1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. matbif

    matbif Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno
    Dopo aver acquistato una villetta in campagna abbiamo fatte eseguire una manutenzione straordinaria affidandoci a professionisti quali ingegnere architetto strutturista termotecnico e geometra dell impresa. Abbiamo praticamente rifatto impianto eelettrico, idraulico, pavimenti, coibentazione e pannelli solari.
    Alla fine dei lavori è stata presentata la variante e tutta la documentazione per ottenere l abitabilità
    A questo punto sono sorte richieste dal comune tipo accesso per disabili e possibilità di adattare una scala ( che porta solo ad un soppalco e sottotetto ) all uso di eventuale disabile.
    Ma la cosa che non riusciamo a superare è la richiesta sulle acque chiare e scure che sono sempre finite nella fossa imof e si disperdono non essendoci un impianto fognario. Ci viene richiesto un degrassatore per la cucina che comporterebbe la rotturadi pavimento la rottura di un piano in okite da 6cm e sicuramente grosse spese per mettere una cosa che poteva essere installata in fase iniziale di lavori quando la casa era sventrata.
    Ora io chiedo : al momento dell'acquisto la casa aveva l abitabilità e i lavori sono stati di manutenzione . Perché mi vengono chiesti solo ora? Che responsabilità possono avere i professionisti ai quali mi sono affidato?

    Grazie per l attenzione che vorrete prestare


    Matteo
     
  2. marchesini

    marchesini Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Leggendo il tuo caso ho l'impressione che la marea di tecnici ai quali ti sei rivolto sono stati molto superficiali per non dire altro, mi auguro li abbi pagato poco.:D
    Quando si fanno pesanti ristrutturazioni in generale i professionisti contattano i tecnici comunali preventivamente per avere un preparere al fine di evitare quanto ti è successo.... inoltre quando si fanno ristrutturazioni si adeguano gli impianti alle ultime normative in vigore.
    Nel tuo caso che non scarichi in pubblica fognatura si applicano le normative regionali successivamente recepite dal tuo comune, se sei curioso le trovi in internet con anche gli schemi tecnici.
    A grandi linee ti posso dire che gli scarichi andavano fatti così:
    Alla fossa biologica vanno convogliate solo le acque "nere" , per intenderci quelle dei wc. Le acque "saponate" che chiamano acque "gialle", sono gli scarichi dei lavandini, doccie, lavatrice ecc.. vanno convogliate al degrassatore . Le acque bianche che sono le piovane vanno per conto loro... tutte queste tubazioni si possono raccordare in un unico scarico a valle della fossa biologica.
    Aggiungo pure che la capacità della fossa biologica e il degrassatore vanno calcolati in base agli "abitanti equivalenti" del tuo immobile e non sul tuo nucleo familiare e vi è altro ancora ma non ti voglio tediare...
    Sono sorpreso che i tuoi tecnici non l'abbiano fatto ... ma se vuoi l'abitabilità dell'immobile dovrai provvedere... e ringrazia se si accontentano del degrassatore per il lavello della cucina.
    Buona giornata
    Albano
     
  3. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Probabilmente non hanno fatto il progetto secondo le disposizioni del Regolamento d'Igiene Comunale (per gli scarichi) e della L. 13/89 (per le barriere architettoniche).
    Oppure non hanno fatto addirittura il progetto ... è stata presentata una SCIA o una CIL? C'era il direttore dei lavori ? I professionisti hai detto che erano dell'impresa od ho capito male?
     
  4. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Premesso che confermo quanto sopra scritto da Marchesini chiedo:
    - c'era una precedente autorizzazione?
    - la collocazione degli scarichi (interna al fabbricato) è variata?
    - non potete intercettare lo scarico della cucina fuori dal fabbricato?
     
  5. matbif

    matbif Membro Attivo

    Privato Cittadino
    La situazione precedente non la conosco, nel senso che ho acquistato regolarmente tramite agenzia dal precedente proprietario che ci abitava

    La collocazione non è cambiata ma è stato aggiunto un bagno

    Lo scarico della cucina potrebbe essere intercettato, ma cio prevede comunque la rottura di un mobile della cucina appoggiato al muro esterno, la rottura del marciapiede di nuova posa.

    Ma cio potrebbe bastare secondo lei?
     
  6. matbif

    matbif Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Precisazione :
    E stata presentata la scia, c era il direttore lavori ed è stato interpellato piu volte il tecnico del comune da parte dell architetto.
    Tutti i lavori che ho chiesto di fare sono stati fatti attenendosi a cio che i professionisti hanno deciso, la mia impressione era addirittura che fossero troppo scrupolosi per attenersi alle norme. Ad es
    Ho montato pannelli solari per riscaldare l acqua dei quali, se avessi potuto scegliere, avrei fatto a meno...
     
  7. matbif

    matbif Membro Attivo

    Privato Cittadino
    ...e ultima risposta : i professionisti non erano legati all 'impresa
     
  8. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se l'abitabilità c'era gia perchè richiederla?
     
  9. matbif

    matbif Membro Attivo

    Privato Cittadino
    L abitabilità c'era ma senza documentazione non mi fanno chiudere i lavori
     
  10. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Mi sbaglierò ma la scia non ha obbligo di chiusura lavori
     
  11. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La CIL non ce l'ha e neanche l'obbligo di DLL: l'hanno inventata apposta per far fare gli abusi.... tant'è che in Emilia l'hanno tolta
     
    A cafelab piace questo elemento.
  12. marchesini

    marchesini Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Da quanto scrivi, non riesco a farmi un'idea precisa del problema e consigliare mi diventa difficile.
    1°) comprato l'immobile tramite agenzia regolarmente rogitato quindi aveva la conformità edilizia .
    2°) ristrutturi pesantemente e costruisci un bagno....
    Quindi la superfice è sempre la stessa ma varia la disposizione e l'uso dei locali... l'abitabilità che avevi, per mè, è ancora valida ..sono da fare le variazioni catastali.
    3°) parlare con i vari tecnici comunali non è stato sufficente ed è servito a poco... io avrei chiesto un preparere prima di iniziare i lavori costa qualche eurino ma la risposta è scritta.
    4°) il degrassatore che intercetta solo il lavandino della cucina è un paliativo che probabilmente accontenta il tecnico comunale ma sicuramente non l'ufficio d'igene dell'asl.
    5°) Il comune non ti rilascia l'autorizzazione allo scarico ...
    Forse questa autorizzazione non l'aveva nemmeno il venditore.
    6°) Per abitare un immobile che non è collegato alla pubblica fognatura questa documentazione, oggi, è molto importante quindi dovrai fare quanto ti viene chiesto.... alla fine del calvario risparmierai sulla bolletta dell'acqua in quanto non devi pagare la depurazione pochè vi provvedi tu.
     
  13. marchesini

    marchesini Membro Attivo

    Privato Cittadino
    "Che responsabilità possono avere i professionisti ai quali mi sono affidato?"
    Ho notato ora questa domanda....
    La responsabilità di questo disservizio è tutta in capo a loro.. in particolare al progettista e stà a loro trovare la soluzione.
     
  14. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Con la L.R. 15/2013 in Emilia Romagna l'abitabilità va chiesta sempre a corredo della fine lavori di una SCIA

    La CIL non l'hanno tolta, hanno introdotto la figura del Direttore Lavori che fino alla L.15 era assente in questo tipo di pratica, così come la fine lavori

    La SCIA serve, semplificando, iper manutenzioni straordinarie pesanti e/o strutturali, la SCIA per manutenzioni straordinarie quali partizioni interne.

    E comunque, anche in caso di CIL, vanno allegati i pareri preventivi e solitamente, quando si introduce un bagno, nel 90% dei comuni della provincia di Modena (San Lazzaro non è molto distante...) serve almeno un parere dell'ufficio preposto: che avrebbe sicuramente fatto mettere anche il degrassatore.
     
  15. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Prima avremo una legge unica per tutta italia prima finiranno tutti questi distinguo, sembra di essere nel medioevo.
     
    A Bastimento e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  16. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    ... ops... ovviamente è la CIL che è per manutenzioni straordinarie quali partizioni interne...
     
  17. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Siamo nel medioevo perchè gli italiani vogliono fare abusi di continuo....
     
  18. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    ma dai...
    ogni comune fa regole a sè, a Roma 20 municipi, 20 regolamenti diversi, 20 importi di reversali diverse,
    esci dalla città pare di essere Brancaleone...!
    In ogni singolo ufficio tecnico regolamenti diversi, metodi di pagamenti, orari d'apertura, importi... non ce ne sono 2 uguali... da 70 a 250€ per la stessa identica pratica e modulistica diversissima...

    C'è persino qualche comune che si è fatto un medodo di invio pratiche online "fai da te" (senza usare la posta certificata per carità!) ma che comunque ci devi andare non si sa quante volte
    Anche nelle cose più banali CIAL o CILA?! cambia persino nome da comune a comune
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  19. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Grazie Calefab: sei spesso giustamente difensore delle regole e delle norme: questo tuo sfogo ti avvicina alle persone che non hanno alcuna intenzione di fare abusi .... ma hanno qualcosa da ridire (agli artigiani, progettisti, uffici tecnici ecc..) se si trovano a vedere passare 4 anni (dico quattro) per concludere una manutenzione straordinaria di un alloggetto, in cui vengono rifatti impianti, sanitari e pavimenti, incluso un frazionamento, per vedere finalmente conclusa la pratica, "visti 3000 documenti", richiesti e presentati a rate, con la concessione dell'agibilità.

    Chi i responsabili? La farraginosità delle regole, l'abitudine italiana di pensare di cavalcarle (molti cosiddetti professionisti...) , l'ignoranza dei piccoli artigiani che hanno poca dimestichezza con la burocrazia cartacea...

    Questo non è pertinente: gli abusi vengono in genere attuati senza coinvolgere ingegneri, architetti, scia e cil...
    Se uno si affida ai "tecnici" non credo parta col principio di fare abusi edilizi: magari si sorprenderà delle richieste, ma se lo scopre a fine lavori....

    Bisognerebbe far firmare al progettista e DL una specifica clausola di garanzia: magari è implicita, ma forse ha efficacia preventiva.
     
    A cafelab piace questo elemento.
  20. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Per quanto riguarda i Regolamenti Edilizi, è vero, occorrerebbe uniformarli, però occorre pensare che siamo in Italia ... ad esempio, a Viareggio, se non avessero messo un limite specifico, avrebbero fatto le abitazioni anche di 10 mq. ed alte 2 m....
    Per quanto concerne il "frazionamento", se tu aumenti le unità immobiliari, vorrai che queste siano a norma igienico sanitaria, che abbiano una cucina di dimensioni tot, bagno, soggiorno con rapporti areoilluminanti minimi ecc.? Che il muro di separazione possa contenere i rumori che vengono dall'altro? Che vengano fatti a norma antisismica (se interessano le strutture)? Che venga portato tutto al Catasto alla fine, per pagarci le tasse? Il problema è che gli italiani non vogliono o non capiscono queste cose, e le norme certe colte sono fatte da persone assolutamente incompetenti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina