1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Perchè non proporre alle associazioni di categoria di farsi carico di proporre al governo una detassazione nel campo della compravendita immobiliare?
    Intendiamoci il mio ragionamento vuol portare a dare la possibilità agli operatori di mercato e a chi vuole affacciarsi a questo settore di poter commerciare in immobili senza essere strozzati dal fisco.
    Esempio 1: compro una casa da ristrutturare, la metto a posto e la rivendo
    Esempio 2 Acquisto ad un'asta immobiliare e la rivendo
    Esempio 3 Acquisto una casa e la rivendo senza farvi opere
    Io ho in mente delle proposte e degli esempi concreti, ma volevo sapere cosa ne pensate prima di esporli Immaginate a quali potenzialità si creerebbero nel nostro settore
     
  2. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Beh, mi immagino che proporre una detassazione in uno dei settori più reditizi per l'agenzia delle entrate, peraltro movimentato da chi in Italia due soldini ce li ha, sia almeno controcorrente.
    Ovviamente il tuo proposito è genuino e motivato, ma non credo possa rientrare in modo plausibile nel contesto economico attuale... non credi? :)

    g
     
  3. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    caro giorgino hai pienamente ragione sul fatto che sia un settore ove l'agenzia delle entrate trae lauti introiti ma rifletti su questo esempio assolutamente reale: 1 acquistata una casa ad un'asta immobiliare ad euro 235.000 il fisco ha incassato 25.850 euro di registro dall'aggiudicatario (era seconda casa), e 2000 euro circa tra ipotecarie e catastali, chi l'ha acquistata l'ha rivenduta per 335.000 euro dopo 8 mesi, veramente un ottimo affare... per il fisco difatti le tasse sull'acquisto di beni immobili alle aste immobiliari si calcolano non sulla rendita catastale ma bensì sul prezzo di aggiudicazione (prima anomalia) il secondo acquirente ha pagato (era prima casa) 5.040 euro di registro (questa si calcolata sulla rendita), mentre il primo ha pagato la somma di euro 20.000 per la plusvalenza maturata.
    totale fisco + 52.890
    investitore + 49.150
    se poi pensi che questa compravendita che ho seguito personalmente è costata circa 12.000 euro di mediazioni il fisco ha incassato altri 2.400 di i.v.a.
    pertanto investitore + 41.950 fisco + 55.290.
    Il mio investitore non e' che poi si sia lamentato più di tanto, ma riflettete, non sempre capitano queste occasioni la normalità e' un'altra cosa che rende quasi impossibile investimenti di questo tipo.. ti ringrazio per il genuino :)
     
  4. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Si capisco. Resta il fatto che per le prime case ci sono già abbastanza sgravi rispetto alla media generale della pressione fiscale italiana (non che ne sia felice ma i costi lo Stato da qualche parte deve pur riprenderseli. Rinuncio alla lamentela da cittadino altrimenti andrei off topic ;) ).

    Se uno con gli immobili "ci gioca" o "ci guadagna" che paghi le sue belle tasse. Del resto non è che gli altri beni non siano tassati proporzionalmente...

    Ovviamente una detassazione aiuterebbe il mercato a riprendersi e molti di noi ne godremmo. Quindi è auspicabilissimo... ma poco probabile haimè...


    g
     
  5. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Giorgino carissimo, non si tratta di giocare con le case, ci mancherebbe altro, si tratta di detassare o di riformulare la tassazione sulla compravendita degli immobili. L'unica agevolazione come tutti sappiamo riguarda l'acquisto della prima casa, e vorrei anche vedere che non si consideri fiscalmente il diritto all'abitazione. Si tratta di agevolare il commercio delle case, intese come bene strumentale, come prodotto da commercializzare. Non vi è mai capitato di avere in portafoglio immobili che con qualche piccola miglioria potevano divenire appetiili, ed invece rimanevano invenduti, con dispiacere del proprietario, e nostro. Immobili che se dati ad un'impresetta edile avrebbero potuto essere tranquillamente commercializzati, ad un prezzo equo e con la soddisfazione, anche economica,di tutti. Il volano che si creerebbe, detassando questa tipologia d'acquisto, farebbe rientrare comodamente il fisco del primo mancato introito con gli introiti successivi derivanti dalla sua commercializzazione. Questo e' un punto che mi permetto di sottolineare, mi sta molto a cuore, e non bisogna rassegnarsi al fatto che sia una mera chimera, ma occorrerebbe presentare una proposta di legge, appoggiata chiaramente dalle associazioni di categoria, aiutatemi!
     
  6. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Per la proposta alle associazioni di categoria hai una categoria nel forum a disposizione. Scatenati ;)

    Per quanto riguarda il tuo ragionamento, non fa una piega sul piano logico. Ammetterai però, che il tuo discorso potrebbe in linea teorica essere esteso al 90% delle categorie professioniali :)
    Solo questo voglio dire: E' ovvio che agevolare fiscalmente questo o quel settore ne ravviverebbe la vitalità. E' pur vero che da qualche parte le tasse devono uscire... e lo Stato cerca proprio le più redditizie e le meno "indispensabili" per il popolo da aggredire.

    g
     
  7. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Sinceramente pensavo di suscitare maggiore interesse da parte dei colleghi su questo argomento. Anche tu Giorgino, che mi sembri persona competente e preparata mi sembri un po' freddino a tal proposito. Anche il fatto che le mediazioni maturate siano scaricabili fiscalmente solo per il 19% per un massimo di 1000 euro mi sembra un po' fuori dal mondo. Da sempre l'eccessiva tassazione immobilizza qualunque tipo di mercato ove il fisco rivolge i propri appetiti. La casa si sa è facile da tassare, perchè è lì, è intestata a qualcuno e non si scappa, ma le stesse imposte di registro che gravano sulle locazioni, e che ogni anno vengono pagate, con i relativi bolli, mi sembrano un ulteriore balzello per non parlare di quelle soggette ad IVA, che una volta erano a tassa fissa e adesso si applica l'1% ogni annualità, locazioni spesso di importo elevato, visto che riguardano realtà produttive anche di grandi dimensione, e che non fanno altro che gravare un settore che ricordiamoci, se tira, fa girare l'economia di una nazione. per questo rimango perplesso dal fatto di non avere avuto riscontri. Insomma, va bene così...
     
  8. Patty

    Patty Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sai Alessandro, personalmente non ho molta dimestichezza con fisco tasse & co. (mi tocca pagare un commercialista per questo :D ) quindi non me la sento di dare un'opinione su una cosa che non conosco perfettamente e forse anche per gli altri frequentatori del forum è stato così, ciò nonostante ho seguito con interesse la discussione, entrambi avete apportato ottimi argomenti a sostegno delle vostre tesi quindi ad oggi avete ragione entrambi o nessuno dei due, almeno per una ignorante in materia come me, ma se andate avanti magari mi faccio un'idea ;)
     
  9. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Non sono affatto "freddino" :)
    Peraltro le tue argomentazioni provengono da una saggia conoscenza del nostro sistema fiscale e questo ti fa davvero onore.
    La partecipazione "scarsa" alla discussione proviene proprio da questa lacuna di molti di noi. Pochissimi conoscono il sistema fiscale e/o se ne preoccupano (erroneamente) pensando che non l'argomento non riguardi il nostro mestiere...

    A mio stra-modesto parere, la tua prima proposta è haimè un volo pindarico. Il secondo intervento mi sembra molto più terreno.
    Potremmo surrogarne un distillato, da proporre nell'area riservato alle associazioni nel forum, e vedere loro che ne pensano. Che ne dici? ;)

    g
     
  10. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    carissimi, non era mia intenzione essere "pesantuccio" sull'argomento, ma a mio modestissimo avviso una certa preparazione sulla fiscalità legata agli immobili penso debba far parte del bagaglio di conoscenze di un Agenti Immobiliari Vi sarà capitato sicuramente di dire ad un cliente cosa va a pagare complessivamente quando acquista una casa, e cosa va a pagare (o non pagare) se la rivende, o se un investimento immobiliare da mettere a reddito frutta, più o meno, (per quello ci sono giustamente i commercialisti) al lordo e al netto delle tasse... Se conviene fare un leasing o un mutuo e perchè. ;)
     
  11. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Diamine non volevo dire che è NORMALE che la stragrande maggioranza di agenti immobiliari non conosca l'imposizione fiscale ci mancherebbe e sono convinto che non è così :D

    Intendevo dire che non tutti si appassionano all'argomento visto che ognuno di noi ha a che fare PESANTEMENTE col fisco e non riesce normalmente ad amarlo. E poi le tasse le pagano i clienti.
    Invece ho trovato interessanti le tue proposte e il modo conscio con cui le hai proposte. ;)

    g
     
  12. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    E' vero le tasse le pagano i clienti, quanti clienti in più potremmo avere con un fisco più leggero, ma forse hai ragione tu, sono sfoghi che non portano da nessuna parte (oppure no) d'altronde il forum non serve anche a questo? ;)
     
  13. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Si certo avremmo sicuramente più operazioni. Ma infatti io sarei d'accordissimo! :D Ho solo detto che mi sembra difficile che il Governo smetta di mungere "quelle" tasche. Tutto qui :)

    Il forum serve a tutto ciò che ci serve :) Anche agli sfoghi diurni e notturni e ogni cosa che ci passa per il cervello ;)

    g
     
  14. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Detassare per far ripartire il mercato?
    Compravendite dimezzate introiti fiscali dimezzati.
    Basterebe una detassazione moderata per dare uno scossone al mercato e farlo ripartire alla grande.
    Così tra il dare e l'avere alla fine lo stato fiscalmente ci guadagna.
     
  15. Davide_ita

    Davide_ita Membro Junior

    Privato Cittadino
    Secondo me il problema è altrove, nel senso che entrare nel mercato immobiliare ha "forti barriere all'ingresso", perché mentre il costo dell'Immobile puoi provare a finanziarlo anche nella su interezza, hai subito un pacchetto di costi non finanziabili e non posticipabili nel tempo che sicuramente tengono fuori dal mercato tanti potenziali clienti.
     
  16. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    C'è stato un tempo in cui tutti questi costi erano finanziabili.

    E ci potevi anche mettere l'arredamento e la macchina nuova inclusi.

    Sappiamo cosa è successo.
     
    A Bagudi, Umberto Granducato e solidum90 piace questo elemento.
  17. Manovale

    Manovale Membro Junior

    Altro Professionista
    La proprietè c'est un vol
    Facciamo il conto quante volte un cambio di proprietà viene tassato,
    Agenzia delle entrate, conservatoria, catasto, nota del Notaio, fattura dell' agente immobiliare, tecnici di supporto.
    Al cambio di proprietà c'è da fare qualche intervento, muratore, elettricista, imbianchino mobiliere ecc
    Alla fine abbassare le tasse di registro porta un guadagno allo stato.
    Un intervento indolore, togliamo l' obbligo di dichiarare il sistema di pagamento, come prima della Bersani, sarebbe già molto.
     
  18. Slartibartfast

    Slartibartfast Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Secondo me lo "scossone" al mercato immobiliare e non solo potrebbe arrivare soltanto abbassando le tasse ai lavoratori dipendenti e/o agli utili delle imprese.
    Il problema del mercato immobiliare di oggi non è che si pagano troppe tasse, è che la gente ha pochi soldi.

    aggiungerei, per il medio - lungo periodo, dei corsi obbligatori di economia spicciola da farsi alle elementari, medie e superiori, in modo da crescere una popolazione minimamente più consapevole...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina