1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. cristiana1975

    cristiana1975 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti, tre mesi fa abbiamo dato disdetta del contratto di affitto agevolato specificando che ce ne saremmo andati con tre mesi di anticipo. Chiaramente il proprietario richiede i tre mesi dovuti e si riserva di trattenere la caparra nel caso l'appartamento non sia in condizioni adeguate. Abbiamo sempre pagato con regolarita' tutti i canoni ed inoltre a gennaio abbiamo scoperto che pagavamo anche le rate di acquisto della caldaia. Quando abbiamo chiesto spiegazioni, sia al proprietario che all'amministratore, non abbiamo ricevuto risposte. Chiaramente non potremo pagare sia i tre mesi di affitto che mancano che la rata del mutuo. Cosa rispondo ai "signori proprietari"? Secondo voi si possono chieder i danni per aver pagato delle somme non dovute?
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, di norma nei contratti di affitto, salvo diversa e specifica pattuizione, il termine di preavviso ( per legge ) per la disdetta anticipata del contratto è di 6 mesi, dico salvo diversa pattuizione perchè potreste anche in sede di sottoscrizione del contratto aver deciso di comine accordo di accorciare tale termine e quindi dichiarare 1/2/3 o altro come termine, questo significa che purtroppo fa fede quello che è scritto sul contratto... tieni presente che se non è riportato niente per default si prende il termine di legge di 6 mesi.
    La situazione, logicamente, prescinde dai termini legali in virtù di un accordo bonario con il locatore ( proprietario ) quindi come in tutte le problematiche legali, il tutto dipende da come e cosa vorrà fare il proprietario, il quale può decidere se e per cosa citarti in giudizio... tieni presente che è tua facoltà dimostrare che la disdetta anticipata è dovuta ha eventi straordinari e non prevedibili, eventi che potrebbero essere valutati positivamente in sede di giudizio.
    Per tutto il resto è fondamentale chiarire che:
    1 - il proprietario ha facoltà, per legge,di richiedere il pagamento dei canoni ( in questo caso 3 )
    2- nel caso ti rifiuti di pagarli potrà citarti e richiederne il pagamento coattivo
    3- in nessun caso ( ufficialmente ) può trattenere le mensilità di caparra a parziale o totale compensazione per i canoni non versati
    4 - l'imputazione del pagamento della caldaia salvo pattuizione non è computabile a te, specie se a tua insaputa, logicamente è fondamentale capire come ti è stata imputabile, se il pagamento occulto è dimostrabile io procederei con la richiesta di rimborso ed eventualmente compenserei con i canoni.
    Per il prosieguo ricorda che tutti gli accordi verbali, salvo siano resi innanzi a testimoni, è opportuno per evitare contestazioni scrivere sempre. Fabrizio
     
    A Gentedimare piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina