1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. tizzle

    tizzle Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    pochi giorni fa hanno smontato dei ponteggi montati sul mio terrazzo per il rifacimento delle facciate del palazzo. Una volta smontati ho riscontrato dei danni evidenti sulla pavimentazione come ad esempio la rottura di diverse mattonelle nonchè il sollevamento di una parte consistente dell'intero pavimento.
    Dato che tale pavimentazione si trova nel mio terrazzo e ha fatto base d'appoggio dei ponteggi, ho contatto l'amministratore di condominio, per chiedergli conto ed avvisarlo. Questo, nello specifico mi ha chiesto una lettera dove spiegavo l'accaduto e la descrizione dei danni. Dallla consegan della lettera sono trascorsi 10 giorni, nessuna notizia, io continuo ad avere la pavimentazione del mio terrazzo "inagibile" e a questo punto non so se rivolgermi ad un avvocato. Pensavo, in alternativa di scrivere una nuova lettera da inviare all'amministratore in cui si esorta il ripristino dei luoghi entro una certa data dopo la quale, in caso di inadempienza farei intervenire una ditta per eseguire i lavori di ripristino fatturando a nome del condominio o stornando la spesa da me sostenuta dalle quote condominilali che stante così la situazione mi appresto a non pagare fino alla fine del contenzioso. Che faccio?:rabbia:
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Occorre verificare se il rigonfiamento della pavimentazione è stato dovuto ai lavori e non al semplice fatto che a causa di microinfiltrazioni d'acqua al di sotto della pavimentazione con l'escursione termica dovuta al caldo si verifica il rigonfiemento della pavimentazione.
    In caso prima di spendere ulteriori soldi in avvocati e quant'altro la stessa lettera inviala per raccomandata e vedi se l'amministratore almeno verifica l'accaduto assieme ad un tecnico.
     
    A STUDIO MAROCCO piace questo elemento.
  3. tizzle

    tizzle Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ho inviato la raccomandata A/R. all'amministratore, telefonicamente mi ha riferito che contesterà la cosa al direttore dei lavori. Hai ragione Salves quando dici che sicuramente l'escursione termica con l'infiltrazione ha creato il danno, infatti rompendo le mattonelle si sono create degli spazi in cui si e' infiltrata l'acqua. Il problema sta nel fatto che non vorrei che la cosa si trascinasse nel tempo senza una soluzione.
     
  4. STUDIOMINUCCI

    STUDIOMINUCCI Membro Assiduo

    Amministratore di Condominio
    Il mio consiglio è di non alterare assolutamente lo stato dei luoghi : vanificheresti con le tue stesse mani ogni possibilità di verifica del danno patito e, conseguentemente, perderesti il diritto ad ogni risarcimento!

    Invia la tua contestazione, sempre per raccomandata, anche all'impresa oltre che all'amm.re ed assegna loro in termine perentorio entro il quale effettuare i sopralluoghi di verifica e la stima del danno, minacciando di rivolgerti ad un legale in caso di loro inerzia oltre il termine assegnato.
    E se non dovesse muoversi nulla, non resterebbe che rivolgersi davvero ad un legale.
     
    A STUDIO MAROCCO piace questo elemento.
  5. tizzle

    tizzle Membro Attivo

    Privato Cittadino
     
  6. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Nel caso tuo procederei con il seguente sistema
    - se sei ancora in tempo diffiderei l'Amministratore a corrispondere all'Impresa la rata di saldo finché non sia definito, nella fase di Accertamento regolare esecuzione del Direttore dei lavori, l'eventuale riconoscimento e, se del caso, il ripristino del danno arrecato ad un terzo come sei tu.
    - in contratto o nel Capitolato d'Appalto dovrebbe esserci una clausola che si riferisce all'Assicurazione dei danni contro terzi e gli estremi della polizza
    assicurativa vigente che dovrebbe avere fornito l'Impresa
    - se riconosciuto tale dal Direttore dei Lavori nella fase anzidetta, l'Impresa dovrà o ripristinare direttamente il danno od avvalersi della propria Assicurazione nel quale caso è opportuno che tu abbia già un preventivo come base per la richiesta di risarcimento e per l'eventuale sopralluogo del Perito dell'Assicurazione
    - se per qualche motivo il danno fosse riconosciuto dal D.L. e tale procedura non possa essere espletata nei termini anzidetti, il Direttore dei lavori dovrebbe concludere l'Accertamento regolare esecuzione trasmettendo all'Amministratore un conto finale in cui è applicata la detrazione corrispondente al risarcimento del tuo danno.
    Un saluto
     
    A STUDIOMINUCCI piace questo elemento.
  7. 450

    450 Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Per esperienza personale aggiungo alle corrette notazioni precedenti che è utilissimo allegare alle varie informative che denunciano gli inconvenienti provocati dai lavori una documentazione fotografica, possibilmente con lo stato dei luoghi prima dei lavori e quello successivo, con data su file, che documenti quanto è oggetto di contenzioso. Ciò può aiutare in modo oggettivo a risalire ad eventuali responsabilità altrimenti oggetto, spesso, di estenuanti discussioni sul chi, come, quando ecc....
    Io consiglio sempre ai miei clienti di effettuare, ed io stesso realizzo sempre, foto esplicative prima, durante ed a lavori finiti perchè eventuali inconvenienti, che possono sempre capitare durante lavori edili, possano essere più facilmente analizzati ed addebitati a chi effettivamente ne è la causa. Cordialità.
     
    A STUDIOMINUCCI piace questo elemento.
  8. tizzle

    tizzle Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Vi aggiorno sulle ultime:
    l'amministratore ha risposto alla mia raccomandata e sono stato contattato dal direttore dei lavori. Quest'ultimo si è preso l'impegno di sistemare le mattonelle rotte ed eventualmente di pavimentare la zona sollevatasi con le infiltrazioni. Il problema è trovare le mattonelle di colore uguale, questo week end ho fatto il giro della città e non le ho trovate, ora non so cosa fare. Il Direttore dei lavori mi ha dato la disponibilità nel ripristinare la zona rovinata ma qualora non si dovessero trovare le mattonelle sarei costretto a vedere dei rattoppi sulla pavimentazione del mio terrazzo. Ora si continuerà nella ricerca, in caso negativo proporrò alla ditta di ripavimentare tutta la pavimentazione ( 30 mq circa ) accollandomi il costo delle mattonelle pur di uscire dal contenzioso.
    Che ne pensate?:confuso:
     
  9. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    E' la soluzione più breve, meno dispendiosa e corretta rispetto all'accaduto.
     
  10. STUDIOMINUCCI

    STUDIOMINUCCI Membro Assiduo

    Amministratore di Condominio
    Io penso che (non volermene) la cosa si prospetti meno semplice di quel che può sembrare .

    In questo senso : cambiare la pavimentazione di una terrazza, SE non si vogliono guai in futuro, vuol dire anche...rifare massetto , impermeabilizzazione e soglie.
    Tu paghi le mattonelle, e ok.
    Ma è chiaro chi pagherebbe tutto il resto (che costa molto di più)?

    Spero che ti rispondano anche i Professionisti Tecnici (quale NON sono io) del Forum.

    Fossi in te, così...su due piedi, preferirei chiudere la questione accettando che i punti di rappezzo della pavimentazione, visto che non si trovano le stesse piastrelle, siano STUDIATI e trasformati in "intarsi decorativi" : il tutto, ovviamente, a spese integrali di chi ha creato il problema.
     
  11. 450

    450 Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Io ritengo che si debbano focalizzare alcuni dettagli:
    - se prima dei lavori la pavimentazione fosse integra e non presentasse ammaloramenti;
    - se il pacchetto pavimentazione/massetto esistente sia completo di impermeabilizzazione sottostante;
    - se rotture e sollevamenti della pavimentazione imputabili ai ponteggi siano tali da aver compromesso, anche in limitate porzioni di superficie, la tenuta dell'impermeabilizzazione.
    Ritengo che sia da tener presente che seppure si posassero a regola d'arte le sole porzioni di pavimentazione sollevatesi (ma le pavimentazioni posate come si deve dovrebbero essere su di un nuovo massetto) e qualora fosse stata anche di poco intaccata l'impermeabilizzazione e non si ripristinasse la sua perfetta tenuta, l'acqua meteorica ed il relativo ghiaccio invernale potrebbero col tempo generare infiltrazioni e problemi all'intradosso del terrazzo coinvolgendo la proprietà sottostante. (Sarebbe poi preoccupante se la terrazza fosse copertura di un sottostante appartamento) L'acqua tra l'altro non è detto che se penetra in una certa posizione segua in percorso perpendicolare e si manifesti all'intradosso in proiezione, ma, sotto la membrana, segue percorsi preferenziali dovuti alla consistenza della soletta, disperdendosi quindi anche in differenti direzioni.
    Secondo me, visto che piastrelle uguali non si trovano, le superfici interessate sembrano essere percentualmente rilevanti, le cause dei danni provocati sembrano accertate, le procedure per evitarli erano possibili, (e rilevato che tutto corrisponda alla realtà dei fatti) si potrebbe concordare un rifacimento dell'intera superficie del terrazzo con parziale ineteressamento economico di tizzle in una misura da stabilire con buon senso (visto che il terrazzo non nuovo e già gravato da una certa usura risulterebbe di fatto ripristinato integralmente).
    Cordialmente
     
  12. tizzle

    tizzle Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Accordo raggiunto!!
    Rifacimento completo della pavimentazione a carico della ditta che ha provocato il danno, le mattonelle saranno a carico mio.
    Nonostante questa spesa inaspettata sono soddisfatto, riconosco di aver trovato un interloquitore molto educato e corretto e di questi tempi non è poco!!;)
     
  13. 450

    450 Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Molto bene! Ora, secondo me, sarà utile che il Dirett. dei Lavori segua con un certo scrupolo la procedura di rimozione e successiva ricostruzione del pacchetto pavimentazione con particolare riguardo a sormonti e risvolti della membrana impermeabilizzante ed alla protezione del massetto dalla pioggia, che potrebbe danneggiarlo nella fase di asciugatura.
    Un saluto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina