• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

MarcoCormano

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera, sono nuovo del portale, grazie innanzitutto a chi risponderà.

Cerco di sottoporre il problema nel miglior modo possibile, perché credo sia complesso.

È venuto a mancare mio nonno, proprietario di un appartamento con cantina in uno stabile di 16 appartamenti con relativi 16 box. I box sono accatastati (proprietà del condominio) con mappale, particella e subalterno.

Ora mia mamma ha ereditato tramite testamento olografo in esclusiva rispetto agli altri eredi tutta la casa (con atto di transazione di due avvocati). Finita questa pratica devo fare la successione volturando le utenze a mia mamma.

Cosa devo mettere negli immobili? L’abitazione e per i box la quota millesimale di ognuno?

Perché ora dovrei venderla, ma il notaio degli acquirenti mi fa storie perché secondo lui, dopo la successione, comunque il catasto non volturera le utenze e quindi mia mamma non risulterà intestataria dei box.

Grazie e buona serata

Marco
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Non si capisce molto.
I box sono in comproprietà fra tutti i condomini ?
Se è così, forse hai sbagliato a promettere in vendita casa+ box, perché puoi vendere solo casa+ quote di comproprietà di 16 box.
Ma forse ho inteso male.
 

MarcoCormano

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno, grazie per la risposta.
Si i box sono in comproprietà con tutti i condomini. Io all'acquirente ho spiegato la situazione, e lui la ccettata. Adesso è il notaio che gli fa storie per fare l'atto. Anche perchè la perizia per il mutuo la banca l'ha fatta solo sulla casa, dato che i box sono in comproprietà per un sediciesimo su tutto. Quindi da quello che ho capito dovremmo fare l'atto senza il box ma solo con la casa. Diventando proprietari della casa, diventano proprietari anche delle parti comuni, ovvero di 1/16 di tutti i box. Corretto?

L'altra domanda è: io comunque devo inserire un sedicesimo di ogni subalterno in dichiarazione di successione?

grazie per la risposta
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
in successione va l'unità abitativa per intero ed il box come comproprietaria per la quota di 1/16.
i box hanno catastale assestante e diverso dell'appartamento (come sembra), quindi problemi io non ne vedo !!!!
 

MarcoCormano

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Grazie. No infatti per la successione, la domanda era se devo inserire tutti e 16 i subalterni e indicare il possesso della quota di 1/16. A quello che mi scrivete, la risposta è si.

Il problema invece nasce con l'atto notarile. Il notaio mi dice che a catasto i subalterni sono di proprietà del condominio quindi lui non può intestarli ai nuovi acquirenti. Ma secondo in atto si può mettere che i nuovi acquirenti sono proprietari in quota parte (1/16) delle parti comuni, dato che sono condomini (e quindi parte del condominio).
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Quindi I box non sono accatastati in blocco con unico subalterno, ma ognuno ha il suo? Se è così ha ragione il notaio, al massimo verifica che ogni appartamento non abbia l'uso esclusivo di un box, questo riporterebbe alla decenza una situazione a mio avviso imbarazzante.

Inoltre chiedo a tutti se le parti comuni, in questo caso i box ma può valere anche in generale, vadano divise pro n. Appartamenti o secondo i millesimi di proprietà?
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Se i box non sono accatastati in blocco con 1 solo subalterno, e invece vi sono 16 box ciascuno con il proprio sub. ed estremi catastali .......direi che è una situazione particolare.
Non avrebbe senso dare 16 sub. e poi destinare i box come parte comune condominiale, quindi concordo sulla situazione "imbarazzante".
chiedo a tutti se le parti comuni, in questo caso i box ma può valere anche in generale, vadano divise pro n. Appartamenti o secondo i millesimi di proprietà?
è una bella domanda. Dipende da quello che è indicato nel rogito.
> se nel rogito è indicato, per esempio:
con comproprietà dei box al piano seminterrato ........allora trattandosi di comproprietà le quote dei box sono uguali per tutti prescindendo dai millesimi.

resta sempre il caso strano dei 16 subalterni
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
problema invece nasce con l'atto notarile. Il notaio mi dice che a catasto i subalterni sono di proprietà del condominio quindi lui non può intestarli ai nuovi acquirenti. Ma secondo in atto si può mettere che i nuovi acquirenti sono proprietari in quota parte (1/16) delle parti comuni, dato che sono condomini (e quindi parte del condominio).
Dipende da cosa hai promesso di vendere: se hai promesso per iscritto in un contratto che gli venderai casa +box, evidentemente non puoi rispettare l’impegno preso.
Se gli hai promesso casa+ quote comuni vari box, sei a posto.
Se non hai firmato ancora nulla, potete fare come è meglio per tutti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

manukka ha scritto sul profilo di John S..
john S. ho bisogno di parlarti sto in una situazione simile alla tua mio padre finge volere aiutare e vuole vendere casa . lui non si é mai interessato scrivimi su facebook ok? https://www.facebook.com/manuela.amari.92
StefyC88 ha scritto sul profilo di Fran77.
Certamente! Senza problemi mi puoi contattare in privato, non ti nego che conosco il Salento, anche perché sono Pugliese, più specificatamente di Foggia, ma vivo a Roma, quindi sarebbe magnifico se potessimo collaborare insieme. Aspetto tue notizie! A presto
Alto