1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La moglie, persona fisica, é l'unica erede e vuole vendere o affittare l'ufficio della società ma....dopo aver fatto l'accettazione dell'eredità, non riesce a chiudere la Società. Qualche professionista da lei interpellato le ha risposto che per chiudere la Società dovrebbe entrare come socio. Per voi é corretta questa interpretazione e come farebbe a entrare come socio se l'unico socio era suo marito deceduto? Vi ringrazio fin d'ora se potete aiutarmi.:basito:
     
  2. gaspol1960

    gaspol1960 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno.
    Direi che la soluzione suggerita sia corretta. Con qualche precisazione.
    Innanzitutto, trattandosi di una Società di capitali, per giungere allo scioglimento occorre passare attraverso la fase della liquidazione: la relativa decisione spetta esclusivamente ai Soci - o, in questo caso, al Socio. La quota di titolarità della Società (in questo caso, pari al 100%) rientra nell'asse ereditario, e, dunque, va inserita nella dichiarazione di successione che l'erede dovrà presentare.
    Quanto ai rapporti con la Società, l'art. 2470 c.c. stabilisce che il trasferimento delle quota di partecipazione dev'essere iscritto nel libro dei soci, e depositato presso il Registro delle Imprese competente per territorio. Nel caso di trasferimento mortis causa, questi adempimenti andranno effettuati dietro presentazione della documentazione richiesta per l'annotazione nel libro dei soci degli analoghi trasferimenti per le S.p.A. (ossia, ai sensi del r.d. n. 239/1942, certificato di morte del socio defunto; copia del testamento, se esistente; atto di notorietà, giudiziale o notarile, attestante la qualità di erede e legatario - attenzione, non dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoritetà... E' invece irrilevante la presentazione all'Agenzia delle Entrate della dichiarazione di successione). Ovviamente, trattandosi di S.r.l. unipersonale, anche per l'erede-nuovo socio dovrà essere depositato presso il Registro delle Imprese una dichiarazione dalla quale risulti il cambio della persona del Socio, al fine di non perdere il beneficio della responsabilità limitata.
    Una volta compiuti tali adempimenti, l'erede- nuovo socio potrà mettere in liquidazione la Società - vendendo o comunque monetizzando le attività e pagando i debiti - e quindi procedere alla sua chiusura.
    Spero di essere stato chiaro.
     
    A Roby, Limpida e Bagudi piace questo elemento.
  3. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
  4. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ti ringrazio molto, anche per la celerità:applauso:
     
  5. gaspol1960

    gaspol1960 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Prego. Chiedo venia per la prosa contorta, e per le piccole sgrammaticature. Lieto, comunque, di essere stato utile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina