1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. umberto

    umberto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, voglio rendervi partecipi di una situazione all'interno del mio condominio e, di conseguenza, avere una vostra opinione. Molti mesi è stato locato un appartamento al terzo piano, esattamente sopra il mio; i conduttori hanno purtroppo cattive abitudini che adesso hanno portato all'esasperazione tutti i condomini. Giusto per citare qualche esempio:
    1) tornano a casa ubriachi alle 4 del mattino suonando al mio campanello;
    2) popolano l'appartamento una dozzina di persone, che apportano notevole caos a tutte e sottolineo tutte le ore del giorno e delle notte;
    3) usano la scala condominiale come area ricreativa e rampa di lancio per biciclette e passeggini;
    4) spesso dimenticano le chiavi di casa, citofonano per farsi aprire il portone e sostano all'interno dello stesso al buio la notte: mi è capitato di rientrare alle 3 del mattino, accendere la luce delle scale e trovarmi d'impatto ad un palmo da due-tre individui in piedi, il che oltre a farti prendere un colpo è anche poco rassicurante:shock:;
    5) spostano continuamente mobili anche la notte, cadono cose sul pavimento che fanno pensare ad un imminente rottura del solaio (ogni volta si affaccia mezzo condominio), volano strani oggetti dalle finestre;
    6) a livello igienico-sanitario lasciano un pò a desiderare: da quando abitano lì fuoriescono dal mio lavandino strani odori nauseanti che mi costringono a tenere sempre le finestre aperte per non parlare dei numerosi insetti e altri animali strani di diverse dimensioni e colori che scendono dalle loro e "girano spensierati" in casa mia.

    Gli inquilini sono stranieri e purtroppo parlano soltanto francese, è pertanto difficoltoso riuscire a capirsi!! Il proprietario gli ha parlato diverse volte ma loro sono piuttosto vaghi a riguardo... a chi mi devo rivolgere??
     
  2. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    devi o, come condominio dovete fare un esposto alla polizia Municipale.
    Chiamare a turno tra i condomini , di notte, la polizia per gravi problemi.
    Chiamare a turno tra i condomini , di notte, i carabinieri per gravi motivi.
    Difficilmente si risolverà subito, ma alla lunga vedrai che andranno via.
     
  3. mf.gestimm

    mf.gestimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se il numero di persone che vive nell'appartamento è elevato in relazione ai metri quadri e le condizioni igieniche lasciano a desiderare potrebbe essere fatta una segnalazione alla Asl. Come chiamare Carabinieri e Polizia magari non porta lontano ma è un tentativo! Se non sono cittadini UE per avere il permesso di soggiorno devono dimostrare che il loro alloggio ha determinati requisiti ed è abitato da un numero adeguato di persone. Partendo dal ridimensionare il numero magari migliora anche tutto il resto... inboccalupo!!
     
  4. Davide Marapodi

    Davide Marapodi Nuovo Iscritto

    Amministratore di Condominio
    Fate una bella segnalazione per inscritto all'amministratore segnalando tutti problemi, la fate firmare un po da tutti. Poi l'amministratore fara un richiamo ufficiale ai signori..che non la leggeranno neanche, ma serve comunque perche inizialmente è l'amministratore incaricato di far rispettare regolamentoe quiete condominiale.
    Fatto ciò chiamate notturne alle forze dell'ordine alla lunga li faranno smettere, segnalando anche a loro poi le condizioni sanitarie.
    Alla fine la smetteranno.
     
  5. umberto

    umberto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    L'Amministratore fa tutto tranne che amministrare il nostro condominio:occhi_al_cielo:, credo potrò soltanto rivolgermi alle forze dell'ordine e alla Asl.
    Grazie mille ;)
     
  6. Immoarmy

    Immoarmy Ospite

    Allora cambiate anche amministratore.
    Già sono cari, figurarsi inutili.
     
  7. b0bby3c0

    b0bby3c0 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    cari in che senso? di solito quanto dovrebbe percepire un amministratore annualmente?
    poi se non sbagliosi prende anche una percentuale sulle rate condominiali..
     
  8. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    la media nazionale del compenso degli amministratori di condomini è di 50-60€ all'anno per u.i.
    4-5€ lordi da imposte e spese al mese

    non confondere le spese condominiali con il compenso amministratori
     
  9. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    amministrare il condominio vuol dire amministrare le parti comuni del condominio, non le abitazioni

    tutto quello che hai elencato è questione privata
    disturbi da parte private a parti private

    se il condominio fà una causa, le prime udienze le passi a discutere se il condominio poteva farla
    un buon avvocato per evitare il rischio di vedersi rigettare l'istanza, sicuramente vi consiglierebbe di farla non come condominio ma come somma di singoli, così da non dover perdere tempo dimostrando che il disturbo era/è di tutti


    fatta questa premessa
    è abitutine degli amministratori di condominio fare comunicazioni di richiamo, molto sinceramente inutili e solo per tentare di accontentare i clienti



    quindi umberto ( insieme agli altri), in qualità di cittadini e quindi titolari di diritti e doveri, anche se non è facile trovare la disponibilità delle istituzioni predisposte che vi diranno rivolgetevi all'amministratore (ma è una *******!!! non abbiamo poteri ... ) ...

    la questura secondo me è la prima a cui rivolgersi, è a loro che si fà la denuncia dei conduttori, quindi sono i titolari del dovere di verificare i reali conduttori

    poi c'è l'asl scrivi una raccomandata, al comune e all'asl

    poi vedi di andare a parlare direttamente o con un responsabile/comandante vigili urbani (ma smontano a mezzanotte, quindi non sono molto utili e per mia esperienza non sono disponibili) o con un maresciallo dei carabinieri se nella caserma vicina ce nè uno "vecchia scuola" purtroppo stanno andando in pensiene, siete a cavallo




    NORMATIVA VIGENTE SUI RUMORE:


    ART. 844 c.c.: vieta la propagazione di rumori che “superano la normale tollerabilità”, tenendo presenti le condizioni dei luoghi (se si tratta di zona industriale, residenziale, oppure zona mista), le esigenze della produzione e la priorità dell’uso. Il limite è molto elastico e va accertato dal giudice volta per volta. Questa norma sancisce principi a carattere generale, non accompagnati da disposizioni tecniche. Indicazioni più concrete sono contenute nel D.P.R. del 1 marzo 1991, che ha stabilito i limiti massimi di esposizione al rumore nelle abitazioni e nell’ambiente esterno. Il livello di rumore ambientale in un appartamento a finestre chiuse, non deve superare i 40 decibel di giorno (dalle 6 alle 22) e di 30 decibel di notte (dalle 22 alle 6).
    A differenza di quanto avveniva una volta, l’immissione di rumore non è più considerata come una violazione di proprietà, ma come una violazione del diritto alla salute, sancito e tutelato dall’ art. 32 della Costituzione. Questa lesione comporta sia il diritto di far cessare i rumori molesti o a ricondurli nella norma, sia il diritto al risarcimento dei danni subiti.
    Se, si vuole andare fino in fondo, occorre prima far accertare la sopportabilità dei rumori. Lo specialista in acustica, può essere chiamato presentando esposto 90 giorni alla Usl della propria zona, che dovrebbe rispondere entro.

    Se necessario, l’art. 659 del c.p., prevede l’intervento dei carabinieri o dei vigili urbani per accertare il disturbo nel momento in cui si verifica.

    Il passo successivo è ricorrere all’autorità giudiziaria perché il problema sia risolto: competente in materia di immissioni è il giudice di pace. A poter agire in giudizio è il danneggiato: il proprietario, l’inquilino, o l’intero condominio rappresentato dall’amministratore (nel caso di immissioni procurate a tutti). Se, poi, si vogliono anche chiedere i danni (biologico, morale e materiale), si deve proseguire con un’altra causa di risarcimento
     
  10. umberto

    umberto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Procicchiani, hai ragione sull'amministratore! La verità è che per altre situazioni "non ha amministrato" le parti comuni e l'ho chiamato spontaneamente in causa qui dove non c'entra nulla (anche se non so di preciso cosa dovrebbe o potrebbe fare) e per le quali aprirò un'altra argomentazione. La difficoltà è che tra condòmini non riusciamo a essere tutti d'accordo; sebbene tutti si lamentino, al momento di muoversi ognuno si ritira perché: "è ma prima o poi smetteranno", "sì non ce la faccio più, fai qualcosa", "ma in fondo, io abito 2piani più giù", "io abito su e non ci sto mai", "io collaboro solo se siamo tutti d'accordo", io io io io ed intendono tutti tu tu tu tu, nessuno che dice noi! Inoltre, il chiasso generato dal piano di sopra non segue sempre gli stessi orari, mi risulta perciò difficile provarlo! Se pure mi rivolgessi alle forze dell'ordine quest'ultime potrebbero fare un sopralluogo proprio nell'unico minuto in cui stanno zitti
     
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'allegato ti può aiutare.......è già un qualcosa....
     

    Files Allegati:

    A umberto piace questo elemento.
  12. umberto

    umberto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    grazie mille antonello :)
     
  13. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ...de nada.............
     
  14. alluna48

    alluna48 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    inserisco il mio problema fra questi che mi sembrano più attienti al mio.
    Abito in una villetta con giardino confinante con altra abitazione dove l'inquilino tiene, nel piccolo spazio prospicente l'ingresso della abitazione, tre piccoli cani che abbaiano alle ore piuù disparate, ma soprattutto spesso e soprattutto nelle ore del riposo pomeridiano (14-16) e la mattina presto. Qualche volta anche in piena notte.
    Ho naturalmente contattato il proprietario che mi ha sempre risposto in modo villano e comunque affatto interessato alla cosa.
    Ho chiesto parere ai vigili, che mi hanno detto che possono andare a controllare, ma se i cani "sono tenuti bene", c'è poca speranza di un cambiamento di situazione.
    In zona sembra che queste molestie riguardino solo la mia famiglia e quella di mio figlio che abita al piano terreno della stessa abitazione (con un figlio piccolissimo spesso svegliato all'improvviso dai latrati dei cani).
    Vi sarei molto grata se poteste darmi un consiglio veramente fattivo perchè non ne possiamo proprio più.
     
  15. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    C'è qualcosina che potrebbe darti una dritta, anche se molto fragile, ma che comunque allego.
     

    Files Allegati:

  16. alluna48

    alluna48 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie mille, vi farò sapere
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina