1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. vtsfedde

    vtsfedde Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Oggi chiaccherando con una persona é emerso questo dubbio (come da titolo)
    Supponiamo che mio figlio sia inquilino di un qualsiasi appartamento. Io, il padre ,investo dei miei fondi per fare dei lavori in questo immobile e renderlo migliore. Ho diritto alle detrazioni ? O meglio, ho diritto alle detrazioni nonostante io non sia legato in nessun modo a questo immobile ?
    Grazie
     
  2. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
  3. vtsfedde

    vtsfedde Membro Junior

    Agente Immobiliare
    grazie per la segnalazione Brubo. Ho dato una lettura veloce e dalle prime pagine sembra che abbia si diritto alle detrazioni il padre in questione (nel mio esempio) ma solo se fosse convivente con il figlio (nel mio esempio).

    Potete confermare?
     
  4. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    :ok: Le istruzioni per la compilazione del modello 730/2015, a pag. 51, precisano che: “Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile [intendendosi per tale l’inquilino] oggetto dell’intervento, purchè abbia sostenuto le spese e le fatture ed i bonifici siano a lui intestati. E’ ammessa la detrazione anche nei casi in cui le fatture e i bonifici non siano intestate al familiare convivente, purchè la percentuale della spesa sostenuta dallo stesso sia indicata nella fattura”. Il requisito della convivenza, in sostanza, sostituisce il titolo ordinariamente necessario per dimostrare la disponibilità dell'immobile. Per completezza, il rapporto di convivenza deve sussistere all’atto di inizio dei lavori (Agenzia delle Entrate, risoluzione n°136/E/2002, pag. 2).
     
    Ultima modifica: 24 Gennaio 2015
    A Bruno Sulis e dormiente piace questo messaggio.
  5. vtsfedde

    vtsfedde Membro Junior

    Agente Immobiliare
    perfetto, grazie ancora. Quindi diciamo che il padre in questione, visto che non è convivente con il figlio, non recupera nulla.
     
  6. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Certo, è proprio così.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina