1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. fabrizio64x

    fabrizio64x Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    cosa rientra nelle spese innovative e come debbono essere ripartite ?
    Esempio: Se si cambia un mezzo adibito per il giardinaggio (Trattorino) con uno nuovo è una spesa innovativa ?

    Grazie a tutti per le eventuali risposte.

    Fabrizio
     
  2. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    Il codice civile non dà la definizione di innovazione pertanto bisogna prima comprendere che cosa sia un’innovazione e le ragioni della relativa disciplina. L’innovazione, come dice la parola stessa, è un qualcosa di nuovo che prima non c’era e che migliora una precedente situazione. L’innovazione può riguardare una cosa o un servizio comune già esistente, così che si può considerare mutazione e/o trasformazione del bene o del servizio rispetto alla sua originaria destinazione, o essere una nuova cosa o servizio comune.

    Così applicando questi criteri generali e generici, la giurisprudenza ha definito l’innovazione come "le modifiche materiali o funzionali dirette al miglioramento, uso più comodo o al maggior rendimento delle parti comuni" (Cass. civ. 26 maggio 2006 n. 12654).

    Pertanto non è possibile catalogare preventivamente gli interventi al fine di considerarli o meno delle innovazioni. Certo è che l’elemento indispensabile delle innovazioni è l’essere "dirette al miglioramento o all'uso più comodo o al maggior rendimento delle cose comuni".

    Ciò sta a significare che un qualsiasi intervento, per quanto gravoso, non è di per se da considerarsi innovativo se non possiede questi requisiti, i quali vanno valutati caso per caso in relazione alla situazione di fatto esistente.

    Per quanto esposto si può ritenere che la sostituzione del trattorino, se non riparabile il vecchio, è anche possibile classificarla tra le innovazioni (se per esempio non è il medesimo modello ma uno con carattristiche superiori) ma che non rivesta caratteristiche tali da farla considerare voluttuaria e quindi consentire ad alcuni condomini di non partecipare alla spesa (credo che questo sia il punto)
    Kurt
     
    A panetto piace questo elemento.
  3. fabrizio64x

    fabrizio64x Membro Attivo

    Privato Cittadino
    grazie della risposta, cmq il punto verte sulla suddivisione di spesa, c'è chi la vuol suddividere in parti uguali chi invece in millesimi di proprieta.
     
  4. panetto

    panetto Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    l’acquisto del “trattorino”non dovrebbe rientrare tra le” innovazioni” ma, tra le spese relative alle proprietà comuni indivisibili e, pertanto, poste a carico di tutti indistintamente i condomini, in proporzione alle rispettive quote millesimali di comproprietà.
     
  5. fabrizio64x

    fabrizio64x Membro Attivo

    Privato Cittadino
    grazie, infatti è come pensavo, ma ci sono sempre i furbetti che vorrebbero la suddivisione in modo diverso !
     
  6. panetto

    panetto Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ovviamente è una mia considerazione........
     
    A topcasa piace questo elemento.
  7. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    A panetto piace questo elemento.
  8. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    Attenzione che sono aspetti differenti e non devono essere confusi

    Come ho esposto il concetto di innovazione non è determinabile acriticamente ma in ragione di un'analisi della tematica. Pertanto, è sbagliato - da un punto di vista giuridico - fare affermazioni che non considerino quanto indicato dalla giurisprudenza, cioè senza considerare le caratteristiche proprie dei due mezzi
    Considerando l'evoluzione tecnica possiamo presumere che sia più facile ricadere nell'innovazione piuttosto che meno.

    Piuttosto in condominio vale il concetto di spesa voluttuaria o eccessivamente onerosa. Non tutte le innovazioni sono voluttuarie o eccessivamente onerose mentre alcuni rifiuti d'innovazione possono comportare spese voluttuarie o eccessivamete onerose.
    Su questo aspetto alcuni condomini potrebbero opinare sulla sostituzione del mezzo e sulla scelta di un determinato modello anzichè uno meno costoso.

    Il problema di definizione non è di poco conto in quanto da questa scaturisce la delibera assembleare, l'obbligazione di pagare le relative spese, i soggetti tenuti e misurazione del loro contributo.

    Non conoscendo la proposta e relativa delibera se nessuno si oppone a tale spesa ma cerca di ottenere solo una diversa ripartizione (fatto salvo il principio che con il consenso delle parti tutto si può fare), trattandosi di un bene presumibilmente comune, si può considerare che generi un'utilità proporzionale alle rispettive proprietà individuali e che in ragione di questo deve seguire tale suddivisione.

    Solo in base a questo ragionamento si può applicare la tabella di proprietà.
    Cioè per l'utilizzo che sarà fatto nel giardino comune del suddetto trattorino.

    Ma ostacoli potrebbero sorgere in ragione della delibera, delle dichiarazioni effettuate in sede di voto dai condomini e dalla mancata opposizione degli assenti nei termini previsti dalla normativa.

    Piuttosto sarebbe interessante conoscere le ragioni di coloro che vorrebbero una suddivisione flat
    Kurt
     
    A Rosa1968 e panetto piace questo messaggio.
  9. fabrizio64x

    fabrizio64x Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Sicuramente la suddivisione flat viene detata dal costo e dai millesimi di proprietà.
    Piccolo esempio :
    i millesimi di mia proprietà sono circa 4,75 altri hanno dei millesimi fino ad arrivare a 100.
    Su una spesa di 17.000 la mia quota parte sarà ca. 80/90 € altri pagheranno cifre molto più importanti.

    saluti
     
  10. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    Fabrizio
    con suddivisione flat intendo, come da te indicato, divisione per parti uguali senza considerare i millesimi, cioè se non ho compreso male il tuo post precedente

    17.000 / numero condomini.

    Su questa suddivisione se non ho capito male nasce la mia curiosità da un punto di vista giuridico, l'unico che h un senso quando ci sono opinioni contrastanti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina