1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. linda83

    linda83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve,
    i miei genitori per problemi relativi alla vecchia ditta di mio padre hanno perso la casa circa dieci giorni fa, o meglio, dieci giorni fà c'è stato il secondo incanto dell'asta e sul sito internet risulta venduta.
    L'asta c'è stata il 26 gennaio e ad oggi non si è fatto vivo nessuno. Mio padre è stato più volte in tribunale per poter avere informazioni su come sarà l'iter ma purtroppo era sempre affollato e dopo qualche ora di attesa se ne è tornato a casa.
    I miei occupano ancora la casa assieme a me, mia sorella e mio fratello minorenne.
    Vorrei gentilmente sapere cosa avviene ora che la casa è stata venduta, se a noi ci comunicheranno qualcosa o mi vedrò arrivare l'ufficiale giudiziario a sbatterci fuori di casa in pochi giorni e se ci sono dei tempi da rispettare per lasciare l'abitazione.
    Inoltre la casa è stata venduta ad un importo superiore rispetto al debito che aveva mio padre, quindi vorrei sapere se la differenza viene data a noi o meno.
    Grazie.
     
  2. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    Re: Vendita casa all'asta...e dopo cosa succede??

    Innanzitutto bisogna saldare il prezzo di aggiudicazione entro 60 giorni dalla data dell’Udienza. quando il giudice emetterà il decreto di trasferimento, che equivale al rogito notarile nella compravendita tra privati, . Con il decreto di trasferimento inoltre, il giudice ordina al debitore di lasciare l’immobile. Il decreto non può essere contestato, ma se non viene rispettato (come succede nella maggior parte dei casi), come proprietari si può intimare il rilascio della casa entro una certa data. Se ancora il rilascio non avviene, come purtroppo accade spesso, si può chiedere l’intervento della forza pubblica. Questa è una fase delicata, che richiedere 6/8 mesi il giudice saldati i relativi debiti spese etc....la differenza verra' data a voi......mi dispiace molto per questa vostra esperienza...vi faccio i miei piu' sinceri auguri
     
  3. matisse1987

    matisse1987 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Re: Vendita casa all'asta...e dopo cosa succede??

    scusate la mia risposta stupida e fondamentalmente da vero ignorante in materia, premetto che congloberò domande e opinioni:

    1) Perchè il sistema non è formato in maniera adeguata? o meglio, perchè non c'è un iter come quello che tenta di perseguire (a quanto sento dire) dal tribunale di monza? Cioè di far in modo che gli esecutati ancora prima dell'asta, o in prossimità della stessa, sgombrino il locale, o sia avvisati di tale evento, in modo tale che abbiano i tempi e i modi?

    2) il vincitore dell'asta, una volta che salda il prezzo a cui si è agiudicato l'asta ottiene la proprietà dal giudice. Le spese saranno tutte quelle che erano elencate in perizia a meno dell'amministarzione ed eventuali oneri di catastamenteo ecc? Giusto? (dipedne da tribunale a tribunale pure)
    Ma se dopo che l'esecutato non sgombra, al moemnto che si arriva al "momento delicato" cosa si intende? cioè si paga qualcosa? entra la polizia in casa e li caccia a calci? nno capisco, qualcuno che ha vissuto o visto o praticato puo spiegare (anche per far in modo se possibile di evitare tensioni) non credo sia bei momenti
     
  4. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    buongiorno...le procedure in italia sono infinite...non vorrei ne sono la persona piu' adatta a dirlo...cosa e' giusto e cosa non lo sia....oggi chi ruba...con un ottimo avvocato...( non quello d'ufficio ) non si fa' neanche un giorno di galera...non parliamo di politica...poi....quindi non penso di essere il messia...se io iniziassi a fare un elenco di cosa non va' oggi....finiremmo di parlare tra 120 anni.....ci sono delle procedure da rispettare...sapesse quante persone che non hanno titolo non hanno contratti sono messi li....negli appartamenti o aziende per rendere la cosa piu' difficile....lo sa' oggi una causa per sfratto quanto dura??? fino a prova contraria non mi sembra che la gente venga cacciata a calci ne oggi e ne domani..... putroppo di problemi seri nella nostra societa' ce ne sono troppi....io non mi sono permeso di pensarlo minimamente....e alla fine....rendendomi conto dell'educazione con cui si e' espressa linda 83 mi sono permesso....senza falsita' di fargli i miei piu' sinceri auguri...cosa che faccio anche a te.....matisse1987
     
  5. Oris

    Oris Ospite

    @Matisse1987: il tribunale devoe solo garantire il trasferimento dei diritti reali, per il possesso invece si va a buonismo... fino a arrivare alla forza pubblica. Sono gli stessi problemi che incontrano i proprietari di case oggi e per i quali NOn affittano volentieri. I tempi di sfratto medi nella mia provincia sono 11 mesi, se non sono presenti bambini piccoli o persone malate, altrimenti ti scordi la casa fino a quando non trovano una sistemazione pubblica e quindi ti trovi a dover cercargliela te (proprietario). Non hai mai sentito parlare di affitti con scritto non bambini piccoli o no diversamente abili? Adesso sai il perchè.

    Pensavi di vivere in uno stato di diritto? :triste:

    ...

    Considerate che si può fallire o essere esecutati per molte ragioni...

    Una delle più freuqenti oggi, purtroppo, non è la amla gestione o la mala fede, ma è il cambio repentino del trattamento da parte degli istituti di credito che sta facendo chiudere aziene a valanga.

    IN pratica, oggi hai un fido per 250mila euro e ti arriva la telefonata del direttore che il fido ti è stato ridotto a 50mila, quindi devi rientrare: alla svelta.

    Ma purtroppo i tuoi debitori sono nella stessa situazione, e quindi non ti pagano manco per il tubo e tu.... fallisci.

    Le banche, dopo aver mangiato sul niente, giustamente si trovano nella condizione di far diventare questo niente, qualcosa, e lo fanno sulla pelle di chi invece crea ricchezza in italia: le aziende.

    Scusate l'OT.
     
  6. matisse1987

    matisse1987 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ok ma io continuo a non capire. Qui abbiamo un caso in cui l'esecutato (linda83) (o parte della famiglia esecutata) si promuove per muoversi, e da quello che mi pare di capire è un caso raro.
    Ecco, ma il mio discorso è, se giorno xx del mese xx e dell'anno xxxx si fa la perizia (sempre che avvenga con l'aiuto degli esecutati), non si potrebbe far partire da li la richiesta di sgombero, dato che spesso e volentieri, passano da un'anno (nei casi fortunati per il tribunale) a molto di piu da quando avverrà la vincita del'asta?
    Voglio dire, se il tribunale si muovesse prima, si avrebbero meno disagi per il cmpratore, per il tribunale e per l'esecutato. Cioè boh, magari viaggio io di mente
     
  7. Oris

    Oris Ospite

    No no, tu hai ragione da vendere.... non so risponderti su quale possa essere la ragione... a parte un certo modo itlaico di fare le cose...
     
  8. Francesca Cecchini

    Francesca Cecchini Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Non entro nella polemica sulla giustizia in Italia (ne avrei a iosa...), rispondo solo a Linda per spiegare quel che succederà.
    Entro 60 giorni (come detto) chi si è aggiudicato l'asta dovrà saldare il prezzo, a quel punto il tribunale darà il decreto di trasferimento dell'immobile.
    Normalmente, il proprietario (perchè a quel punto, chi ha comperato all'asta è il proprietario, vi contatterà per dirvi di aver acquistato l'immobile e per accordarsi sul riulascio. Nel caso in cui non si raggiungerà alcun accordo, inizieranno le procedure di sfratto.
    In ogni caso, ho quasi sempre visto accordi in questa sede, e spero lo raggiungiate anche voi, ciao!
     
  9. matisse1987

    matisse1987 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma quindi c'è un contatto diretto tra esecutato e acquirente? io credevo di no, per il fatto della privacy ecc ecc. Ma allora ho delle domande da porre :D :

    1) L'acquirente puo fare proposte all'esecutato o è fuorilegge? es. facciamo un contratto di affito annuale a rinnovo ecc, (se si sanno i motivi perchè si è arrivati all'asta, magari si ha la semi-garanzia che avverrrà il pagamento) oppure puo fare proposte di aiuto economico, esempio "donazione" di 5000 euro per sgomberare l'immobile quasi immediatamente senza causare danni ecc avendo circa un anno di affitto pagato? Cioè una specie di, io ti aiuto ma tu non fai danni e vai via veloce cosi io ricavo veloce dall'immobile ecc? non so potrebbe anche essere illegale.

    2) entro i 60 gg l'acquirente paga, il tribunale dà il passaggio di propietà il giorno stesso o apssa del tempo? L'accordo è preso entro una data, esempio divento proprietario l'1 febbraio chiedo che avvenga entro fine febbraio, se no avviene? posso cercare di conviencere e la polizia è a scelta del nuovo proprietario o avviene dopo un tot di tempo, esistono spese?

    Le mie domande sono fatte, perchè molto probabilemente mi troverò a dover far svuotare dei locali, e immagino già la situazione, sono umani e vorrei far in modo di "aiutarli" per quello che è fattibile.
     
  10. luisa69

    luisa69 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ho vissuto anche io una situazione simile alcuni anni fa ma leggendo mi e' venuta la pelle d'oca poiche' mi sono ricordata di quanda sofferenza questa situazione ha provocato a me e a tutta la mia famiglia . Alla fine noi figli siamo riusciti a comprarci a l'asta l'intero immobile di 4 piani ma credimi la sofferenza e' stata d'avvero tanta. L'unico consiglio che sento di volerti dare anche se non ti conosco e' di essere forte e pensare che non e' la fine del mondo la cosa piu' importante e' che voi restiate uniti sostenendovi a vicenda e pensare che alla fine cambiare casa e magari anche ambiente puo' essere per voi un inizio di una vita magari piu' povera perche' bisogna iniziare tutto da capo ma senza problemi e preoccupazioni . Ti faccio tantissimi auguri e spero di risentirti piu' avanti piu' serena di oggi.
     
    A Valex e rominabis piace questo messaggio.
  11. linda83

    linda83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti per il sostegno e le risposte che mi avete dato!
    Quindi io mi devo aspettare che entro fine marzo mi arrivi una comunicazione dal giudice che la casa è del sig. ** e poi saranno loro a contattarci per proporci varie soluzioni o comunicarci di lasciare la casa entro tot giorni e in oltre possiamo prendere qualche soldo della differenza tra il debito e il prezzo di vendita della casa.
    La cosa che mi preoccupa è che per andare in affitto pretendono 3 mesi in anticipo, quindi circa 2000 euro...mamma mia, speriamo bene.
    Comunque volevo anche dire che noi lasciamo subito la casa senza farla troppo lunga e quindi senza arrivare ai 7/8 mesi perchè non sarebbe giusto per noi perchè per quei mesi continueremo a soffire e poi mio padre ha sbagliato in passato ed è giusto pagare per quegli errori.
    Grazie mille di nuovo!
     
  12. La comunicazione non ti dovrebbe arrivare dal giudice ma dal nuovo proprietario, che ti notifica il decreto di trasferimento (gli ci vogliono alcuni mesi per averlo) e il precetto di rilascio (in cui ti da 10 gg dalla ricezione della comunicazione). In questa occasione saprai chi ha acquistato e ti metti daccordo per avere qualche mese per trovare una sistemazione. In teoria già chi ha curato la vendita dovrebbe dirti se è stata aggiudicata, a quanto e da chi!E' quantomeno un tuo diritto avere copia del verbale!Potrebbero ad esempio esserci irregolarità e tu avresti 20gg di tempo per opporti con un legale....
    Al di là di questo di solito dalla data in cui ti viene detto di uscire di casa a quando effettivamente esci passa qualche mese, dopo alcuni accessi dell'ufficiale giudiziario se necessario o perchè avrai trovato un accordo bonario con il nuovo proprietario. Sembri una persona a modo e spero che ti vengano incontro per rendere meno brusco possibile il passaggio. Saluti, Domenico
     
  13. rho

    rho Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Linda 83, ho letto dell'aggiudicazione da parte di qualcuno della casa di tuo padre.
    La situazione non è semplice; Per capire come stanno le cose sarebbe necessario sapare nel dettaglio come stanno efettivamente le cose. Il modo migliore sarebe leggere la perizia che è stata disposta dal giudice e pubblicata sul sito dove risulta in vendita la casa, o altrimenti proprio presso la cancelleria del tribunale o dell'ente delegato (nella mia città esiste un ufficio per le aste delegare ai notai).
    FAtto questo si può cominciare a capire come stanno le cose e riparare, per quanto possibile, il riparabile o coumnque magari potersi organizzare in modo adeguato.
    Se hai bisogno di informazioni più dettagliate, una volta ottenuta la perizia. o anche per riuscire ad ottenerla o conoscere i dati dell'aggiudicatario puoi scrivermi all'indirizzo [INTERVENTO DI MODERAZIONE: PER MOTIVI DI PRIVACY E SICUREZZA NON SI POSSONO PUBBLICARE SUL FORUM INDIRIZZI, e-mail E NUMERI DI TELEFONO. PER CONTATTARE GLI UTENTI APRI UN TOPIC O USA LA MESSAGGERIA PRIVATA DEL FORUM. GRAZIE].
    Non abbatterti!!! A tutto c'è una soluzione!
    Ciao.
     
  14. Non credo sia il caso di dare delle false illusioni. Se c'è stata una vendita Linda ne è a conoscenza e ha già gli estremi della procedura esecutiva, con i quali in tribunale (cancelleria esecuzioni immobiliari) può prendere visione del fascicolo. Potrebbe darsi che la vendita sia stata delegata a un notaio o avvocato e quindi il fascicolo è in suo possesso (anche questa cosa dovrebbe essere nota). Detto ciò la perizia non serve a un granchè! Quella dice solo cosa è stato posto in vendita e come è stato stimato (con tutti i dettagli di trascrizioni,atti,ipoteche e pignoramenti). Se la perizia o tuttii gli atti antecedenti la vendita non fossero regolari sarebbero comunque trascorsi i termini per l'opposizione agli atti esecutivi, visti i tempi obbligatori tra avviso di vendita e vendita stessa! Serve unicamente il verbale per essere certi che ci sia un aggiudicatario e chi è. Per il resto c'è poco da fare. Solo se il compratore viene meno (non versando nei 60gg il saldo e perdendo quindi quanto già versato per partecipare alla vendita) la aggiudicazione è revocata e si rifà la vendita. Cercare di allungare i termini con cavilli legali allunga solo le tribolazioni (e i costi), ma a quanto mi risulta le possibilità di annullare una vendita eseguita sono pressochè nulle!
    Il mio parere è che la soluzione si trova eventualmente prima della vendita, con accordi a stralcio, piani di rientro, riduzioni di pignoramento ecc, e non dopo che questa ha avuto luogo, quando ormai i giochi sono fatti e i creditori vedono già rientrare i crediti....Credo Linda voglia semplicemente capire cosa accadrà nei prossimi mesi, e come organizzarsi per rendere il meno traumatico possibile il tutto.
     
  15. Francesca Cecchini

    Francesca Cecchini Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Esatto, quanto alla domanda che qualcuno mi poneva, se erano possibili contatti diretti tra aggiudicatario e ex proprietario, perchè no?
    L'asta è pubblica, e una volta che si è acquisito l'immobile certo che i contatti ci possono essere.
    Come giustamente diceva non ricordo chi, verrà notificato l'atto di aggiudicazione e il precetto per rilascio, una volta che si ha quello potrà anche linda mettersi in contatto con l'avvocato che ha seguito la vendita e proporre lei stessa qualche soluzione (tipo non proseguire con l'esecuzione e ci impegnamo ad andarcene entro 2 mesi, o facciamo un contratto di affitto, o che so io). Per esperienza di solito è la soluzione più ragionevole!
     
    A bruno80 piace questo elemento.
  16. bruno80

    bruno80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Quoto in pieno Francesca, e aggiungo che, anche se sono soluzioni dolorose, bisogna viverle per ciò che sono: soluzioni. Cara Linda83 vedrai che potrete vivere molto più serenamente senza il peso dei debiti, per cui non scoraggiarti e facci sapere come vanno le cose! Auguri!
     
  17. Romeobolz

    Romeobolz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Io mi sono aggiudicato una casa ad un'asta publica ed è successo questo:
    Entro 60 giorni ho pagato tutto.
    Appena saldato il tribunale ha effettuato il rogito e mio ha trasmesso l'atto di proprietà.
    Lo sfratto per l'esecutato (scusate la crudezza), è immediato, nel senso che ha la precedenza assoluta su tutti gli altri sfratti che devono essere eseguiti.
    Comunque ho comunicato all'esecutato che ero il nuovo proprietario e mi sono messo daccordo con lui per il rilascio.
    Sapete cosa mi hanno proposto? se ero daccordo nel vendere a loro ( altri componenti della famiglia) l'immobile ad una cifra superiore ( naturalmente) di aggiudicazione.
    Devo essere sincero, mi hanno fatto pena ed ho accettato, ho venduto l'immobile al figlio ( l'esecutato era il padre) ad un prezzo superiore del 30% di quello di aggiudicazione più le spese.
    Comunque se ciò non avveniva, ribadisco che lo sfratto comunicato tramite atto giudiziario, ha precedenza assoluta su tutti gli altri, e comunque non passerebbero più di due tre mesi, ma naturalmente dipende dalla città in cui si risiede) dalla notifica.
    Mi dispiace per per quanto sta avvenendo a questa ragazza, ma se potete trattate con chi si è aggiudicato l'immobile, e sinceri auguri.
     
  18. Peter Pan

    Peter Pan Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Piccolo OT hai pagato la plusvalenza subito al notaio? Che percentuale e come viene conteggiata?
     
  19. aleardi

    aleardi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Cara Linda,
    sono dispiaciuto per quanto sta accadendo alla tua famiglia e ti faccio i migliori auguri perchè tutto si svolga in modo meno traumatico possibile.
    Per poterti essere, spero, utile, ho bisogno di alcune informazioni supplementari.
    Di che tribunale si tratta? Te lo chiedo perché, come già detto in altra occasione, benché " la legge è uguale per tutti", da un tribunale all’altro variano alcune procedure. Cmq. La legge recita:


    Articolo 608 - Modo del rilascio.
    L'esecuzione inizia con la notifica dell'avviso con il quale l'ufficiale giudiziario comunica almeno dieci giorni prima alla parte, che è tenuta a rilasciare l'immobile, il giorno e l'ora in cui procederà.
    Nel giorno e nell'ora stabiliti, l'ufficiale giudiziario, munito del titolo esecutivo e del precetto, si reca sul luogo dell'esecuzione e, facendo uso, quando occorre, dei poteri a lui consentiti dall'art. 513, immette la parte istante o una persona da lei designata nel possesso dell'immobile, del quale le consegna le chiavi, ingiungendo agli eventuali detentori di riconoscere il nuovo possessore.

    Nella realtà, di solito, il periodo che viene concesso, in presenza di particolari problematiche (figli piccoli, invalidi ecc. ) sono 30 giorni.
    Per avere notizie sull’esito della vendita vi dovete rivolgere al’incaricato della vendita, che molto probabilmente è un professionista che non ha un ufficio presso il tribunale competente, e che sicuramente tuo padre ha conosciuto.
    Per quanto riguarda la liberazione dell’immobile, se alla data stabilita dall’ufficiale giudiziario, questi trova ancora l’immobile occupato si rivolge alla forza pubblica per lo sgombero forzato. Nella realtà prende appuntamento con i carabinieri che, spesso oberati di lavoro, non sempre mantengono. Credo quindi che, dal momento in cui riceverete la visita dell’ufficiale g., possiate contare ancora su un periodo di tre mesi.
    Maurizio
     
  20. Romeobolz

    Romeobolz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Piccolo OT hai pagato la plusvalenza subito al notaio? Che percentuale e come viene conteggiata?

    Peterpan


    La plusvalenza è stata dichiarata nella dichiarazione dei redditi e mi è stata tassata con l'ultimo scaglione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina