1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gattosilvestro

    gattosilvestro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    a seguito di tutto abbiamo smesso di pagare la casa xche esistono le gravi responsabilita dalla parte del perito e dalla banca stesa in quanto hanno consegnato al mom del rogito la perizia atestante lìdoneita del immobile..e da parte della venditrice e del ag immobiliare..ci troviamo in queste condizioni mia moglie 63 anni senza reddito,il marito invalido per ceccita assoluta necessita 'dìaccompagnamento,mio figlio dissoccupato con figlia neonata a carico e moglie che percepisce la maternita pertanto sono residenti a casa mia....ce stata l'asta e adesso nn sappiamo cosa fare..ci butteranno di casa con una pesona disabile e minorenne..vi prego rispondeteci
     
  2. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    Purtroppo l'esecuzione forzata da parte della banca è iniziata..purtroppo queste problematiche sono sempre piú frequenti...e con rammarico..purtroppo questa procedura andrá avanti.....ora se mi chiedi in quanto tempo questo avvenga...è una risposta che nessuno potrà darti....la storia è piena di case in vendita all'asta...che sono in vendita da vari anni addirittura 3/4/5/6 anni.....il problema e che prima o poi...purtroppo dovrai lasciare l'immobile...ma quando.....questo purtroppo non posso dirlo...voi sarete i custodi del bene...e fino ad allora sarete in quella casa....ma purtroppo arriverà quel famoso giorno......e purtroppo non vanno tanto per il sottile....poi ci vorrà comunque il supporto di un avvocato al vostro fianco...io purtroppo non lo sono...che vi aiuti e vi supporta in questo triste cammino...che dovrete affrontare....
     
  3. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :shock:
    poi dicono che le banche non erogano i mutui :confuso:
    ma che banca è mai questa??Scusa capisco il tuo dolore e mi dispiace, ma tu cerca di capire il mio stupore.
     
    A ludovica83 e Rosa1968 piace questo messaggio.
  4. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Se è gia' stata fatta l'asta con relativa aggiudicazione credo che da quel momento hai meno di un anno prima che venga liberata con la forza pubblica.
    Certamente con queste problematiche serviranno almeno 3/4 accessi dell'ufficiale giudiziario prima che ci sia lo sloggio definitivo.
    Mi spiace ma questa è la situazione.
     
  5. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Con la presenza di minori e di invalidi, rivolgiti anche ai servizi sociali, ma come dice Gennaro 63, prima o poi, l'appartamento lo dovete lasciare libero. :triste:
     
  6. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Scusa gattosilvestro, ma quando non capisco una cosa non posso far altro che chiedere spiegazioni altrimenti darei risposte a vanvera ( a caso) , sono fatto così.

    ci sono diversi punti che non capisco in come hai esposto il tuo problema che mi lasciano pensare che non l'hai raccontata proprio giusta (involontariamente è ovvio)


    qui dovresti essere più chiaro, se esistono gravi responsabilità della banca , perito , proprietario , ag immobiliare , (li hai citati tutti) forse dovresti spiegarci al fine di darti il nostro parere soggettivo, quali sono queste gravi responsabilità, perchè se fosse così la parte lesa sei tu .

    secondo punto
    come hanno mai potuto darvi un mutuo nella situazione in cui vi trovate :shock:
    na a quando risale questo mutuo ???????

    scusa ma vedo tante cose strane in quello che hai esposto, ma tanto strane che mi verrebbe di non credere alla loro vericità (ma sicuramente se le hai postate sono vere :pollice_verso: )



    e come è andata quest'asta?
    sicuramente deserta ............
    non dirmi che c'è stato il pazzo che si è aggiudicato un l'immobile con un esecutato con le vostre caratteristiche

    (non ci credo)

    sicuramente sarà andata deserta come il 90% delle aste attuali, dove le perizie dei CTU risalgono a qualche anno fà , quindi decisamente al di sopra dei valori attuali, persino superiori alle offerte del "libero mercato"


    Quello che ti posso dire che ti potrà forse dare conforto che difficilmente riusciranno liberare un immobile con le caratteristiche che tu hai esposto inerenti agli attuali detentori.

    comunque torno a dire (raccontacela leggermente meglio ;) )
     
    A ludovica83, Bagudi, DIEGO BIR e 1 altro utente piace questo messaggio.
  7. gattosilvestro

    gattosilvestro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    a partire dal gennaio 2005 visionai una casa che sia la proprietaria che lagenzia immobialiare mi avevano garantito che era sia sotto l'aspetto urbanistico e ambientale era perfettamente a norma,per quello che abbiamo potuto vedere era il minimo in quanto interamente occupato daI mobili della proprietaria ,la perizia che è stata ordinata dalla banca al perito di fiducia è stata eseguita in data 5-1-2005; nel 1°di febbraio 2005 è stato redatto l'atto di preliminare di vendita dove la proprietaria si assumeva le responsabilità sia civili che penali di consegnarci l'immobile tutto a norma di legge IN QUELLA DATA LA PERIZIA NON RISULTAVA ANCORA ESEGUITA, non ci è stato modo a noi quali acquirenti di visionare la ducumentazione cartacea amministrativa e catastale perchè consegnata dall'agenzia e dalla venditrice direttamente alla banca carige il 13 di maggio 2005 con atto pubblico ,l'atto notarile di vendita con le stesse garanzie riportate nel compromesso (la data fissata per il rogito era per il 30-4-2005 che a causa di mancanza di documenti è stata spostata alla data sopracitata)
    il giorno 14 in possesso delle chiavi potemmo entrare nell'immobile, di seguito riscontrammo alcune anomalie ,facemmo eseguire una perizia da un architetto con verifica dei documenti al comune non che quelle catastali;da questa perizia risultava che i vani al piano terra risultavano essere adibiti ad esercizio commerciale quale forno e genere alimentari, l'immobile in questione aveva la provienienza di donazione e divisione divisa in due lotti A e B il lotto B era priva di ogni diritto abitativo composto da tre vani piano terra e tre primo piano a seguito di ciò è stato chiesto il cambio di destinazione d'uso e le altezze che dal documento catastale risultavano essere 2.55 non erano in armonia con le misure reali cioè 2.40 mentre il piano di piano di fabbricazione prevede ai fini abitativi che l'immobile situato fuori da un centro storico deve avere misure per l'abitabilità di 2,70 metri a seguito di questi accertamenti gli acquirenti avviavano e presentavano alla procura un'esposto querela indicando le persone che vi erano coinvolte:
    -agenzia immobiliare
    -parte venditrice
    -perito carige
    -notaio
    il pubblico ministero accertate le responsabilità sia della venditrice che dell'agenzia per aver presentato al notaio una perizia attestante l'abitabilità dell'immobile che in realtà non ne aveva i requisiti e inoltrava alle parti una citazione a giudizio per la proprietaria e il titolare dell'agenzia per aver commesso un raggiro a danno degli acquirenti.
    a mio giudizio il procedimento penale è stato una farsa,e mi spiego! il procedimento penale riguardava la perizia che i due imputati hanno consegnato al notaio al momento del rogito ,è stata eseguita dal perito della banca, nonchè i due imputati non sono mai stati presenti in aula, pertanto il maggior responsabile era proprio il perito con il beneplacito della banca, il perito stesso sentito come teste era a mio avviso dovuto essere citato a giudizio in quanto responsabile diretto della esecuzione della perizia, in quanto lui stesso ha dichiarato!.
    ho avuto l'incarico direttamente dalla banca e non dagli acquirenti il quale pur avendo ricevuto dalla banca i numeri telefonici degli stessi non ho ritenuto di doverli informare,ha inoltre dichiarato di non aver visionato l'interno dell'appartamento di aver preso visione solo dell'esterno dell'immobile, perchè è proprio questo che alla banca interessava solo la parte esterna e non gli interni , non ho controllato la regolalarità edilizia perchè non richiesta dalla banca, la versione fornita dal notaio rispetto alla perizia dichiara di non averla mai ricevuta in conclusione il penale si è concluso che il fatto non sussiste e concludeva invitando la parte offesa ad avviare una causa civile ed accertare la responsabilità civili e amministrative è chiaro a mio giudizio tra agenzia immobiliare e parte venditrice e il perito della banca e della banca stessa ci sia stata complicità nel concedere un mutuo di 100.000 euro a fronte di 145.000 euro su di un immobile privo di ogni garanzie e di requisiti abitativi,a seguito di un ctu da parte di un tribunale è risultato che l'immobile in oggetto risulta che vi sono stati eseguiti abusi interni ed esterni della struttura con possibilità di essere sanati, mentre in merito alle altezze dell'intera struttura posta su due piani secondo le norme techiche di attuazione non è sanabile.
    quello che ci chiediamo è come ha potuto il comune concedere sia il nullaaosta sia l'abitabilità all'immobile che risulta essere antiigienica e priva di requisiti abitativi senza che fosse rispettato il pdf in allora vigenti e le misure portate a catasto non fossero regolari ??????? inotre l'alloggio se benche risulta esistente il 1°settembre 1967 risulta che da tale data del 1982 era privo di planimetrie catastali e privo dell'abitabilità che gli è stata concessa solo nel 1988 con conseguenti abusi.nonostante tutto il tribunale come fa a mettere all'asta un'immobile con queste caratteristiche .TI PIACE LA FAVOLA? GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE E RISPOSTA PURTROPPO E' PURA REALTA'
     
  8. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    Mi piacerebbe tanto leggere la relazione del ctu del tribunale....io comunque avrei intrapreso una causa civile..con un buon avvocato......con il precedente provvedimento penale... anche se non completo avresti comunque avuto possibilità delle precedenti inadempienze..nella causa civile...io cercherei di far valere i tuoi diritti...e con un buon avvocato....attaccare te......invece di essere attaccato....
     
    A dormiente piace questo elemento.
  9. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Diciamo che le responsabilità del perito sono abbastanza evidenti

    come evidente sembrerebbe la superficialità del notaio

    Credo che già dall'atto di provenienza le anomalie da te descritte dovevano essere identificate oltre che dalla documentazione catastale e gli eventuali titoli di carattere Comunale (licenze o eventuali condoni ) . Prendendo per buono l'ante 67 al fine di mettere in condizione il notaio a poter rogitare , l'accatastamento dell' 1988 cosa prevedeva? un appartamento primo piano e una bottega al piano terra?

    diciamo che sembrerebbe un associazione a delinquere (perito , agente immobiliare, notaio ed eventualmente il direttore di banca)

    la banca quale istituto è anch'essa parte lesa , non vedo quale convenienza l'istituto bancario possa aver tratto da tutto questo.


    diciamo che sotto questo aspetto a chi si aggiudica un immobile all'asta viene dato un tempo entro il quale poter sanare eventuali abusi e regolarizzare l'immobile.

    anche a me piacerebbe molto leggere la relazione del CTU.


    no la trovo alquanto brutta

    Spero che il tuo avvocato sia sufficientemente in gamba , di elementi su cui lavorare ne ha molti.
     
    A gattosilvestro piace questo elemento.
  10. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Ma oltre alla banca, perito ed AI forse c'è qualcun'altro ancora piu' superficiale che compra senza vedere le carte.
    Se non partiamo dal fatto che la legge non ammette ignoranza possiamo fare causa a chiunque. Cosa c'entri poi la banca che perderà i soldi non capisco.
    Mi spiace ma all'atto il notaio non credo abbia indicato dati catastali diversi dal vero quindi...
     
  11. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    solitamente chi compra un immobile non è una cosa che fà tutti i giorni e quindi è ovvio che si affidi a professionisti.


    questo lo peso anch'io e anche a me sembra una cosa molto strana

    però non avendo un riscontro documentale non possiamo far altro che prendere per buono quello che gattosilvestro ha postato

    poi ci potrebbero essere dei piccoli particolari (che involontariamente ha omesso nella descrizione della sua brutta esperienza), che potrebbero lasciare adito ad interpretazioni diverse.

    certo da come l'ha raccontata è una storia quasi incredibile.

    (bottega + appartamento spacciato per unico immobile residenziale - ne notaio ne perito controlla i documenti e nessuno si accorge di nulla - il notaio che dati avrà messo in atto???)


    quindi se pur ante 67 se parli di documenti esistenti in Comune esiste anche un progetto originario e una licenza ???? (eventuali domande di condono visto l'accatastamento successivo al 1985 ???? )

    qui è una contraddizione a quanto in precedenza esposto

    volendo tralasciare e non approfondire il fatto che la provenienza era pure una donazione (ma questo non vul dire può darsi che erano trascorsi i termini per un eventuale azione di riduzione o richieste di restituzione.

    che dire storia ingarbugliata e complessa :pollice_verso:
    comunque non chiara e sempre brutta
     
    A ludovica83 piace questo elemento.
  12. gattosilvestro

    gattosilvestro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino


    per completezza di informazioni
    in relazione alla data 1-9-1997 limmobile è stato venduto con atto notarile composto da due vani a piano terra e garage e tre al piano superiore, invece al momento dell'atto di donazione del 1982 l'immobile che come abbiamo gia detto senza abitabilita' e planimetria catastali a questi vani vengono aggiunti un vano e i servizi per un totale di 7 vani e mezzo dal 82 la proprietaria e donatrice donava ai figli l'intera struttura a e b. al momento della donazione risulta che i vani erano complessivamente 8 vani e mezzo per tanto si denota che aveva subito in modo chiaro degli abusi edilizi in quanto non risulta alcuna richiesta di condono edilizio.
    l'immobile viene diviso in due lotti,il lotto b da me comprato al quale veniva assegnato 3 vani al piano terra e 3 al piano superiore e una cantina interrata ,nel frattempo la proprietaria avendo avuto la donazione e divisione del bene non aveva nessuna possibilita' di poter occupare o abitare la parte da lei avuta in donazione in quanto era priva di locali igienici, non vi era collegamento tra il piano terra e il piano superiore l'ingresso veniva mantenuto per intrambi i proprietari lato a e b,il piano terra era forno e negozio che al momento della richiesta di cambio d'uso doveva apportare quelle modifiche richieste dal pdf
    dal 84 al 88 era ancora senza abitabilita' che gli e' stata concessa nel 1988 con tutte le irregolarita' gia mensionate.
    dall'atto preliminare di vendita come abbiamo gia riferito si era impegnata a consegnare l'immobile perfettamente in regola agli acquirenti in modo ben dichiarato nonche' aggiungo che la parte venditrice su richiesta specifica dell'acquirente e in presenza del notaio chioedeva se gli attacchi fluviali e fognari fosseron a norma la stessa risponde garantisco che gli attacchi fognari e fluviali sono a autonomi e indipendenti e direttamente collegati con la rete fognaria comunale
    e' stato accertato che l'immobile in oggetto e' privo di numero civico sia sul passo carrabile sia sul passo pedonale , in merito all'ingresso alla struttura sia sulla perizia sia sul atto notarile di vendita che il civico indicato in tale documenti risulta essere la proprieta' del confinante e proprieta' del lotto a.
    la parte venditrice dichiara e garantisce di avere eseguito lavori al fine di evitare infiltrazioni di acque piovane provenienti dal sottosuolo con conduttura se non che tale garanzia risulta del tutto falsa in quanto su tutti i 4 lati dei muri del perimetro vi e' una grossa infiltrazione di acqua provienente dal sottosuolo di origine di una sorgente sotterranea, in conseguenza di questi inconvenienti abbiamo fatto intervenire sia la polizia municipale e sia i vigili del fuoco in due occasioni diverse per il fatto che il locale cantina di pari a 28 metriquadri vengono invasi circa da 30 cm di acqua tutto cio che risulta dalle dichiarazioni dellla proprietaria in merito al numero civico agli allacci fognari ai lavori per evitare gli allagamenti incantina non che la mancanza di camera d'aria sotto il locale soggiorno risultano totalmente false!!!! trascritte in perizia


    risposta per la banca !!!!!!!!!
    quali interessi aveva la banca ?
    -l'acquirente verificate le anomalie della casa avvisava la banca di quanto aveva appena scoperto ,la banca risponde che lincarico di eseguire la perizia e' stata data dagli aquirenti mentre questa versione e' stata smentita dallo stesso perito nel momento in cui e' stato sentito come teste in tribunale e dichiarava anche che la prassi della banca e' far firmare agli aquirenti un documento che lo stesso perito dichiara non valido per lincarico di eseguire la perizia ma solo per evitare discussione su chi deve pagare o meno questa perizia ,inoltre la banca dichiara che l'immobile risalente al primo sett 1967confermata dal perito dal loro periot era gia a quella data perfettamente a norma sotto ogni aspetto e cio risulta falso dalla documentazione
    gli interessi della banca erano che dal momento che non avevano richiesto nessun accertamento sulla regolarita' dellimmobile nella parte interna ma essersi interessato solo nella parte esteriore dell'immobile non avrebbe potuto in nessun modo erogare il rogito. accettare una simile perizia significa anche che si assume l'intera responsabilita' del loro perito, pertanto e' chiaro che tra la venditrice e l'agenzia il perito e il beneplacito della banca sia intervenuto un accordo in modo da favorire la vendita di un immobile che al momento della stipula degli atti era privo del benche minimo requisito abitativo


    in merito all'avvocato che ci ha seguiti nel penale , si sente spesso dire anche tramite la televisione che gli avvocati si lamentano che hanno difficolta' a percepire le loro parcelle ,cosa e' successo?????
    il nostro avvocato si riempie la bocca con la sua correttezza deontologica se non che questro signore nellambito del suo ufficio legale sito in alessandria e in ogni fase di procedimento penale non ha fatto nulla e non ha contestato nulla alle dichiarazione del perioto della banca ne alle dichiarazioni del notaio che negava di aver ricevuto la perizia che dichiarava di non aver visionato i documenti se non a livello amministrativo e di non aver controllato la regolarita dellimobile e dichiara che la documentazione consegnatagli dalla venditrice e dalla agenzia immobiliare non era completa ed è stato costretto a rinviare la data nello stesso tempo smentisce le affermazioni della agenzia immobiliare che dichiara di aver consegnato la d0cumentazione al notaio in modo completo neppure in questo caso ha contestato all'agenzia le dichiarazioni che risultano essere false. in merito alla ctu in tale udienza non e' stata presa in considerazione tale perizia ma anzi pur avento avvisato l'avvocato di non fare usare l' integrazione di perizia che si basava su dichiarazioni fornite dal comune senza che fosse eseguito nessun sopraluogo benche richiesto da me , l'avvocato era stato avvisato di opporsi alla presentazione di tale documento in quanto era stata avviata una denuncia a carico del tecnico del comune falso in atto publico , conclusione : il penale si e' concluso come oramai sapete in quanto all'avvocato si sente dire spesso che non riescono a percepire le loro parcelle dai clienti da come ho gia detto cio' e' dimostrato che non e' cosi' poiche' pur io percependo una pensione minima,pu essendo invalido in quanto cieco assoluto e non potendo pagare la cifra richiestami l'avvocato tramite il tribunale ha fatto richiesta all'imps ed ha ottenuto che mi venga effettuta una trattenuta mensile pari ad euro 225, questo fino all'anno 2017 come potete ben vedere gli avvocati sanno come prenderti i soldi !
    sembra incredibile ma e' tutta realta' documentata!!!!!!!!!!!!!!
     
  13. gattosilvestro

    gattosilvestro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    [DOUBLEPOST=1375283457,1375283401][/DOUBLEPOST]a conferma di quanto interamente riportato con la ctu
    1 umidità capillare nel primo piano terra ad un'altezza fino a due metri
    2 muffe nere a corrispondenza dei soffitti in tutti i locali
    3 confermiamo ingresso carrabile e pedonale e civici inesistenti
    4 deformità edilizia lato sud abusivo ma sanabile
    5 demolizione tramezza interna sanabile
    6 le altezze sia del piano terra sia del primo piano risultano essere 2,40 non sanabili
    7 la veranda coperta risulta avere una pendenza contraria alla norma con rischio di allagamento alla camera adiacente
     
  14. gattosilvestro

    gattosilvestro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino


    se posso dare un consiglio utile quando comprate un immobile consultate voi stessi la documentazione oppure fatela consultare a persone fidabili x non andare incontro a brutte sorprese . Non fidatevi dalle banche ne di notai
     
  15. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Che categoria catastale è indicata nel rogito per identificare l'unità immobiliare?
    Come viene descritta l'unità immobiliare nel rogito?
     
  16. gattosilvestro

    gattosilvestro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino

    categoria A/2 classe 1
     
  17. gattosilvestro

    gattosilvestro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    al catasto erano registrate 255 in realta le misure dei due piani verificate da perizia ctu e architecto sono 240...le misure necessarie ai fini x ottenere l'abitabilita secondo il piano di fabricazione sono rich 270...avendo chiesto il cambio di dest d'uso erano necesarie i 270 che nn sono state rispetate ..nel compromeso le responsabilita della proprietaria erano di consegnare al acquirente l'imobile e garantire la conformita degli immobili in ogetto ale prescrizioni catastalòi urbanistiche ed igienico sanitarie vigenti e la piena regolarita edilizia dei beni promessi in vendita.....il venditore garantisce che il bene e stato regolarmente edificato in base a conformita a concessioni edilizie rilasciate dal comune ......[DOUBLEPOST=1375463704,1375463652][/DOUBLEPOST]adesso a cosa andiamo incontro e come ci dobbiamo comportare....la ns situazione e disperata .......come ci dobbiamo comportare.[DOUBLEPOST=1375463743][/DOUBLEPOST]la casa nn ha le carasterische cosi come le dichiara la ctu......e tutto un falso....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina