1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. 3224carovigno2

    3224carovigno2 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,sono nuovo del forum,vi prego di aiutarmi.Tra un anno mi sposo e la mamma della mia futura moglie possiede una casa.La casa è da terminare,mancano porte e finestre,mattoni,sanitari,insomma c'è da spenderci su almeno 80mila euro per poterci abitare.Questa spesa sono disposto ad affrontarla io,però il problema è che voglio tutelarmi anche.
    Mi spiego:la mamma della mia ragazza è pronta ad effettuare una donazione dell'immobile a favore della propria figlia.Il problema è che io voglio essere proprietario al 50% dell'immobile,visto che devo spenderci un bel pò di soldini.C'è chi mi ha detto che se la madre fà l'atto di donazione a favore della figlia dopo che noi ci siamo sposati al comune,e siamo in comunione dei beni,sono proprietario al 50%,c'è chi mi ha detto che in realtà non è cosi e che l'unico modo per essere proprietario al 50% dell'immobile è che la madre faccia una donazione in favore della figlia del 50% dell'immobile e la vendita dell'altro 50% dell'immobile a mio favore,naturalmente ad una cifra simbolica,visto che andrò a terminare la casa dove vivrà sua figlia.
    Vorrei capire qual'è il modo giusto per ottenere la proprietà del 50% dell'immobile.
    Spero di essermi spiegato bene,aspetto vostri consigli ed indicazioni e spero che mi aiutate a risolvere la questione.
    Vi ringrazio in anticipo. Luca
     
  2. disastro

    disastro Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao.. Non credo sia cosi semplice rispondere al tuo quesito. La tua futura moglie è figlia unica spero, se non altro perchè una donazione fatta solo a lei poi rientrerebbe lo stesso nell'asse ereditario. Supponendo che sia figlia unica credo che faresti meglio ad accordarti prima con la tua futura moglie rispetto al pagamento della relativa ristrutturazione magari a metà ciascuno altrimenti parti un po' troppo prevenuto e non è mai di buon auspicio.. magari non ti sposare e fai direttamente un atto di convivenza in cui stillate i diritti ecc di entrambi.. Sposarsi facendo già i conti per un "non si sa mai" scusa la franchezza.. chi te lo fà fare?? Se avrete dei figli in qualsiasi caso la casa resterebbe a lei e tu con 50% di proprietà avresti solo oneri con relativa difficoltà ad acquistare poi da solo una prima casa.. Ripeto.. scusa la franchezza, lontando da me voler offendere chiunque..
    Camelia
     
  3. 3224carovigno2

    3224carovigno2 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    non ti devi scusare,anzi ti ringrazio della risposta.Scusa se ne approfitto,ma un eventuale atto di donazione da parte della madre a favore della figlia sarebbe piu opportuna prima o dopo il matrimonio in comune? E poi un altra cosa:io per poter ottenere un mutuo o prestito da parte della banca,a mio nome,per poter finire questa casa,devo risultare in qualche modo che io abbia a che fare con questa casa giusto? quindi donazione dopo il matrimonio,e condivisione dei beni va bene?Ah,la mia ragazza ha un fratello,quindi donazione o è più opportuno qualche altra soluzione per il passaggio mamma/figlia?
    Scusami se ti ho fatto tante domande ma sono inesperto su queste cose.Ti ringrazio.
    Ciao,luca
     
  4. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Ti conviene fare una vendita vera e propria, la donazaione può portare dei problemi futuri sulla rivendita dell'immobile in caso accada.

    La richiesta di mutuo la fai proprio per addivenire all'acquisto e ristrutturazone dell'immobile, eviterei la donazione.
     
  5. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare

    :ok::ok::ok:
     
  6. antonellifederico

    antonellifederico Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    :applauso::applauso::applauso:
     
  7. disastro

    disastro Membro Junior

    Privato Cittadino
    Esatto.. non sono esperta in materia immobiliare ma sono appassionata. La donazione rientrerà comunque nel quadro della successione con relativi disagi per te inquanto ti ritroverai a ripagare una casa già pagata. La tua futura suocera dovrebbe fare i conti con il valore della casa e far sì che l'altro fratello non venga svantaggiato economicamente. Cioè.. se dà qualcosa a uno dei figli deve dare qualcosa dello stesso valore all'altro, altrimenti, nel momento in cui non ci sarà più anche se passeranno molti anni e avrete ristrutturato di sana pianta la casa, rientrerà nell'asse ereditario e dovrete darne metà del valore al fratello. Piuttosto, se non c'è altro da dare al fratello, vi mettete d'accordo che la fate ristrutturare insieme poi la vendete e vi prendete la metà ciascuno, oppure la valutate allo stato attuale e date la metà del valore al fratello poi fate un vero atto di compravendita a matrimonio avvenuto perchè rientri nella comunione dei beni. Guarda che è più complicato di quanto sembra.. Sati molto attento sopratutto al fratello..
    Camelia
     
  8. antonellifederico

    antonellifederico Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    ma se la madre vendesse il 50% della proprietà al futuro marito della figlia e successivamente (nello stesso giorno) fa un atto di donazione sia alla figlia (restante 50%) ed al figlio (presumo che la madre abbia altre proprietà; se non altro la casa in cui risiede attualmente)?
     
  9. disastro

    disastro Membro Junior

    Privato Cittadino
    Mi sembra troppo complicato ed i costi non sono nemmeno quelli da poco..
     
  10. antonellifederico

    antonellifederico Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    sicuramente, ma visto che ci sono bei soldini e diritti da tutelare lo è anche il caso proposto
     
  11. Immanuel

    Immanuel Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Concordo
     
  12. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    :ok:


    non è così in quanto i beni provenienti da donazione sono beni personali, non compresi nella comunione legale tra i coniugi.

    non cambia nulla, se le cose van male sui soldi e sui figli si litiga cmq, calcando strade meno battute del diritto, più lunghe e complesse...

    il proprietario deve firmare per l'iscrizione dell'ipoteca, renderndosì così di fatto garante..

    meglio una vendita, la donazione crea problemi in fase di circolazione del bene ed erogazione di mutui in quanto revocabile e, ove fatta in favore di futuri eredi, assoggettabile a collazione.
    la vendita fatta dopo il matrimonio in comunione dei beni ti assicurerebbe la metà della proprietà.

    in ogni caso, tieni traccia di ciò che spendi e alla fine fai firmare a suocera e moglie un riconoscimento tipo "riconosco che luca ha speso x euro per l'esecuzione delle operer di ristrutturazione del mio immobile sito nel tal posto..." per scrupolo estremo, potresti far fare una perizia di stima del valore dell'immobile ante lavori..

    semplificando enormemente: chi esegue opere migliorative su beni altrui ha diritto di ottenere il rimborso di quanto speso o cmq il corrispettivo dell'aumento di valore del bene
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina