1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. abellocorporation

    abellocorporation Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Ciao a tutti, apro questa discussione per chiedere:
    se su un immobile, dovessimo verificare la sussistenza di diritti reali di godimento come usufrutto, diritto di uso, abitazione, enfiteusi e contratto di locazione a favore di terzi è sufficiente fare un ispezione ipotecaria?
    Forse da tale ispezione non si evince un contratto di locazione e bisogna andare all' Agenzia delle entrate no?

    L' obiettivo è capire se su un immobile gravano dei limiti all' uso e possesso dovuto a diritti o locazioni nascosti dal proprietario a favore di terzi oppure acquistiamo un immobile presso le aste di enti come la serit che non danno altre informazioni sul bene.
     
  2. richy149

    richy149 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ciao, dipende da cosa cerchi.
    Se le iscrizioni e trascrizioni nascono in base a un atto notarile queste sicuramente le trovi. Nessun notaio rischia sanzioni per non trascrivere. Potrà trascrivere al trentesimo giorno ma trascrive.
    Un discorso a parte invece si deve fare per quelle formalità che derivano da atti giudiziari.
    Se sono iscrizioni giudiziarie, pignoramenti, sequestri, sicuramente le trovi. In questo caso è l’avvocato che non rischia. Vale anche per Equitalia, banche ecc.
    Se invece sono trascrizioni che riguardano diritto d’uso, di abitazione in base a sentenze di separazione o addirittura di cessione di fabbricato in base a separazione o divorzio dipende. So che si sono tribunali (ad esempio Torino) che le trascrizioni delle sentenze le fa direttamente. Altri Tribunali come quelli di Venezia, Treviso e Padova, che demanda al avv.to la trascrizione di dette sentenze. Sicuramente è interesse dell’avv.to trascrivere sapendo che il marito/moglie ha problemi ma sai può farlo anche oltre i 30 giorni sono sentenze gratuite e quindi non paga neanche la sanzione per ritardata presentazione. La puoi trovare anche dopo mesi se non ci sono problemi "di pignoramento" dell'immobile e se i coniugi non hanno particolari problemi.
    Poi ci sono particolari atti di citazione, come ad esempio quelli di causa per usucapione, che non possono essere trascritti ma è trascrivibile solo la sentenza definitiva. Quindi uno fino a sentenza non sa nulla.
    Altro tipo è la citazione per causa di rettifica di confine. In questo caso invece, è trascrivibile solo l’atto di citazione e non la sentenza e quindi se l’avv.to non l'ha trascritta ad origine poi non trascrivi più nulla.
    Per quando riguarda i contratti d’affitto, invece, sono obbligatorie le trascrizioni di quelli che hanno una durata superiore a anni 9 (art. 2643 Cod. Civ.). Per quelli di durata inferiore devi per forza di cose rivolgerti c/o Agenzia Entrate.
    Quindi vedi la casistica è varia. Diciamo che le trascrizioni/iscrizioni che interessano pregiudizievoli di grosso impatto le trovi sempre.
    Spero di esserti stato utile.
     
    A m.barelli, abellocorporation, Bagudi e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. abellocorporation

    abellocorporation Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Ciao richy e grazie :)
     
  4. abellocorporation

    abellocorporation Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Ho riletto con molta attenzione. Sei stato di grande aiuto nella spiegazione. La risposta e molto più che completa. Grazie mille.
    Mi sembra di capire che ad esempio l' assegnazione della casa coniugale quindi facente pare delle trascrizioni sul diritto d' uso può non comparire subito se se ne occupa un avvocato..
    Beh allora una regolare procedura da svolgere sarebbe:
    1 ispezione ipotecaria prima della pubblicizzazione con controllo all' ade di eventuali contratti di locazione
    2 nuova ispezione ipotecaria al preliminare di compravendita
    3 visure del notaio pre-relazione notarile.

    In questo modo si è abbastanza tutelati. Non mi sembra si possa fare di più.

    Per esempio quando si acquista un immobile prima dell' incanto, fino a qualche ora prima dell' atto, non si fa altro che controllare che non si siano aggiunti altri creditori ritardatari nella procedura, e una volta estinti i debiti, per venti giorni non si sa chi possa intervenire ancora. Queste pratiche si che ti fanno stare:basito: in anzia...
     
  5. richy149

    richy149 Membro Attivo

    Altro Professionista
    come hai scritto tu, quella è la procedura più corretta e tieni poi presente che un notaio serio fa l'ultimo aggiornamento delle visure ipotecarie il giorno della stipula, soprattutto oggi che si possono fare tranquillamente dall'ufficio.
    Altra cosa giusta è che la trascrizione e quindi la registrazione, visto che avvengono contemporaneamente, avenissero il più presto possibile dopo la stipula per evitare sorprese sopratutto se si hanno mutui.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina