1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Diegoman81

    Diegoman81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Salve a tutti,
    ho bisogno del vostro aiuto. Domani faremo un atto con notaio dove verro' nominato amministratore di srl in quanto abilitato al ruolo di agente immobiliare. Siccome dovrò anche aprirmi una ditta individuale mia volevo sapere se esistono dei moduli o prestampati dove io possa creare una scrittura che impegni loro a corrispondermi il pattuito e dove dichiarino di non ostare l'apertura della mia partita IVA e dove si impegnano a sei mesi dalla nomina di accettare la mia futura revoca.
    Aiutatemi!
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, premesso che in questa operazione tu sei il preposto ed in parole povere sono loro che hanno bisogno di te, tu sarai nominato Amministratore delegato della srl, presumo delegato perchè non avrai quote della società, quindi sarai tu il responsabile dell'azienda, non c'è nessun modulo da riempire per il pagamento delle spettanze come amministratore, in quanto ci sarà un contratto che definirà il tutto, in merito a motivi ostativi all'apertura della partita IVA e della ditta individuale, qui credo che avrai dei problemi per l'art. 2391 del c.c. il quale disciplina il c.d. conflitto di interessi.
    Tale norma dispone, infatti, che:
    L'amministratore ha il dovere di perseguire l'interesse sociale. Pur se il legislatore non ha previsto positivamente un tale principio generale, il divieto di agire in conflitto di interessi costituisce il limite di esercizio. La violazione di tale obbligo può dare luogo anche all'attivazione della procedura di cui all'art. 2407 c.c.
    Gli amministratori debbono tendere alla massimizzazione dell'efficienza produttiva dell'impresa e alla massimizzazione del profitto di esercizio e del dividendo da distribuire ai singoli soci: il raggiungimento di tale obiettivi avviene attraverso un'amministrazione diligente, regolare e disinteressata e rispettosa di tutti i doveri fissati dalla legge e dall'atto costitutivo a carico degli amministratori.
    Il conflitto di interessi si verifica tutte le volte che: l'amministratore sia portatore di due distinti contrapposti interessi: il primo concerne la realizzazione di un comportamento favorevole all'amministratore stesso o a un terzo, il secondo concerne le realizzazione di un comportamento favorevole alla società; evidentemente affinché sussista la situazione di conflitto, è necessario che la realizzazione di uno dei due interessi comporti il sacrificio dell'altro
    Il conflitto di interessi presuppone semplicemente una incompatibilità tra interesse della società ed interesse personale dell'amministratore. Inoltre, la divergenza si deve realizzare tra l'interesse astratto della società e lo scopo pratico della società.
    Per quanto riguarda la revoca , basteranno le tue dimissioni al momento in cui vorrai andare via , secondo quanto riportato nel contratto o nello statuto. Mi permetto di rammentarti che :
    - eventuali scritture private , non avranno nessun valore se in contraddizione con la normativa;
    - un eventuale franchising pone come obbligo il conflitto di interesse, per cui se sei amministratore della società non puoi aprirti una ditta individuale, se sei titolare di una ditta individuale non potrai fare l'amministratore in una società.
    Ti consiglio prima di firmare carte ed accettare incarichi di fare una chiaccherata con un commercialista o un avvocato ben ferrato in diritto societario, anche perchè essere amministratore di una società comporta una serie di doveri e l'accollo di responsabilità. Fabrizio
     
  3. Diegoman81

    Diegoman81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    grazie 1000
     
  4. Diegoman81

    Diegoman81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ma vale anche se sono amministratore unico ?
    Una volta richiesta la revoca ho bisogno del loro consenso o mi revoco in automatico ?
    E dopo la revoca rimarò risponsabile fino alla nomina del nuovo amministratore ?
     
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    In una società l'amministratore è la figura fondante , è colui che lavora per il perseguimento degli interessi della società ( i soldini )
    Allora ... precisiamo che il diritto societario non è possibile spiegarlo in poche parole - ecco perchè ti ho consigliato di rivolgerti ad un commercialista prima di firmare o accettare qualsiasi cosa - esistono doveri e regole ben precise e non si scherza - di norma nelle srl l'amministratore è un socio , ma nello statuto è possibile prevedere la nomina di un amministratore esterno , ecco perchè ho detto " tu sarai nominato Amministratore delegato della srl " , utilizzando impropriamente un qualifica della S.P.A. , ma intendevo dire che sei esterno alla società ( presumo ) , secondo la legge , la prima nomina dell'amministratore viene definita al momento dello statuto dal notaio insieme alla durata e le modalità di elezione, il compenso ed altro, in seguito sarà poi l'assemblea dei soci a decidere, all'interno della srl ci possono essere più amministratori ognuno con poteri diversi o con ugual poteri , sarà sempre lo statuto a definire questo.
    la durata in carica viene stabilita in statuto , sarà poi l'assemblea di volta in volta a rinnovare o meno oppure revocare la nomina, si può anche prevedere in statuto la prima nomina per un tempo definito, tempo che di solito deve durare un esercizio, hai facoltà di richiedere le dimissioni presentandole all'assemblea dei soci , la quale ratificherà o meno le dimissioni.
    Una società non può rimanere senza amministratore se non per motivi particolari e comunque in questi casi l'assemblea nomina un amministratore protempore fino alla nomina definitiva di un altro. Nel tuo caso sarai dimissionario e sarà l'assemblea a decidere se rimarrai in carica protempore tu fino a nuova nomina o sarai subito sostituito da altro.
     
  6. Diegoman81

    Diegoman81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie per le delucidazioni e le risposte.
     
  7. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    Mi hai tolto i consigli dalla bocca per chi si trova in questa situazione e cerca i soliti moduli o prestampati :disappunto: da compilare, ma sarei sembrato interessato come molti di voi ed il pensatore ... cane subito diranno, eh Fabrizio... altro che commercialista.:risata:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina