1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Buonasera a tutti!
    Ho aperto questa nuova discussione confidando nella vostra gentilezza e in qualche consiglio spensierato.

    Ho 27 anni e ho lavorato in un'agenzia immobiliare per 5 anni. Ho fatto il corso, l'esame e sono regolarmente iscritta al ruolo con patentino ma il mio capo era un po uno di quelli che aveva paura che l'allievo superasse il maestro e mi teneva un po relegata a determinate mansioni che si fermavano nel momento in cui portavo il cliente a fare una proposta, punto dal quale uscivo automaticamente di scena. Con lui avevo un contratto a progetto.
    Ora mi sto trasferendo in un'altra città e ho fatto diversi colloqui e sono in dubbio tra due che mi hanno proposto rispettivamente:

    - PRIMA AGENZIA: 2 mesi di prova con un rimborso spese e 25% di provvigioni, senza ovviamente contratto essendo una prova e qualora vendessi una casa mi coprirebbe facendo un contratto di collaborazione occasionale che se non ricordo male ha detto può coprire una durata massima di 1/2 mesi. Alla fine di questi due mesi di prova se tutto va bene ci sarebbe eventualmente l'assunzione con un altro contratto è l'apertura della partita IVA, che mi ha sconsigliato di aprire ora in quanto andrei a pagare cose (non so cosa...non ne capisco nulla di queste cose) per l'anno che ormai sta per finire e non ne varrebbe la pena. Offerta che mi è sembrata buona, soprattutto perchè mi hanno consigliato questo particolare della partita IVA e ho apprezzato moltissimo il consigliarmi a riguardo da parte del titolare che si è mostrato comprensivo delle mie esigenze.

    - SECONDA AGENZIA: contratto di collaborazione tra agenti immobiliari, regolarmanete iscritto e registrato in camera di commercio con fisso per tutta la durata del contratto, 30% di provvigioni, con obbligo di apertura della partita IVA.

    I dubbi ora sono questi: a me interesserebbe soprattutto quest'ultima agenzia ma la prima mi ha sconsigliato di aprire una partita IVA ora. Premetto che sono nuova della città anche se conosco un po, ma devo ancora imparare tante cose del mestiere ... secondo voi mi conviene aprirla ora? E soprattutto quanti costi comporta l'apertura e il mantenimento?
    Ho letto che l'obbligo di aprirla vi è nel momento in cui si superaro i 5000 euro di fatturato annui, cioè se io supero un totale di provvigioni (escluso quindi i fissi) di 5000 Euro, sennò al di sotto non vi è l'obbligo, giusto? corregetemi se sbaglio. E che ci sarebbero circa 2800 euro fissi, annui, da pagare in 4 rate da 700 euro circa. Cos'altro poi?

    La mia paura è che iniziando ora, con le varie problematiche, magari non arrivo a superare la soglia dei 5000 euro per la quale è richiesta obbligatoriamente la partita IVA e che quindi l'apertura di essa sarebbe solo una grande spesa, probabilmente difficilmente sostenibile per me che inizio ora. Prima vorrei avere un periodo per vedere come vado ... anche perchè ho letto che il superamento dei 5000 Euro comunque dev'essere un episodo non sporadico ma continuo affinche ci sia l'obbligo dell'apertura...e capirete che all'inizio per me è difficile possano esserci queste condizioni...magari non vendo nulla e mi trovo a pagare per la partita IVA :shock:
    Però questa agenzia mi pone questo obbligo per l'assunzione .... non esiste un escamotage, ovviamente corretto, tipo un altro tipo di contratto che mi dia la possibilità di non aprirla per ora, essendo ancora agli inizi, ponendomi comunque in regola con tutto, e che posso suggerire a questa agenzia per un'eventuale assunzione, in modo da venirmi incontro?

    Cosa mi consigliate di fare?

    Intanto vi ringrazio a tutti sin da subito per i consigli che saprete darmi!

    Ciao!!
     
  2. sfilasto

    sfilasto Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao Bianca,

    In quale città ti trasferisci?
     
    A Bianca84 piace questo elemento.
  3. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ciao, se ti chiedono di aprire la partita IVA non c'è assunzione ma un contratto di collaborazione professionale in quanto Tu diverrai un'imprenditrice e puoi tranquillamente lavorare per conto tuo, devi iscriverti all'INPS con un costo annuo di circa 2800€, per il periodo di prova si potrebbe farne a meno della partita IVA ed eventualmente dovessero pagarti più di 5000€ nel 2012 potresti rimandare il pagamento al 2013 quando apriresti la p IVA.
     
    A Bianca84, andrea boschini e studiopci piace questo elemento.
  4. EnzoDm

    EnzoDm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ...per la verità, siamo arrivati a 3200 euro...:rabbia:
     
    A studiopci e Bianca84 piace questo messaggio.
  5. Perdicchia

    Perdicchia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Tanti Auguri, Enzo, e si, siamo a 3200 di sola inps.:basito:
    comunque e come ti scrive Maurizio, diventerai da subito imprenditrice a tutti gli effetti
     
    A Bianca84 piace questo elemento.
  6. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare

    Ciao e grazie delle tue delucidazioni.
    Quindi questi 3200 euro sono fissi? come e quando si pagano? Poi quali altri costi ci sarebbero aprendo la partita IVA?

    Ma tu/voi mi consigliereste di accettare questa offerta e di aprire subito la partita IVA vista la mia età e la mia situazione? Nel senso, cominciare dall'inizio, in una nuova città, con tutte le difficoltà che ci sono sia per il mercato che per me a livello pratico, è consigliabile aprire una partita IVA? Diciamo che sono più a rischio "non vendo niente" e magari aprirla sarebbe un suicidio ora!!

    Mi spiego, a me al momento non interessa fare l'"imprenditrice" e guadagnare miliaia di euro, nel senso che voglio prima lavorare per imparare il mestiere bene e poi, vedendo come vado, aprirò la partita IVA sicura di poterla mantenere...ma all'inzio è probabile non vendo nulla dovendo ancora ambientarmi e imparare tante cose ... come la pago poi l'inps??????

    C'è qualche altro tipo di contratto che posso consigliare a questa agenzia di farmi per assumermi e lavorare con loro enza obbligo di partita IVA?

    Un altra domanda riguardo sempre questo contratto di collaborazione professionale: per i contributi e le ferie come funziona?

    Grazie ancora a tutti!
     
  7. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Auguri!! :)
     
  8. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare

    Pisa :)
     
  9. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ciao Bianca, i 3200 si pagano in 4 rate, imprenditrice = niente ferie, i contributi cioè l'INPS sono i 3200 poi ti paghi le tasse ecc.. ecc..
    Ti consiglio vivamente di non percorrere la strada dell'apertura partita IVA, cercati altra soluzione.
     
    A Bianca84 piace questo elemento.
  10. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Hai qualche idea da suggerirmi? Perchè a quanto pare, tutte le agenzie richiedono l'apertura della partita IVA, chi sin dall'inizio, chi dopo magari un periodo di prova di qualche mese.
    Come fare? Non esiste un contratto che mi permetta di essere assunta come impiegata, con fisso mensile e provvigioni nelle vendite senza l'apertura della partita IVA?

    Le altre tasse e quei "ecc ecc" ai quali ti riferisci, cosa sarebbero? Come niente ferie?
     
  11. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ciao, dovresti farti spiegare la differenza tra un dipendente e un impresario perchè sono 2 situazioni totalmente differenti.
    Se ti assumono sei a cavallo, altre situazioni sono da ricercare.
     
    A Bianca84 piace questo elemento.
  12. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Niente ferie significa che se lavori guadagni ... se stai in ferie non guadagni, per cui visti oltretutto i tempi ... niente ferie :triste: e non solo tieni presente che devi anche pagare un minimo di tasse... diciamo che tra fritti e sfritti , devi pagare 6.000 euro l'anno .... se non conti di guadagnare almeno 3 volte tanto ...lascia perdere, meglio dipendente e poi spiccare il volo quando sarà il momento propizio. Fabrizio
     
    A Bianca84 piace questo elemento.
  13. LEnrica

    LEnrica Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao, c'è il regime agevolate dei nuovi Minimi, ma prevede diverse restrizioni, puoi leggere qui (paragrafo nuovi minimi):http://www.ilsole24ore.com/art/norm...uenti-minimi-tasse-200401.shtml?uuid=AaVu7OqD
    Tieni comunque presente che i contributi INPS ovvero € 3200,00 devi comunque versarli.
    Ciao
     
    A Bianca84 piace questo elemento.
  14. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare

    Ma c'è chi assume? Non so come spiegarmi .... Queste due agenzie mi hanno imposto questa cosa della partita IVA. Io preferirei essere assunta, con fisso, anche minimo, tant mi interessa imparare e avere una cosa minima per pagarmin l'affitto di una stanza, e le provvigioni, anche non altissime, senza aprire la abortita IVA. Esiste un tipo di contratto che può avere queste caratteristiche e che posso chiedere a una di queste agenzie di farmi?

    Sennò se questa è la situazione tra le due agenzie allora mi conviene quella che mi da un fisso e le provvigioni del 30%, almeno col fisso (che si dimezza poi con le spese del fitto, ecc mensili), posso aiutarmi a pagare sto cavolo di INPS.... Che dite?


    Grazie di nuovo a tutti!
     
  15. LEnrica

    LEnrica Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Purtroppo non è così comune l'usanza di assumere tra le agenzie immobiliari, i costi di un dipendente sono veramente alti per un'attività di questo tipo e in un momentaccio così.
    Se apri una PARTITA IVA diventi un soggetto fiscale a tutti gli effetti, una mini imprenditrice all'inizio ma con i rischi di uno che è sul mercato da tempo.
    E' un investimento che fai, o metti in preventivo che potresti perderlo (non i soldi dell'INPS, quelli sono i contributi per la tua pensione...) oppure ti conviene lasciare perdere e attendere anni migliori.
    La soluzione dei nuovi minimi mi sembra abbastanza buona per chi parte da zero, l'hai letta?
     
    A Bianca84 piace questo elemento.
  16. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Si, mi sono fatta un giro su internet in questi giorni e ho letto e domani andrò anchendal commercialista per farmi consigliare a riguardo. Da sicuramente dei sollievi da diversi punti di vista, però rimangono quei 3200 euro dell'inps più le tasse, quindi quei circa 6000 euro, che non saprei dove prendere e che accollarsi ora che inizio da zero e tutto è un incognita per me, non so fino a che punto possa essere consigliabile! Il dubbio di non vendere ci sarà sempre, anche dopo anni e anni di esperienza e di lavoro, però la mia situazione parla chiaro: inizio ora per tutto, oltre alle difficoltà che ci sono nel vendere del settore, ho anche quelle mie di chi inizia ora
     
  17. ContiPronti

    ContiPronti Membro Junior

    Altro Professionista
    Sono d'accordo con l'Enrica. La cosa migliore, per iniziare, è di farsi assumere, e i contratti esistono eccome, ma se non ti vogliono assumere c'è poco da fare.

    Io non mi spaventerei della partita IVA. Le tasse in regime dei minimi sono veramente poche, il 5%, molto meno che come dipendente. Quei 3.200 euro di contributi se non guadagni certo che pesano, ma a quel punto chiudi e amen, e paghi solo per i mesi in cui sei stata attiva.

    Se hai altri dubbi chiedi pure. Francesco.
     
    A Bianca84 piace questo elemento.
  18. Marco88

    Marco88 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ma è vero che il contratto che prevede che si possa non aprire la partita IVA fino a 5.000€ non esiste più? A me hanno detto così, e quindi l'unica soluzione per lavorare in agenzia è aprire la partita IVA
     
  19. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Forse ti riferisci ai contratti di collaborazione occasionale, che esistono eccome :)
     
  20. Bianca84

    Bianca84 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare

    Bè si, farsi assumere sarebbe la cosa migliore ma a me hanno prospettato la cosa di aprire la partita IVA, infatti chiedevo se avete idea di qualche tipologia di contratto che possa assumermi, che magari potrei "suggerirgli" come alternativa all'apertura della partita IVA.

    Il fatto è che se la apro poi, qualora le cose dovessero andarmi male, se la chiudo, non posso più usufruire del regime dei contribuenti minimi per 3 anni se vorrò magari riaprirla in un secondo momento. Quindi è un po rischioso per la mia situazione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina