1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    A Bologna una giusta interpretazione delle norme che regolano la Imposta di pubblicita' ha esonerato dal pagamento dell'imposta le vetrine di annunci immobiliari che non contengono il marchio e il recapito della agenzia, ma solo la descrizione dell'immobile
    Si e' giunti a questa giusta interpretazione considerando i cartelli, senza logo e i dati dell'agenzia una "esposizione di un prodotto" e non una pubblicita' aziendale.:ok::ok:
    E' come se un negozio di abbiglimento dovesse pagare la pubblicita' della vetrina espositiva dei vestiti in vendita.
    Voi la pagate ?????????
     
    A Limpida e Carlo Garbuio piace questo messaggio.
  2. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Io ho tolto logo e marchio dai cartelli esposti sugli immobili, non tanto per non pagare l'imposta di pubblicità ma perchè il tempo per fare le cose in regola e per bene è eccessivo per pagare un importo di qualche decina di euro.
    Esempio:
    per un cartello con imposta pubblicitaria di 15 euro devo:
    comunicare in municipio (ho provato a redigere un modulo standard ma ogni comune vuole il suo o non sanno che serve, mi chiamano per sapere perchè ho inviato la comunicazione ...)
    andare in posta
    comunicare i cambiamenti di posizione del cartello
    controllare l'agenzia per la riscossione perchè non recepisce prontamente le variazioni
    ... insomma ...
    ho deciso di togliere logo e marchio e ho risolto tutti i problemi.

    Comunque interessante quanto hai comunicato per la vetrina :ok: non lo sapevo:confuso:
    potresti indicare anche gli estremi legislativi a sostegno di questa interpretazione, sai, l'agenzia per la riscossione non si accontentano mica di sentire "l'ho letto su immobilio" :^^:
    ciao e grazie
     
  3. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    La decisione a Bologna e' scaturata da una interpretazione ( o meglio accordo !) all'interno di un tavolo al quale sedevano le Associazioni ( anche noi !) la concessionaria di Pubblicita' e il Comune.
    Siccome la legge parla di "pubblicita' nelle vetrine " si e' interpretato, come ho scritto: senza indicazione dei riferimenti della agenzia sui cartelli delle vetrine delle agenzie immobiliari e delle agenzie di viaggio non si paga la imposta di pubblicita'.
    Mi interessa conoscere se in altre citta' le concessionarie della pubblicita' applicano questa norma.
    Attendo riscontri !!!
     
  4. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    accordo vuol dire che c'è stata apertura anche da parte della concessionaria della pubblicità, sarebbe meglio avere un parere di un legale, un riferimento normativo così da avere più forza e coraggio verso le concessionaria meno aperte al confronto e agli accordi.
    Lo stesso accordo potrebbe rappresentare un utile precedente, puoi pubblicarlo o inviarlo in privato a chi lo richiede?
    grazie
     
  5. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    L'accordo e' stato sottoscritto e quindi e' pubblico e divulgabile !
    Provvedero' la prossima settimana a pubblicarlo
     
  6. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Guarda che ti prendo in parola ;)
    Mi raccomando ;)
    Grazie anticipatamente :ok:
     
  7. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sai che io rispetto i miei impegni !!!!!
    Ma oggi non ho il testo in file da allegare
     
  8. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
  9. Elena

    Elena Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :shock::shock::shock::shock:
    non è possibile???? non ci posso credere... verificherò qui a Milano cosa si dice in proposito, sò che, e per fortuna, sulle insegne (sulle quali forse potrebbe avere un senso) se inferiori a una certa superficie, si è esenti da pagare tasse di pubblicità... ma addirittura sui singoli cartelli affissi "in vetrina" del proprio negozio (a prescindere che sia di proprietà o in affitto) mediante i quali si pubblicizzano i singoli immobili non ci posso credere....
    non vorrei fare gaffe ma ho capito bene?
    siamo veramente e dichiaratamente alle cozze...

    scusa Luciano, come fai a dire la giusta interpretazione.. etc etc e che al tavolo della discussione fieramente hanno partecipato le associazioni di categoria... ma io personalmente, se fossi stata rappresentante di categoria, non mi sarei mai seduta per discutere di questo provvedimento si tratta di ennesimo furto in termini economici (se voglio lasciare il mio logo e indirizzo dell'agenzia al fine che resti in mente "comunicazione visiva" al cliente che spesso svampito confonde l'indirizzo dell'agenzia con quello dell'immobile.. senza accorgersi che è lo stesso su tutti i cartelli :disappunto::disappunto: e che corrisponde esattamente al luogo in cui si trova in quel momento) mi spieghi perchè dovrei pagare la tassa.. già pago l'affitto (nel mio caso) e c'è chi paga l'ICI (per quelli che lo posseggono in proprietà), sono nel mio luogo di lavoro e sto cercando di portarmi a casa la pagnotta con l'auspicio che il cliente si ricordi di me.... mi spieghi in termini di principio l'utilità di questo provvedimento?:rabbia:
    serve a far cassa...:risata::risata:
    così come x l'ace ai lombardi, ora per questa questione tocca agli AI bolognesi... ma chi state rappresentando?
    perchè gli agenti immobiliari bolognesi nei propri negozi (luoghi di lavoro) per non pagare si devono anonimizzare? allora perchè non mettiamo la tassa su tutti i bigliettini da visita?...
    discquisiamo la differenza tra prodotto e pubblicità aziendale e mi paragoni il negozio dell'agenzia immobiliare ai negozio di abbigliamento (che peraltro a carattere cubitali sponsorizzano le proprie griffe)? non ho parole...:confuso:

    e resto francamente basita che a Bologna sia stata partorita una v..... del genere...
    mi sfugge la ragione intrinseca di questa bella trovata..

    in merito ai cartelli sugli immobili in gestione dell'agenzia (in vendita o affitto) qui a Milano (sempre che non sia cambiato qualcosa nel frattempo e che ignoro) funziona che puoi attaccarlo con logo e recapiti telefonici o di indirizzo, senza pagare tasse sulla pubblicità a condizione che veramente l'immobile sia inserito in quel contesto diversamente paghi multe e salate..

    vi aggiornerò su milano:innamorato:

    p-s- se ho capito male chiedo sin d'ora scusa,
     
  10. Miguelito

    Miguelito Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Qui da me si paga. Ho una vetrina e 5 bacheche e pago fior di quattrini all'anno. Però ammetto che nei miei cartelli, in tutti, oltre alla foto e descrizione dell'appartamento, c'è anche il sito internet dell'agenzia.
     
  11. Elena

    Elena Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao Luciano:innamorato:.. mi scuso per l'irruenza :confuso:..

    ... sto illuminandomi sulle disposizioni in materia di pubblicità (norme nazionali e locali) e ignoravo che anche i cartelli vetrina fossero soggetti ad autorizzazioni specifche, e per questo ti ringrazio :stretta_di_mano:...

    ..ma fermo restando che potrebbe avere un senso sull'insegna (pubblicità fissa. continuativa e permanente) ma sui cartelli vetrina che sono temporanei soggetti a modifiche e magari non ci guadagni nulla (perchè se non hai l'incarico il rischio è che venga venduto da altri), data anche l'attuale situazione di mercato, in quel di Bologna, non si poteva dire che no grazie?...
    .. oppure mo basta..
     
  12. xvtrm2

    xvtrm2 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Qui nella bassa modenese si pagano. Io ho appena fatto il rinnovo annuale. Che sia assurdo sono d'accordo, ma se non pago arrivano multe belle salate. A Modena un mio collega che non ha pagato per 2 vetrine ha ricevuto una multa di 1.200 €. Ripeto, 1.200 €.
     
  13. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    A Mirandola quale concessionaria avete ????
    Mi mandi il nome e il recapito.
     
  14. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Il concetto e' questo !!
    Gli annunci delle Agenti Immobiliari e delle agenzie di viaggio esposti nelle vetrine ( senza logo e recapito della agenzia !) devono essere parificati alle vetrine tipo di scarpe/abbigliamento: e' una esposizione di prodotti in vendita non di "pubblicita aziendale " !
    E quindi non soggetti all'imposta di pubblicita'.
    Occorre pero' una azione comune, come e' successo a Bologna, ove abbiamo VINTO ! :applauso::applauso:
     
  15. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    anche io pensavo di togliere il logo dalle locandine..
     
  16. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    però potrebbe non bastare

    la disquisizione potrebbe spostarsi sulla definizione di recapito: può essere il solo numero di telefono?
    A mio parere no, perchè nel mio caso e quindi nella mia zona, perchè la concessionaria per la pubblicità locale non faccia non pagare l'imposta all'agenzia basta non ci sia il logo.;) Difatti ai privati non viene richiesta la tassa della pubblicità (sempre sotto il quarto di mq. di superficie) ed il nostro cartello (senza logo e con il numero di telefono) viene equiparato all'annuncio del privato. Sopra la superficie minima tutti devono pagare, con o senza logo. Sarebbe da vedere se vanno dai privati .... :confuso: mah!

    Quanto appena esposto potrebbe non valere nelle zone in cui anche i privati pagano la tassa di pubblicità sul cartello.
    Luciano, approfondisci bene questo aspetto, potrebbe tornare buono ;) per il "Testo Unico dell'imposta di pubblicità" :^^:
     
  17. Elena

    Elena Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti :fiore: come anticipato mi sto documentando su Milano, e bisogna anche trovare come tutti sapete il tempo; intanto sul sito web del comune si trovano i riferimenti normativi specifici alle molteplici forme pubblcitarie esistenti, specificatamente ai cartelli stabili, cartelli vetrine e insegne qui a Milano i riferimenti sono la legge n.507 del 15-11-1993 e il rgolamento comunale sulle pubblicità attualmente in vigore anno 2010 (per giustezza sono anche indicati altri due precedenti che nel frattempo sono stati abrogati); sul primo riferimento normativo ho avuto conferme anche da Luciano :stretta_di_mano: e l'art.17 (entrato in vigore il 01-01-2002) fornisce già indicazioni precise, sul secondo, regolamento comunale, si trovano ulteriori indicazioni dalle quali si evincono sostanzialmente gli aspetti dimensionali dei cartelli che devono essere inferiori a certe misure o superfici altrimenti scatta l'obbligo d'imposta ma non ci sono limitazioni nell'uso del logo piuttosto che telefoni o indirizzi.

    dalla mia lettura emerge che:
    inferiori al mezzo metro quadrato per i cartelli stabili;
    un quarto di metro quadrato per i cartelli vetrina;
    inferiore ai 300 centimetri quadrati - per cartelli vetrina di proposizione servizi attinenti l'attività.

    In merito quindi a: marchi, recapiti intesi come telefonici o indirizzo agenzia e riferimenti al sito web dalla mia lettura del regolamento comunale sembra che non ci siano limitazioni o obblighi di pagamento; andrò nell'ufficio preposto entro venerdì per tutte le delucidazioni del caso e vi saprò dire,
    Ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina