Leggiti la guida e vedrai che ci rientri in pieno.
    Anche se fosse la vostra decima casa! E le detrazioni spettano pure sul box acquistato (sempre sulla Guida).
     
  7. Marinauli

    Marinauli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ancora grazie!
    Saluti
     
  8. Marinauli

    Marinauli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie a voi che mi avete rassicurato, mentre altri mi hanno risposto con un no tassativo,
    ho interpellato on line l'agenzia delle entrate e nel giro di tre giorni mi hanno risposto.
    Ho diritto come convivente a detrarre il,50% delle spese effettuate dal coniuge, anche con residenze diverse, dovrò darne però una certificazione, qualcosa che lo provi, immagino possa volerci una dichiarazione sostitutiva di notorietà, l indirizzò del conto cointestato, testimoni, vedrò cosa. Poi saranno loro a verificare e se nulla osta accetteranno il tutto.
    Questo mi conforta, siamo sposati, conviviamo, conto in comune, io pagherò con i proventi del mio lavoro, mi sembra giusto avere la possibilità di detrarre metà delle spese dalle tasse che pago.
    Altri ripeto, e fior di CAF hanno detto no tassativo, senza dubbio alcuno.
    Vi ringrazio, se non fosse stato per voi avrei rinunciato, come avranno fatto altri.
    Spero che questo mia testimonianza serva a tanti.
    Saluti cari
    Marina
    PS non è' però sufficiente la proprietà del box per detrarre come proprietario.
     
  9. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    "Fior di CAF" E' un ossimoro: ci mettono dei ragazzini a 800 euro al mese senza nessuna preparazione
     
    A Marinauli piace questo elemento.
  10. Marinauli

    Marinauli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ho capito perché ho dovuto spiegarmi due volte perché non capivano quale era il problema....
    Però anche con due commercialisti la risposta e' stata negativa.
    Saluti
     
  11. gianni19

    gianni19 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    sono nelle tue stesse condizioni, Ti chiedo pertanto se puoi mandarmi la risposta dell'Agenzia e se la tua pratica è andata a buon fine. Ti ringrazio anticipatamente, e apsetto con ansia il tuo riscontro visto che nella ipotesi peggiore perderei decine di migliaia di euro.
     
  12. Marinauli

    Marinauli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve,
    Non sono riuscita a sapere che cosa occorre in pratica per avere l'assenso alla detrazione.
    Mi è' stato risposto sempre dalla ADE che ogni direzione regionale si regola a loro discrezione.
    Per questo ho inoltrato circa un mese fa un interpello formale chiedendo una risposta.
    L'interpello e' un istituto che prevede che se entro 120'gg lADE risponde ci si debba attenere a quanto stabilisce, se non viene data risposta il richiedente, che ha dichiarato una sua interpretazione di un particolare caso o norma, e nel ns caso specifico quindi che considera valida la convivenza in quanto effettiva, può proseguire applicando quanto in questione e cioè chiedere la detrazione per ristrutturazione anche per il coniuge.
    Il problema e' che i CAF senza nulla di scritto negano che si possa applicare perché non vogliono rogne quando saranno eseguiti dei controlli, ancor più da quest!anno che pare che siamo responsabili loro. Anche la mail che dice che ho diritto quindi in pratica non serve perché si deve dimostrare la convivenza e non so che cosa può servire per dimostrarlo.
    Io devo ancora vedere cosa mi prospetta il mio CAF in quanto se non mi arriva la risposta prima, i 120 gg vanno a inizio agosto, che mi pare tardi per presentare il 730.
    Tu puoi fare, attraverso il sito della ADE una mail e chiedere come ho fatto io.ti rispondono l'indomani o dopo un giorno.
    Anche l'interpello si fa con certi criteri e potresti farlo anche tu.
    E' inutile penso che io ti mandi la mia risposta in quanto è indicato il mio nome, e come vedi non e' vincolante neanche per me.
    Quando avrò interpellato il mio caf ti darò risposte più precise, aspetto ancora un po, vedo se arriva la risposta del l'ADE .
    Se vuoi contattarmi marina.ulivi@gmail.com
    Saluti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina