1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mgim

    mgim Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Salve a tutti. Vorrei un consiglio.............. Sto visionando i documenti di una compravendita di un mio cliente e nel rogito che mi ha consegnato non risulta ne il D.I.A. (dato che era stato presentato prima della compravendita) e ne l'agibilità dichiarando che l'immobile è stato costruito prima del '67. Ora dato che questo D.I.A esiste ed è in data 16/05/2006 (a nome del vecchio proprietario), che il rogito è stato stipulato in data 16/09/2006, che l'avvenuta denuncia di variazione ha data 7/11/2006 e che in ultimo il primo rogito (vecchio proprietario) è stato stipulato il 31/03/2006................. mi domando tutto questo è lecito? Il Notaio sicuramente non sapeva nulla della D.I.A. ma non ha nemmeno allegato al secondo rogito le planimetrie catastali e neanche la divisione interna dell'appartamento. Mi sorge il dubbio che non sia nemmeno stata richiesta l'agibilità a fine lavori...............
    Grazie in anticipo.
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    L'obbligo di menzionare gli estremi del protocollo delle planimetrie catastali conformi allo stato di fatto è in vigore dal 01/07/2010, quindi il fatto che nei rogiti non esiste ne recitazione di tali estremi e ne copia delle planimetrie è regolare.

    Da quanto hai descritto secondo me la situazione non presenta abusi tranne che, quanto realizzato, non sia conforme alla dia rilasciata.

    Per quanto riguarda la regolarità urbanistica sia nel rogito del 31/03/2006 che in quello del 16/09/2006, dovresti trovare che l'immobile è antecedente il 1967 e che non ha subito variazioni suscettibili ad autorizzazioni o diciture simili.

    Per la dichiarazione di regolarità urbanistica va detto che la dia doveva essere citata nel rogito del 16/09/2006 in quanto la stessa era già stata rilasciata prima della stipula.

    Il fatto di non averla citata può costituire reato di falsa dichiarazione in atti pubblici ma solo se qualcuno lo fa notare, mi domando chi potrebbe avere tale interesse ?.

    Adesso quando si procederà a ulteriore rogito qualche notaio più puntiglioso potrebbe chiedere lumi circa la variazione del 7/11/2006 successiva al rogito del 16/09/2006, ma risponderete che il tutto è stao regolarmente autorizzato con dia del 16/05/2006 solo che non è stata menzionata in rogito (attenzione sempre che quanto allo stato di fatto è conforme alla dia menzionata, altrimenti c'è abuso), come vedi dipende dalla pignoleria del notaio.

    Il tutto per quanto di mia conoscenza ed esperienza in caso simile, che però non fa la regola.

    La regola corretta era di menzionare la dia nel rogito del 16/09/2006, il che comportava pure variazione catastale prima dello stesso rogito.

    Per quanto riguarda l'agibilità occorre dire che non è obbligatorio averla tranne che l'acquirente ne fa precisa menzione di averla prima del rogito.

    L'agibilità inoltre è uno dei documenti principali che richiedono quasi turre le banche per erogare mutuo, intendo dire quasi tutte perche c'è ne sono alcune che non gli importa nulle che il certificato cìè o non c'è.
     
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Forse non è vero che non gliene importa, quanto che sono consapevoli realisticamente che ci sono tanti immobili senza abitabilità...
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Adesso non ricordo chi, ma in un'altra discussione sono stato messo in dubbio quando scrissi che le banche lo chiedevano per l'erogazione del mutuo altrimenti non lo concedevano in sua assenza, sono stato corretto che non tutte lo richiedono altrimenti a Roma nessuno acquisterebbe.

    Adesso tu mi dici quello che dicevo prima, mi pare che tale certificato per le banche sia un optional a seconda del mercato loro di vendita soldi.
     
  5. mgim

    mgim Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Grazie a tutti. Era quello che pensavo anch'io. Solo che ad oggi i Notai sono diventati molto pignoli e sicuramente la differenza delle date potrebbe creare di problemi al venditore. Staremo a vedere. Un saluto Giusy
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina