1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gtgt

    gtgt Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,

    sono alle prese con la situazione seguente:
    - atto di compravendita del 2006 con sola indicazione del n. di licenza di costruzione (del 1973).
    - messa in vendita dell'immobile
    - richiesta da parte della banca dell'acquirente di una copia del certificato di agibilità per il mutuo
    - addetti ufficio comunale urbanistica non reperibili (sul sito del comune i certificati non sono disponibili online)
    - notaio che ha redatto l'atto in ferie
    - il tecnico di fiducia mi dice che per il mutuo alla banca potrebbe bastare il n. della licenza di costruzione e di verificare con l'acquirente questa possibilità

    Quello che mi chiedo: se per caso il certificato di agibilità non fosse mai stato richiesto da chi costruì il palazzo, si può chiedere a posteriori dopo 43 anni?

    Grazie mille per qualsiasi risposta
     
  2. Key

    Key Membro Attivo

    Altro Professionista
    No.
    Ci vuole altro p.d.c.
    Ma il certificato di agibilità NON è obbligatorio per costruzioni ante 2009(mi pare,non ricordo bene).
    Ma che chiede la banca?Agibilità per una casa del'73?
     
  3. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Si, con integrazione di altre certificazioni e/o documenti che adesso sono obbligatorie per il rilascio dello stesso.
    La produzione del certificato di agibilità è un documento necessario per la banca dovuto alla procedura relativa all'erogazione del mutuo a favore dell'acquirente che la banca a cui si è rivolto attua, all'ente erogatore del mutuo non importa quando è stato realizzato l'immobile.
     
  4. Manovale

    Manovale Membro Junior

    Altro Professionista
    In Emilia Romagna sulla modulistica per la SCIA c'è ampio spazio dedicato a
    " Richiesta d' agibilità senza opere"
    Non è così automatico
    occorre reperire i precedenti titoli abilitativi, e verificare la rispondenza, in questo forum è stata esaurientemente trattate la situazione " Ante 67" " Ante 54" Ante 42 o da quelle parti,
    occorre verificare se gli impianti furono eseguiti prima o dopo della 10/89 ( C' erano 2 anni per installare il differenziale "
    Poi si può chiedere
     
  5. gtgt

    gtgt Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie per le risposte.
    Essendo la costruzione stata effettuata negli anni 73-74 gli impianti sono ante 89 e post 67.
    Per il resto, se ho capito bene, è necessaria una documentazione di impianti e certificazioni come se il palazzo (e quindi l'immobile) fosse stato costruito adesso?
    E poi fare la richiesta di agibilità senza opere, giusto?

    Ho incaricato un tecnico per venire a capo di tutto e spero che si possa eseguire il tutto in un paio di mesi.

    In un altro thread proprio Salves diceva che comunque alla banca potrebbe non bastare la semplice richiesta di agibilità protocollata, né l'agibilità ottenuta con il silenzio-assenso.
     
  6. Key

    Key Membro Attivo

    Altro Professionista
    Per pttenere la nuova agibilita in seguito a CIL o SCIA o DIA,etc. Occotre certificato di conformita elettrica impianto.Allaccio in fogna e\o bolletta fornitura idrica.
    Richiesta da present are entro 15 giorni dal fine lavori.
    Poi ogni Comune ha specificita.
    Certamente se stiamo in zona sismica Il Comune chiedera altra documentazione.
     
  7. gtgt

    gtgt Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il fine lavori, immagino, sia stato dato a fine costruzione negli anni '70.
    Richiedendo l'agibilità ora suppongo si paghino more e sanzioni per i 40+ anni di ritardo, giusto?
     
  8. Key

    Key Membro Attivo

    Altro Professionista
    No.
    Tu ristrutturi casa ad esempio.
    Quindi richiedi cil o scia o dia o pdc.
    Te lo spiega Il geometra.
    Anche ad es sposti le pareti non portanti.
    Sugue nuova planimeyria catastale.
    In questa fase chiedi al fine lavori l agibilita.
    L agibilita in fondo consists negli impianti a Norma.
    Io ne ho ottenute 5 dal Comune vosi facendo.
    Ovviamente Una volta richiesta viene Il tecnico del Cpmune per Il sopralluogo.
    Se intravede problemi statici dell edificio o sei in zona sismica o alluvionale o I materiali di costruzione sono dubbi l'agibilita te la sogni.
    Senti un geometra esperto che tratta questi argomenti e conosce bene l assessorato all urbanistica del Comune relativo.
     
  9. gtgt

    gtgt Membro Attivo

    Privato Cittadino
    OK. Quindi il tecnico che ho incaricato farà una richiesta per ristrutturazione (anche se in effetti non si ristruttura), dando subito il fine lavori e poi richiedendo subito l'agibilità?
    Oppure devo comunque ristrutturare qualcosa per giustificare la richiesta?
    Grazie mille
     
  10. gtgt

    gtgt Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il tecnico incaricato della richiesta del certificato ex novo si è ritirato poiché, afferma, non è possibile reperire la certificazione degli impianti visto il tempo trascorso (oltre 40 anni).
    Gli immobili di un palazzo vecchio per il quale il costruttore non ha mai richiesto l'agibilità non potranno mai essere venduti, quindi?
     
  11. Manovale

    Manovale Membro Junior

    Altro Professionista
    Ma da dove è iniziata questa nevrosi dell' agibilità ( Virale )
    Il Collegio dei Geometri di Modena consigliava di avere l' agibilità a rogito, a scopo deontologico.
    Sto lavorando su un appartamento ex INA del 58, non c'è il progetto, non c'è la licenza,
    il Catasto corrisponde, c'è l' abitabilità, perfetto.
    Solo un Notaio di Livorno si è impuntato sull' abitabilità, ho cambiato Notaio, di Livorno.
    A fronte di un obbligo del privato di richiedere l' agibilità ci dovrebbe essere un obbligo dei Comuni della sorveglianza e della conservazione dei documenti.
    Uno a uno e palla al centro
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' una delle numerose schizofrenie di questo paese che sta sempre più affondando nella - diciamo - melma...
    Questi incompetenti fanno le leggi senza sapere cosa fanno, tanto loro vivono in case difformi e se ne fregano...
     
    A bit100 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina