Michela_Olos

Membro Junior
Agente Immobiliare
Ciao a tutti. Tizio vende a Caio.
Tizio porta all'atto di compravendita una liberatoria in cui "l'amministratore dichiara che risultano regolarmente pagate le spese condominiali dell'anno precedente e dell'anno in corso fino alla data del rogito, salvo conguaglio a fine esercizio, e dichiara inoltre che sono state pagate le spese straordinarie deliberate nell'anno in corso (del rogito). Dichiara inoltre che non ci sono liti pendenti in corso."
Caio, a 6 mesi dopo il rogito riceve il rendiconto delle spese condominiali, ove risulta di sua spettanza una piccola quota (per il suo periodo di proprietà) ed un importo di € 2.000 a titolo di "saldi pregressi negativi" di non si sa quando.
Sentito l'amministratore di condominio, dice che Caio deve pagare l'intera somma, da rifarsi poi su Tizio.
È possibile che tali spese a titolo di "saldi pregressi negativi " vengano addebitate a Caio?
Grazie mille.
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
È possibile che tali spese a titolo di "saldi pregressi negativi " vengano addebitate a Caio?
Solo se sono relative all’anno in corso al momento del rogito , e/o all’anno precedente : solo per quel periodo c’è solidarietà tra venditore e acquirente.
Per i debiti più vecchi, è responsabile il solo venditore, e l’amministratore non può chiedere nulla al nuovo proprietario.
Quindi urge approfondire a che periodo si riferiscono le spese: avendo lasciato la liberatoria, però, direi che l’amministratore non potrà dimostrare facilmente che spettano all’acquirente.
 

Michela_Olos

Membro Junior
Agente Immobiliare
Solo se sono relative all’anno in corso al momento del rogito , e/o all’anno precedente : solo per quel periodo c’è solidarietà tra venditore e acquirente.
Ciao Francesca, grazie. Infatti la liberatoria cita l'anno in corso e l'anno precedente l'acquisto. Secondo me sia venditore che amministratore si vogliono far valere sul nuovo acquirente.... ma con la liberatoria in mano c'è ben poco da fare. Le spese condominiali ordinarie sono state regolarmente pagate dal nuovo proprietario. Per una compravendita avvenuta lo scorso anno ad agosto. Anche se ho qualche dubbio... in quanto Tizio ha portato la "liberatoria condominiale" a mano al momento del rogito. Sembra stano anche il fatto che l'amministratore chieda a Caio soldi arretrati per conto di Tizio, sapendo di aver rilasciato liberatoria condominiale con tutte le spese regolarmente pagate... devo indagare....
 

Michela_Olos

Membro Junior
Agente Immobiliare
Ha ragione l'amministratore, deve pagare l'attuale proprietario, poi si rivarra su chi vuole. Di fatto la liberatoria non serve a niente
L'art. 63 del Codice civile dice che: "Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e quello precedente" aal trasferimento di proprietà.
L'amministratore rilascia documento in cui dichiara che "dalle risultanze contabili Tizio è in regola con i pagamenti delle spese condominiali anno precedente e spese bilancio preventivo anno corrente fino alla data del rogito inoltre risultano pagate le spese straordinarie deliberate nell'anno corrente della compravendita ". Pertanto l'amministratore è responsabile di quel che scrive e firma! Sicuramente è assurdo chiedere debiti pregressi (di anni fa) al nuovo acquirente. Indago e vi tengo aggiornati.
 

philippo

Membro Attivo
Professionista
L'art. 63 del Codice civile dice che: "Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e quello precedente" aal trasferimento di proprietà.
L'amministratore rilascia documento in cui dichiara che "dalle risultanze contabili Tizio è in regola con i pagamenti delle spese condominiali anno precedente e spese bilancio preventivo anno corrente fino alla data del rogito inoltre risultano pagate le spese straordinarie deliberate nell'anno corrente della compravendita ". Pertanto l'amministratore è responsabile di quel che scrive e firma! Sicuramente è assurdo chiedere debiti pregressi (di anni fa) al nuovo acquirente. Indago e vi tengo aggiornati.
L'amministratore è responsabile di quello che dichiara, che fai gli fai causa? Intanto l'attuale proprietario è solidale con il venditore e deve pagare la spese dell'anno precedente e di quello corrente e se vuole deve fare richiesta di rimborso al venditore. Altrimenti va per vie legali. Non è che ci siano altre soluzioni
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità
Alto