• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

StLegaleDeValeriRoma

Membro Assiduo
Professionista
Quando si acquista in condominio è sempre consigliabile informarsi su eventuali pendenze per oneri condominiali dell'immobile non saldate e, consiglio abituale in fase di nostra assistenza legale alla parte aspirante acquirente, scrivere per tempo all'amministratore p.t. e ottenere una risposta formale per gli degli eventuali crediti condominiali.... ancora insoluti da chi vende.
Questa verifica è da farsi, sottolineo, prima di sottoscrivere preliminari o proposte di acquisto presentate dai mediatori che, salvo casi di veri professionisti, non dedicano attenzione a questo particolare.

La Corte di Appello di Torino, in una controversia in materia, decideva positivamente pro regolamento sul presupposto espressamente affermato: "il regolamento condominiale di natura contrattuale può disporre a carico dell’acquirente condomino l’accollo di debiti maturati, costituenti "obligationes propter rem", da parte del condomino dante causa in esercizio precedenti" all’acquisto.
La Cassazione, diversamente dal giudice di merito, di recente con la sentenza del 12 aprile 2019 n. 10346 della II sezione civile ha confermato i principi per cui "in tema di condominio negli edifici, la responsabilità solidale dell’acquirente di una porzione di proprietà esclusiva per il pagamento dei contributi dovuti al condominio dal condomino venditore è limitata al biennio precedente all’acquisto, trovando applicazione l’art. 63 disp. att. c.c., (già) comma 2, e non già l’art. 1104 c.c., atteso che, ai sensi dell’art. 1139 c.c., le norme sulla comunione in generale si estendono al condominio soltanto in mancanza di apposita disciplina" (Cass. 27 febbraio 2012, n. 2979).

La sentenza del giudice piemontese è stata cassata confermando l'assunto per cui il regolamento condominiale non può stabilire obbligazioni ultra termini ex art. 63 d.att. c.c.ovvero che tutti i debiti accumulati oltre il biennio anteriore all'acquisto possono essere richiesti al nuovo proprietario dell'immobile.
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
ritengo che con gli obblighi stabiliti a carico dell'amministratore dalle normative attuali non dovrebbero sussistere debiti ultra biennali senza che ci siano state azioni legali atte al recupero con relativi pignoramenti. Poi in realtà si tende ancora a tergiversare visti i costi delle azioni legali perciò è sempre meglio avere la liberatoria dall'amministratore prima di andare al rogito. In paesi più evoluti non si rogita senza certificazione dall'amministratore.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve vorrei chiedere un informazione molto importante hai fini di non essere raggirato, io abito lontano dovrei conferire una procura speciale a vendere degli immobili ha un avvocato , il fatto e questo una volta che la mia procuratrice, va dal notaio incassa gli assegni della vendita, la procuratrice mi scriverà sulla procura obligo di rendiconto , però dicono che si dovrebbe aprire un conto apparte per versare ?
Cioe la mia procuratrice non potrebbe versare in automatico sul suo conto .poi dopo una settimana saranno disponibili lei mi dovrebbe bonificare ha me . Mi potete indicare una procedura da starmene tranquillo? Senza correre rischi ? Che centra aprire un altro conto?
2 minuti fa
Alto