• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Loredana Mella

Membro Junior
Privato Cittadino
Salve, volevo sapere se è possibile far passare una scala interna, che accede alla mia cantina non avendo fatto richiesta. O se posso farla ridisegnare ad un gaometra e far chiedere il permesso per costruirla (anche se già c'è.
 

Allegati

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
L'ho giè contattato e mi ha detto che la devo richiudere, ma è un architetto di parte perchè lavora a comune
Se ti ha detto che la devi chiudere ( immagino tu intenda che devi ripristinare la situazione precedente), significa che non è possibile sanare la situazione.
Non credo che lavorando in Comune ti dia info sbagliate, ma certo era meglio chiamare un tecnico “indipendente”, perché adesso in Comune conoscono la situazione abusiva, e devi per forza mettere in regola ( sanando o rimuovendo).
Ti toccherà consultare altro tecnico, se non ti fidi
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Il problema non è la scala ma l'intera cantina che non è assentita in termini di titolo edilizio che non la contempla in toto.

Trattandosi di cantina quindi un volume totalmente interrato non dovrebbero (dico non dovrebbe ) incidere sui parametri urbanistici ma ciò non toglie che si debba sanare. Credo che ad un certo punto dovrai scegliere se sanare pagandone la salatissima oblazione da pagare al comune oppure ripristinare perché appunto i costi sarebbero troppo elevati.
Forse lArch del comune a questo faceva riferimento

Per un riscontro devi consultare un tecnico di tua fiducia.

PS: cosa centra il certificato urbanistico, il titolo più appropriato e' Cantina da sanare o affine
 
Ultima modifica:

brina82

Membro Senior
Professionista
Salve, volevo sapere se è possibile far passare una scala interna, che accede alla mia cantina non avendo fatto richiesta. O se posso farla ridisegnare ad un gaometra e far chiedere il permesso per costruirla (anche se già c'è.
Concordo sul fatto di sentire altri tecnici.

Probabilmente ti ha detto di chiudere perchè nei casi in cui la sanatoria comprenda opere strutturali, le cose si complicano in maniera diabolica: in teoria il Comune, venuto a conoscenza di un abuso che riguarda le strutture, dovrebbe far partire una denuncia alla Procura della Repubblica, quindi si va sul Penale, anche se poi il reato viene comunque prescritto (così mi hanno sempre detto, ma non mi è mai capitato). Comunque, meglio evitare, anche perchè poi non ho idea su come si possa sistemare l'aspetto relativo al foro e alla scala.

Tuttavia, non sempre l'orientamento dei Comuni è questo. A volte, è possibile trovare anche altre soluzioni.

Se senti un tecnico che si occuperà della pratica urbanistica (sceglierai anche uno strutturista per la pratica al Genio Civile), vedi cosa ti dice.

Io farei così: potresti presentare una SCIA (non in sanatoria, ma SCIA e basta), e nell'ante operam, fatte le verifiche del caso, indicare lo stato autorizzato. Farete anche una pratica al Genio Civile, rinforzando opportunamente il solaio e progetterete la struttura della scala (a meno che non dichiariate essere in legno o acciaio, scala prefabbricata, in quel caso non si progetta, almeno nel Lazio è così (vi sono i diversi regolamenti regionali da seguire), ma sempre la pratica strutturale per il foro dovrete fare).
 
Ultima modifica:

brina82

Membro Senior
Professionista
Concordo sul fatto di sentire altri tecnici.

Probabilmente ti ha detto di chiudere perchè nei casi in cui la sanatoria comprenda opere strutturali, le cose si complicano in maniera diabolica: in teoria il Comune, venuto a conoscenza di un abuso che riguarda le strutture, dovrebbe far partire una denuncia alla Procura della Repubblica, quindi si va sul Penale, anche se poi il reato viene comunque prescritto (così mi hanno sempre detto, ma non mi è mai capitato). Comunque, meglio evitare, anche perchè poi non ho idea su come si possa sistemare l'aspetto relativo al foro e alla scala.

Tuttavia, non sempre l'orientamento dei Comuni è questo. A volte, è possibile trovare anche altre soluzioni.

Se senti un tecnico che si occuperà della pratica urbanistica (sceglierai anche uno strutturista per la pratica al Genio Civile), vedi cosa ti dice.

Io farei così: potresti presentare una SCIA (non in sanatoria, ma SCIA e basta), e nell'ante operam, fatte le verifiche del caso, indicare lo stato autorizzato. Farete anche una pratica al Genio Civile, rinforzando opportunamente il solaio e progetterete la struttura della scala (a meno che non dichiariate essere in legno o acciaio, scala prefabbricata, in quel caso non si progetta, almeno nel Lazio è così (vi sono i diversi regolamenti regionali da seguire), ma sempre la pratica strutturale per il foro dovrete fare).
Aggiungo che presentare una pratica SCIA con ante-operam congruente col titolo (ma non corrispondente allo stato dei luoghi), potrebbe essere una forzatura, ma è questo il normale iter progettuale: nell'ante operam ci va l'ultimo titolo assentito, e non lo stato dei luoghi, ovviamente.

In teoria si dovrebbe richiudere il foro chiamando degli operai (e riaprirlo dopo autorizzazione), ma si rischierebbe solamente di fare più danni; a volte è necessario avere un po' di buon senso.

(Buon senso che per fortuna ha anche qualche tecnico comunale, rivolto alla risoluzione dei problemi, e non a complicarli)
 

Loredana Mella

Membro Junior
Privato Cittadino
Il problema non è la scala ma l'intera cantina che non è assentita in termini di titolo edilizio che non la contempla in toto.

Trattandosi di cantina quindi un volume totalmente interrato non dovrebbero (dico non dovrebbe ) incidere sui parametri urbanistici ma ciò non toglie che si debba sanare. Credo che ad un certo punto dovrai scegliere se sanare pagandone la salatissima oblazione da pagare al comune oppure ripristinare perché appunto i costi sarebbero troppo elevati.
Forse lArch del comune a questo faceva riferimento

Per un riscontro devi consultare un tecnico di tua fiducia.

PS: cosa centra il certificato urbanistico, il titolo più appropriato e' Cantina da sanare o affine
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Chi si accampa in giro è re sopra il feudo mio ma regina è lei che alta si schiude al mio regal desio
Vorrei porre un quesito agli esperti. Sono proprietario di un modesto terraneo cat.C/3. Mi viene richiesta la locazione da parte di un potenziale conduttore che vorrebbe usarlo come deposito e/o vendita di fotocopiatrici , calcolatrici etc. Io ho chiarito che nel contratto avrei specificato l'uso esclusivo del cespito in base alla C/3. Si può fare? A cosa si va in contro sia il locatore che il conduttore?
Alto